20 minuten
SOLETTA
04.12.20 - 23:460
Aggiornamento : 05.12.20 - 08:03

Stupratore di Olten. «Aveva un enorme problema di droga»

Il 37enne è in carcere, accusati di aver aggredito e accoltellato la 14enne trovata nel bosco Olten

Gli amici lo descrivono come un ragazzo eccezionale, trasformato dalla dipendenza

OLTEN - SK* non riconosce più il suo ex amico d'infanzia. Quasi non riesce credere che RW* (il presunto autore dell'aggressione a Olten) abbia violentato una quattordicenne e l'abbia gravemente ferita con un coltello.

«In passato non sarebbe stato in grado di fare del male a una mosca», racconta a 20 Minuten. Il presunto autore di Olten era uno dei suoi migliori amici. Ma da adolescenti i due si sono allontanati lentamente: «RW è entrato in un gruppo diverso dal mio e ha preso una strada sbagliata. È allora che ha iniziato a usare droga ed è sopraggiunta la schizofrenia». L'amico d'infanzia avrebbe voluto aiutarlo: «Non sapevo come fare e il problema della droga era enorme».

«Qualcosa che non poteva più essere raddrizzato» - L'ultima volta che ha visto RW è stato circa una decina di anni fa. «Mentalmente non sembrava del tutto pronto, ma era ancora pieno di energia e motivato a fare qualcosa della sua vita». Il vecchio amico ha un ricordo molto positivo dell'incontro, per cui si dice stupito per quanto accaduto.

«Il mondo ora lo vede come un mostro, ma era un ragazzo eccezionale!», sottolinea nn nascondendo la propria delusione per la piega presa dall'amico d'infanzia. «I farmaci devono aver innescato qualcosa di irreparabile», sostiene.

Anche altri conoscenti spendono buone parole per il 37enne. «Tranquillo e solitario», dice uno. «Un ragazzo molto vivace», altri. Tutti, però, parlano della spirale della droga dalla quale non è più uscito. Tanto che oggi i suoi vicino parlano di un uomo «spaventoso», che incuteva timore solo allo sguardo.

La psicosi - Non molto tempo fa era persino finito nel reparto di terapia intensiva di una clinica psichiatrica. E non aveva praticamente più nessun contatto con altre persone.

La polizia sta attualmente chiarendo se il 37enne sia responsabile anche della tentata aggressione verificatasi a settembre nel bosco del Bannwald.

Atleta sui social - Il presunto molestatore si mostra sui social come un atleta: pratica arti marziali in numerosi video. E si avvale, nelle sue esibizioni, di un nunchaku (arma composta da due pezzi di legno attaccati da una catena in acciaio).

*nomi noti alla redazione. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Cresce la lista nera: dentro altri quattro Paesi
La disposizione segue il rilevamento della variante Omicron nelle rispettive nazioni.
SVIZZERA
1 ora
Minaccia Omicron, il Governo si ritrova d'urgenza
Dopo l'emergenza della nuova variante e il boom di casi, domani pomeriggio saranno discussi eventuali cambi di marcia.
SVIZZERA
5 ore
«Meglio Pfizer di Moderna per gli under 30»
Lo raccomandano l'UFSP e la Commissione federale per le vaccinazioni basandosi sulle dichiarazioni di miocardite.
SVIZZERA
5 ore
«La situazione è già critica, Omicron potrebbe peggiorarla»
Gli esperti della Confederazione hanno fatto il punto sulla situazione epidemiologica nel nostro Paese e non solo.
LUCERNA
5 ore
Lo spauracchio Omicron fa saltare le Universiadi
La competizione avrebbe dovuto aver luogo tra l'11 e il 21 dicembre. A Lucerna erano attesi atleti da cinquanta Paesi.
SVIZZERA
6 ore
La seconda volta di un'ecologista alla guida del Nazionale
La 34enne argoviese Irène Kälin è la nuova presidente della Camera bassa.
SVIZZERA
7 ore
Oltre 19mila contagi e 35 morti nel weekend svizzero
Salgono i pazienti Covid ricoverati in cure intense, che occupano ora il 25,4% dei posti letto.
FOTO
ARGOVIA
8 ore
Bancomat fatto esplodere e colpevoli in fuga
Altro furto a uno sportello automatico. Questa volta in canton Argovia.
FOTO
SVIZZERA
9 ore
Una bufera di neve investe la Svizzera
Temperature al ribasso e tanti disagi alla circolazione soprattutto in Svizzera tedesca.
GRIGIONI
11 ore
Test ripetuti nei Grigioni: i laboratori non ce la fanno più
Le autorità cantonali corrono ai ripari adeguando la misura nelle scuole e nelle aziende
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile