keystone (archivio)
VAUD
27.11.20 - 20:410
Aggiornamento : 21:38

Caso FIFA: Platini e Blatter indagati per truffa

Il procedimento penale riguarda un controverso pagamento da parte di Blatter.

L'indagine inizialmente avviata per amministrazione infedele è ora stata ampliata.

LOSANNA - Michel Platini e Sepp Blatter sono ora indagati anche per truffa e appropriazione indebita in Svizzera. Lo si apprende oggi da una fonte che ha accesso al dossier. L'indagine inizialmente avviata per amministrazione infedele è ora stata ampliata.

Nessun fatto nuovo è comunque intervenuto in questo caso giudiziario che alla fine del 2015 ha stroncato la carriera dei due massimi dirigenti dal calcio internazionale ed europeo.

Il pagamento controverso - Il procedimento penale riguarda un controverso pagamento da parte dell'allora presidente della Federazione internazionale di football (FIFA) Joseph Blatter, di 2 milioni di franchi nel febbraio del 2011, all'allora presidente dell'Unione delle associazioni calcistiche europee (UEFA) Michel Platini.

Con questa mossa il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) dispone di maggiori opzioni giuridiche per trattare il caso, che riconduce anche alle accuse di collusione che riguardano l'ex procuratore Michael Lauber.

«Sembra che il MPC mantenga questa procedura vecchia di cinque anni in vita con il gioco artificiale e dilatorio dell'ampliamento delle imputazioni», ha commentato l'entourage di Platini all'AFP.

Inizialmente l'inchiesta era stata aperta per amministrazione infedele. La pena possibile però non cambia: secondo il Codice penale svizzero entrambi gli imputati rischiano ancora fino a cinque anni di prigione.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
Sì a legge Covid-19 e cure infermieristiche, più incertezza sulla giustizia
È quanto emerge dal sondaggio svolto a inizio mese dalla SSR sui tre temi in votazione il 28 novembre.
FOTO
SOLETTA
11 ore
«Il ciclista non ha avuto nessuna possibilità di evitare l'impatto»
Il giovane che a bordo di una McLaren aveva gravemente ferito un 38enne è stato condannato a 44 mesi di prigione.
FOTO
GIURA
12 ore
In dogana con armi, munizioni e pure una moto d'epoca (non dichiarata)
Un francese di 59 anni è stato fermato (e multato) domenica 17 ottobre presso il valico di Bure.
VALLESE
13 ore
Il ticket per famiglie che non vale per le famiglie arcobaleno
L'esperienza di due papà dai Paesi Bassi agli impianti di risalita dell'Aletsch Arena, in Vallese
GINEVRA
15 ore
Donna uccisa a colpi di pistola
Il corpo è stato trovato questa mattina in un'abitazione di Vandoeuvres, nel Canton Ginevra. Marito in manette
SVIZZERA
16 ore
Certificato dei guariti, una strategia di Berna in vista del voto?
I guariti avranno più facilmente diritto al Covid-pass, e si inizia a parlare di una prossima revoca dell’obbligo.
FRIBORGO
18 ore
Scuola elementare vandalizzata da due 14enni
I danni superano i 100mila franchi. I due autori verranno denunciati al Tribunale dei minorenni.
SVIZZERA
18 ore
«Non è la vaccinazione a dividerci, è la pandemia»
Conferenza stampa con Alain Berset e Lukas Engelberger. Tra i temi trattati, la settimana nazionale di vaccinazione.
SVIZZERA
20 ore
I contagi curvano verso l'alto
Altri 1478 positivi in Svizzera. Continua il trend al rialzo. Il bollettino dell'UFSP
SVIZZERA
20 ore
Crediti Covid, gli hacker rubano 130mila nomi
EasyGov sotto attacco da parte dei pirati informatici. Un enorme furto di dati
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile