Keystone
BERNA
21.11.20 - 21:400
Aggiornamento : 22.11.20 - 13:22

Alain Berset vittima di un tentativo di estorsione

La donna, poi condannata, pretendeva un pagamento di 100'000 franchi

BERNA - Nel dicembre del 2019 Alain Berset è stato vittima di un tentativo di estorsione da parte di una donna. Il consigliere federale ha sporto denuncia al Ministero pubblico della Confederazione (MPC). Ciò ha portato a un arresto e all'apertura di un procedimento penale, conclusosi con una condanna definitiva lo scorso settembre.

Il caso è stato reso pubblico oggi dalla "Weltwoche" ed è stato confermato dal MPC. Stando a un decreto d'accusa datato 14 settembre 2020, la donna ha minacciato Berset di divulgare foto e corrispondenza privata tra lei e il ministro. In cambio voleva 100'000 franchi. Berset ha sporto denuncia e la donna è stata arrestata il 13 dicembre 2019.

Il giorno prima, la stessa ha inviato una lettera al consigliere federale nella quale affermava che ritirava la sua richiesta di 100'000 franchi e che la sua accusa non corrispondeva alla realtà. Restituiva inoltre gli originali dei documenti che gli aveva inviato per e-mail.

Secondo il MPC, questa rinuncia giustifica una riduzione della pena. La donna ha firmato una dichiarazione lo scorso giugno con la quale accettava di far cancellare completamente tutti i dati dagli apparecchi da lei usati.

È stata condannata per tentata d'estorsione a una pena pecuniaria di 150 aliquote giornaliere da 30 franchi, pari a 4500 franchi, sospesa per due anni. Deve inoltre pagare una multa di 900 franchi. Il decreto d'accusa è esecutivo.

A suo carico anche le spese procedurali (2500 franchi) e legali (7615 franchi). Entrambe le parti hanno chiesto congiuntamente che il contenuto delle accuse sia tenuto segreto per questioni di privacy.

Peter Lauener, portavoce del Dipartimento federale dell'interno (DFI), rispondendo questa sera all'agenzia Keystone-ATS, ha affermato che il tentativo di estorsione riguardava «accuse false e diffamanti» sulla vita privata di Berset risalenti a otto anni fa.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO GALLERY
SVIZZERA
1 ora
Incidenti e feriti: la Svizzera ancora sott'acqua
Il maltempo colpisce duro oltre Gottardo. Stazioni e negozi allagati, i pompieri lavorano senza sosta
SVIZZERA
5 ore
«Sui grandi eventi tante domande restano aperte»
La Taskforce Cultura si aspetta chiarezza su chi debba sostenere i costi per le infrastrutture dei test.
SVIZZERA
6 ore
«Ci aspettiamo una nuova ondata tra i non vaccinati»
Berset dopo l'incontro con i direttori cantonali della sanità: «La situazione è da tenere sotto controllo»
SVIZZERA
6 ore
La pandemia ha pesato di più sulle persone con un reddito basso
A sottolinearlo è un nuovo studio commissionato dalla Confederazione ed effettuato durante la prima ondata.
SVIZZERA
6 ore
Un anno di SwissCovid
Era il 25 giugno 2020 quando l'applicazione di tracciamento elvetica venne messa a disposizione della popolazione.
SVIZZERA
7 ore
Finisce la lezione e sparisce una sostanza radioattiva
Un campione di radio-226 è stato sottratto in una classe liceale che stava effettuando degli esperimenti.
SVIZZERA
9 ore
Contagi settimanali in calo del 47%
In sette giorni nel nostro paese sono stati registrati 1'235 casi. La variante Delta è al 3,8%
SVIZZERA
10 ore
Ci sono dieci vittime in più (ma non di oggi), i casi sono 120
Il totale degli ospedalizzati sale di 52, ma 40 provengono da registrazioni tardive. Il consueto bollettino dell'Ufsp
ZURIGO
11 ore
Colpo esplosivo a un bancomat di Eglisau
Nella notte i malviventi hanno preso di mira l'apparecchio, facendo saltare l'intera struttura in cui era installato
FOTO
SVIZZERA
12 ore
È il momento di dissotterrare le mutande mangiucchiate
In primavera Agroscope aveva chiesto d'interrarle in giardini e prati per valutare lo stato di salute del suolo.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile