Immobili
Veicoli
Polizia canton Turgovia (archivio)
La polizia turgoviese intervenuta sul luogo del ritrovamento del cadavere nel 2017.
SAN GALLO
11.11.20 - 12:130

Uccise un 41enne e ne bruciò il corpo: «Fu assassinio»

Un cittadino serbo di 37 anni è stato condannato oggi a sedici anni di prigione e all'espulsione dalla Svizzera.

L'uomo ha ucciso un connazionale con cui aveva contratto dei debiti per poi dare fuoco al suo cadavere in una foresta turgoviese.

SAN GALLO - Il tribunale distrettuale di San Gallo ha condannato oggi un cittadino serbo di 37 anni a 16 anni di prigione per assassinio. Nel luglio del 2017, l'uomo avrebbe ucciso un connazionale con cui aveva contratto debiti e aveva dato fuoco al cadavere in una foresta.

Si è trattato di un processo indiziario e la sentenza non è ancora definitiva. Oltre alla pena detentiva, il tribunale ha ordinato l'espulsione dalla Svizzera del condannato, una volta scontata la pena, per un periodo 15 anni.

Il cadavere carbonizzato fu scoperto da una escursionista, il 16 luglio di tre anni fa, in un bosco del comune di Erlen, in Turgovia. La polizia si era rapidamente resa conto che si trattava di un 41enne serbo rimasto vittima di delitto.

Stando alle ricostruzioni degli inquirenti, l'imputato voleva liberarsi del connazionale a causa d'ingenti debiti accumulati negli ambienti delle scommesse illegali che non era in grado di rimborsare. Il 37enne nega di aver ucciso il 41enne e ieri in aula si è rifiutato di rispondere. Il suo avvocato ne ha chiesto il proscioglimento.

La vittima era un 41enne che godeva di una certa fama in Serbia come campione di kickboxing, arricchitosi con le scommesse illegali. Secondo quanto ha dichiarato il procuratore che ha sostenuto l'accusa, più di una persona aveva debiti con il 41enne e la vittima si era fatta «molti nemici con la sua attività di buttafuori».

Il 37enne è stato giudicato colpevole sulla base del DNA e delle tracce di sangue trovate nella sua abitazione, dove in base all'atto d'accusa è avvenuto il delitto. L'imputato avrebbe in seguito portato il cadavere nel bosco e gli ha dato fuoco dopo averlo cosparso di benzina.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
7 ore
Feriti a bottigliate a Winterthur
Tre persone sono state arrestati per due episodi distinti avvenuti nelle prime ore di domenica
SVIZZERA
9 ore
Gas, un accordo di solidarietà tra Svizzera e Germania
Simonetta Sommaruga e Guy Parmelin hanno incontrato il vicecancelliere Robert Habeck alla vigilia del WEF
ZURIGO
13 ore
Esplosione in casa, 18enne gravemente ferito
La deflagrazione sarebbe stata causata da una miscela pirotecnica autoprodotta.
SVIZZERA
14 ore
«È sempre più un'influenza stagionale»
C'è chi rivolge lo sguardo al prossimo autunno, esprimendo preoccupazione per l'emergenza di nuove varianti del Covid.
SVIZZERA
16 ore
Quando sei miliardi non bastano
La Confederazione potrebbe dover sborsare un ulteriore miliardo per l'acquisto dei jet da combattimento F-35.
GINEVRA
17 ore
La rissa fra "bande" degenera e partono alcuni spari
I fatti sono avvenuti in un bar del quartiere ginevrino di Plainpalais. Nessuno è rimasto ferito.
SVIZZERA
19 ore
Quegli spinosi miliardi degli oligarchi con i quali non si sa bene che fare
In Svizzera sono 6 (ma c'è chi dice che siano molti, molti di più) e per la legge elvetica non si possono toccare
SVIZZERA
20 ore
Anche il WEF 2022 si tinge di guerra
Al via oggi nella capitale grigionese il summit economico, attesi 50 capi di stato e anche Zelensky e Stoltenberg
SCIAFFUSA
21 ore
L'alcol, l'incidente e la fuga
Il conducente ha perso il controllo dell'auto, urtando una vettura ferma a un semaforo
SVIZZERA
22 ore
L'estate svizzera «potrebbe raggiungere i 40 gradi»
Le previsioni di Thomas Bucheli, caporedattore di SRF Meteo, dopo le temperature "non normali" del mese di maggio.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile