keystone
ZURIGO
01.10.20 - 00:010

Una passeggiata durante la quarantena gli costa 2'750 franchi

L'uomo quest'estate è andato in Serbia. Al suo ritorno è stato pizzicato fuori casa e denunciato.

Il caso non è isolato, ma gli altri denunciati avrebbero interposto ricorso.

ZURIGO - Non rispetti la quarantena? Rischi una multa. Anche salata. Lo sa bene il 44enne che, dopo essersi recato in Serbia durante le vacanze estive, non ha rispettato i 10 giorni di "auto-reclusione" preventiva imposti dall'Ufficio federale di sanità pubblica (UFSP). Dal 6 luglio 2020, chi entra in Svizzera in provenienza da Stati o regioni con rischio elevato di contagio deve restare a casa per dieci giorni.

Le autorità zurighese erano state chiare: l'unico motivo per non rispettare la quarantena poteva essere la visita dal medico. Tuttavia, durante un controllo di polizia, l'uomo è stato pizzicato a fare una serena passeggiata. Come se nulla fosse.

Così è scattata la denuncia. Stando al "Tages-Anzeiger", le tre ore di assenza dalla propria abitazione sono costate al 44enne una multa salata: 2'000 franchi, più altri 750 di spese. E gli è andata anche bene visto che la sanzione può raggiungere un massimo di 10.000 franchi.

Si tratterebbe della prima sanzione passata in giudicato nel canton Zurigo per il mancato rispetto del periodo di quarantena. Altri due soggetti sanzionati, infatti, avrebbero interposto ricorso. Spetterà quindi a un tribunale decidere la loro sorte. Secondo il quotidiano, in tutto il cantone sono state segnalate a oggi solo una dozzina di persone.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
3 ore
Mascherina al chiuso «anche con la distanza»
La raccomandazione arriva dalla task force della Confederazione
BERNA
3 ore
Quarantena per i viaggiatori, tutto ciò che c'è da sapere
Adeguato il valore soglia che regola gli Stati per i quali c'è l'obbligo di quarantena.
VAUD
7 ore
Prilly, spara alla moglie e poi si suicida
La donna è stata ricoverata al CHUV. Le sue condizioni sono tali da metterne in pericolo la vita
SVIZZERA
9 ore
I cybercriminali hanno approfittato parecchio della pandemia
Nel primo semestre dell'anno al Centro nazionale per la cybersicurezza sono giunte oltre 5'000 segnalazioni.
SVIZZERA
10 ore
Coronavirus: Roche vuole produrre centinaia di milioni di test rapidi al mese
Analizzano un campione di saliva e non richiedono personale specializzato per la somministrazione.
SVIZZERA
11 ore
«Dobbiamo fare tutti la nostra parte contro il coronavirus»
Il consigliere federale risponde alle domande dei colleghi di 20 Minuten e dei lettori
SVIZZERA
12 ore
«È adesso il momento cruciale»
Isabelle Moret lancia un appello a tutti: «Solo con la solidarietà potremo superare la crisi».
SVIZZERA
13 ore
In Svizzera altri 287 ricoveri e 31 morti
Il virus continua a circolare molto: ben il 26.6% dei 35'230 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore è risultato positivo
SVIZZERA
14 ore
Contro i blocchi del 5G Swisscom è pronta ad andare in tribunale
La società giudica illegali le moratorie contro la nuova rete: «Sono inaccettabili».
SVIZZERA
15 ore
Uccidono i germi ma «sono potenzialmente pericolosi per occhi e pelle»
Alcuni sanificatori UV dell'azienda svizzera Pearl sono stati richiamati, la nota della Confederazione
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile