20 Minuten
SAN GALLO
03.09.20 - 16:090
Aggiornamento : 17:04

San Gallo: l'aggressore della donna abbattuto dalla polizia

L'episodio si è verificato in un'abitazione situata in Speicherstrasse. Nessun rapporto tra vittima e carnefice

SAN GALLO - La procura sangallese ha fatto luce sul crimine violento che ieri ha portato alla morte di due persone nella città di San Gallo. Un 22enne si è intrufolato nell'appartamento di una 46enne, colpendola ripetutamente al capo con un oggetto. La polizia cittadina è allora intervenuta, sparando all'uomo. Sia la vittima che il suo carnefice sono morti.

Il giovane è riuscito a entrare in un'abitazione in Speicherstrasse e ha cominciato a picchiare la donna con un corpo contundente spigoloso, precisa il Ministero pubblico cantonale in un comunicato odierno. Tra i due non sono per ora emersi legami: sia la scelta della casa che quella della vittima appaiono dunque frutto del caso.

Stando alla ricostruzione della procura, gli agenti giunti sul posto hanno intimato all'aggressore di fermarsi. Ma questi non ha reagito alle sollecitazioni, continuando anzi a infierire pesantemente sulla malcapitata. Due poliziotti a quel punto hanno aperto il fuoco, esplodendo diversi colpi in direzione del sospettato.

L'uomo, un cittadino svizzero, è deceduto sulla scena del crimine, mentre la donna è spirata in ospedale, dove era stata trasportata a causa delle ferite alla testa: troppo grave il trauma cranico con lesioni cerebrali riportato durante il violento pestaggio.

Ulteriori indagini sono in corso per tentare di chiarire i contorni della vicenda e il movente che ha scatenato la furia assassina del ragazzo. Tuttavia, secondo le prime indicazioni, sembra che il colpevole soffrisse di problemi psicologici, ha riferito a Keystone-ATS la portavoce della procura Regula Stöckli, parlando di un episodio «particolarmente brutale».

Per quanto riguarda i due agenti che hanno sparato, una procedura sarà aperta nei loro confronti, così da accertarne la posizione. Entrambi sono stati per ora messi fuori servizio: «Non si può elaborare un evento del genere in 24 ore», ha commentato l'addetto stampa della polizia cittadina Roman Kohler motivando la decisione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
11 ore
Riaperture, ecco ciò che devi sapere
Il Consiglio federale ha deciso una riapertura graduale. Ripartono negozi, musei e impianti sportivi all’aperto.
SVIZZERA
12 ore
«Decisione incomprensibile e ingiustificabile»
«Il mancato allenamento sarà fatale alla ristorazione», tuona il presidente di GastroSuisse Casimir Platzer.
SVIZZERA/CINA
13 ore
Credit Suisse e UBS stanno spostando i loro banchieri da Hong Kong alla Cina
Si tratta di una strategia ben precisa che potrebbe nascondere una perdita di appeal del polo asiatico
SVIZZERA
13 ore
Aperture prudenti: UDC e PLR delusi, gli altri partiti no
Marco Chiesa parla di «affronto» verso i Cantoni e le commissioni parlamentari. Scelta «incomprensibile» per il PLR.
SVIZZERA
14 ore
Mezza Italia sulla lista nera di Berna
L'Ufsp ha aggiornato l'elenco dei Paesi e delle regioni per cui dal prossimo otto marzo varrà l'obbligo di quarantena.
ARGOVIA
15 ore
I vaccinati nel mirino dei truffatori
Nel Canton Argovia ignoti hanno contattato persone vaccinate chiedendo loro una donazione
FRIBURGO
15 ore
Salvato a un passo dal precipizio
Un escursionista di 70 anni si è perso ieri pomeriggio nei boschi di Marly.
SVIZZERA
15 ore
Nessuno sconto alla ristorazione (per ora)
I provvedimenti presentati dal Governo la scorsa settimana sono stati quasi completamente confermati.
SVIZZERA
16 ore
Tutti quei posti nel metalmeccanico portati via dalla pandemia
Sono migliaia, e le prospettive non sono rosee. L'appello di Swissmem: «Ancora 24 mesi di indennità»
SVIZZERA
16 ore
Utile netto in deciso aumento per EFG International
All'istituto, ben presente anche in Ticino, si guarda al futuro con ottimismo
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile