Tipress (archivio)
SVIZZERA
01.09.20 - 15:360
Aggiornamento : 23:41

Prostituta positiva al Covid, scoppia una rissa

È successo al "Lugano bar" di Zurigo. La polizia è intervenuta, ed è stata presa di mira

ZURIGO - Una prostituta del quartiere a luci rosse di Zurigo è risultata positiva al Covid-19. Le autorità hanno ordinato la quarantena per circa 50 donne che vivono nel medesimo edificio sulla Langstrasse. All'arrivo degli agenti è scoppiata una rissa.

La donna era risultata positiva al test del coronavirus già venerdì. Non essendo raggiungibile al telefono, la squadra cantonale che si occupa del tracciamento dei casi ha informato la polizia. Due agenti si sono perciò recati domenica pomeriggio sul posto, indica oggi in una nota la polizia cittadina.

L'intervento ha interessato l'edificio che ospita al pianterreno il "Lugano Bar", un noto punto di incontro fra prostitute e clienti. Le circa 50 donne ospitate nell'edificio «in uno spazio molto ristretto» non hanno decisamente preso bene la notizia e ne è nata una rissa.

Nel tentativo di calmare gli animi, i due agenti sono stati molestati fisicamente ed hanno perso le loro maschere facciali. Per questo motivo, anche i due poliziotti dovranno seguire la quarantena, precisa la polizia.

Le donne non erano sicure di cosa significasse per loro l'infezione della loro compagna di stanza e non capivano perché dovevano essere messe in quarantena, come aveva ordinato il servizio medico cantonale, ha dichiarato a Keystone-ATS il portavoce della polizia Marco Cortesi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
«Sul turismo degli acquisti abbiamo sbagliato»
Berna ha ammesso «parziali carenze» nella gestione delle multe all'inizio della pandemia.
SVIZZERA
4 ore
Vaccino di buon mattino? Potrebbe essere più efficace
Lo dimostra un recente studio condotto dall'Università di Ginevra.
BERNA
4 ore
Alpinista morto sulla Jungfrau
È finito in un crepaccio: il corpo è stato trovato a una profondità di circa 27 metri
SVIZZERA
7 ore
Certificato sulle piste: «Non è l'associazione di categoria che decide»
«È presuntuoso dire già che non ci sarà un obbligo di Covid-pass sulle piste. Sarà il Consiglio federale a decidere».
SVIZZERA
7 ore
Positivi in forte aumento, decessi e ricoveri in calo
Stando all'aggiornamento dell'UFSP, sono due i nuovi decessi avvenuti a causa di un decorso infelice della malattia.
SVIZZERA
8 ore
In Svizzera si scierà senza certificato Covid
Lo ha deciso l'associazione di categoria degli impianti. Sulle funivie sarà invece obbligatoria la mascherina
SVIZZERA
9 ore
Berna autorizza una manifestazione contro il certificato Covid
I promotori si sono impegnati a rispettare un piano di sicurezza. E sconsigliano di prendere parte a proteste abusive
SVIZZERA
9 ore
I ghiacciai perdono ancora terreno, nonostante la neve e l'estate fresca
Nel 2021 hanno perso l'1% del loro volume, come rilevato dall'Accademia svizzera di scienze naturali
SVIZZERA
11 ore
Altre cinque aziende si impegnano per il clima
PostFinance, Autopostale, SSR, Flughafen Zürich e RUAG hanno aderito all'iniziativa energia e clima esemplare
SVIZZERA
12 ore
La paura del black-out riaccende il dibattito sul nucleare
L'esperto: «L'approvvigionamento elettrico deve avere la massima priorità». E le fonti rinnovabili non bastano
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile