(Archivio) Keystone
ZURIGO
12.08.20 - 12:340
Aggiornamento : 14:31

Si apre oggi il processo ai "genitori dell'orrore"

L'accusa: «Erano costretti a mangiare il proprio vomito».

I due sono accusati di aver inflitto per anni abusi e torture ai loro 5 figli.

ZURIGO - Abusati sessualmente, chiusi nel seminterrato, picchiati e costretti a mangiare i loro escrementi. Queste alcune delle torture inflitte ai 5 figli da parte di una donna svizzera di 48 anni e del suo ex marito 49 enne di origini kosovare.

Rinchiusi per giorni - Secondo l'accusa un totale di cinque bambini ha dovuto subire il martirio. Due delle vittime, una bambina e un bambino, avevano solo sei e sette anni quando i loro genitori hanno iniziato a rinchiuderli nel 2006: prima in stanza, poi in cantina. I bambini andavano a scuola durante il giorno, ma la sera e nei fine settimana rimanevano chiusi a chiave così a lungo da dover urinare e defecare sul pavimento.

Patire la fame - Tre anni prima, come riportato dal Blick, i genitori avevano già smesso di dare ai due bambini pasti regolari. A scuola, i due hanno iniziato a rubare il cibo. Nel 2008 il medico della scuola ha scoperto che il bambino di quasi nove anni pesava solo 18 chili e presentava segni di anoressia. La ragazza ha ricevuto una diagnosi simile. Ad entrambi i bambini è stato identificato un disturbo dello sviluppo.

Mangiare il proprio vomito - Tuttavia le torture continuarono per anni. Nel 2008 la ragazza avrebbe dovuto mangiare il proprio vomito. Il pubblico ministero scrive anche di altri brutali "metodi educativi" che sono stati inflitti ai bambini: calci, schiaffi, colpi con bastoni, cinture o sacchetti pieni di pietre. «I due bambini hanno dovuto stare fermi con i pannolini imbevuti di urina sulla testa per otto ore e mezza». 

Abusi sessuali - Gli insegnanti avevano notato alcune ferite durante gli anni ma solo nel 2010 le vittime sono state collocate in una struttura. Altri due bambini sono dovuti restare coi genitori e una figlia sarebbe stata abusata ripetutamente dal padre dall'età di 7 anni. L'uomo è inoltre accusato di aver aggredito sessualmente la figlia dell'allora moglie.

Pericolo di vita - Nell'atto è anche presente l'accusa al 49enne di aver messo in pericolo di vita la moglie quando, nel 2010, l'aveva strangolata così forte da farla svenire. Per l'uomo si tratta di accuse false.

L'arresto - Nel 2018 il 49enne è stato arrestato per primo e qualche mese dopo è stata fermata anche la donna. Il procuratore non ha ancora deciso la durata dell'incarcerazione. 

TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
10 ore
«Dai 10 anni devono poter decidere se vaccinarsi»
Il tema è di forte attualità. E l'UFSP ha aperto il dibattito anche sui social.
BERNA
14 ore
Quando l'arrivo dei ricchi rischia di farti perdere la casa
L'Oberland bernese attira milionari da tutto il mondo. Il valore delle case è così schizzato alle stelle.
SVIZZERA
14 ore
Coronavirus: in calo casi, ricoveri e decessi
Rispetto a quella precedente, la scorsa settimana tutti gli indicatori sull'andamento epidemiologico sono diminuiti.
SVIZZERA
16 ore
Il radar “sfasato” che la polizia svizzera continua a usare
Può segnare fino a 11 km/h in più e ha problemi con le superfici rifrangenti, l'allarme dal produttore
BERNA
17 ore
Covid: 2300 positivi e 42 vittime
Sull'arco di due settimane, il numero totale di infezioni scende a 18'893.
ZURIGO
19 ore
I ricercatori dell'ETH scoprono il tallone d'Achille del coronavirus
Lo studio potrebbe portare allo sviluppo di un medicinale per combattere il Covid-19.
SVIZZERA
19 ore
Disoccupazione e penuria di personale, il paradosso post Covid
Se da un lato le aziende licenziano dipendenti, dall'altro cercano nuovo personale diversamente qualificato.
SVIZZERA
20 ore
Al confine con la Germania c'è un grande viavai
Il turismo degli acquisti è di nuovo possibile senza limitazioni. E in moltissimi ne hanno approfittato.
SVIZZERA
22 ore
Hotel e ristoranti, 40mila posti di lavoro in fumo
Il dato riguarda esclusivamente il 2020. Particolarmente colpiti i ristoranti che dipendono dal turismo d'affari.
SVIZZERA
1 gior
«Vaccinati e senza mascherina»
Per il Governo federale le persone immunizzate non trasmettono il virus. C'è quindi chi chiede la revoca dell'obbligo
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile