Depositphotos (AndrewLozovyi)
BERNA
02.07.20 - 17:440

Hacker violano i conti Migros e fanno la spesa per decine di migliaia di franchi

I due cybercriminali sono stati fermati dalle autorità bernesi, la mente del piano sarebbe un 22enne

BERNA - La polizia ha fermato due sospetti criminali informatici, che avrebbero acquistato merce di ogni tipo per decine di migliaia di franchi dopo aver avuto accesso ai conti di clienti Migros. Secondo le autorità bernesi, all'origine del tutto vi sarebbe un 22enne.

Una denuncia contro un individuo ignoto, che era riuscito a introdursi illegalmente nei conti Cumulus dei clienti, è stata presentata alla fine dello scorso febbraio, scrivono in una nota odierna la polizia bernese e la procura cantonale per i reati economici. L'indagine si è trascinata per qualche mese, finché a inizio giugno i due autori sono stati individuati.

L'architetto del raggiro è stato identificato nella persona di un 22enne. Stando alla ricostruzione, il giovane ha acquistato su una piattaforma online dei login, ovvero nomi utente e password. Utilizzando un sistema sofisticato, è riuscito a usare le combinazioni per intrufolarsi nei conti Cumulus, riuscendo da lì a comprare diversi articoli a spese dei titolari.

Il ragazzo ha consumato perlopiù beni di uso quotidiano. Inoltre, ha venduto le credenziali d'accesso ai conti a un uomo della sua cerchia personale, un 32enne. Durante delle perquisizioni domiciliari, gli inquirenti hanno trovato e sequestrato gran parte della merce incriminata.

Secondo le indagini i sospetti hanno effettuato più di cento acquisti illeciti. Svariata la gamma di prodotti: si va da dispositivi come telefoni cellulari e televisori fino a elettrodomestici come degli aspirapolvere. In parte sono stati rivenduti su Internet.

La polizia approfitta delle circostanze per ricordare che è meglio avere sempre password diverse per i propri account. Le più sicure sono quelle generate a caso, senza riferimenti personali come la data di nascita.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
2 ore
«I treni non sono luoghi dove fare i picnic»
La Ferrovia retica ha recentemente vietato le consumazioni su una delle sue linee
SAN GALLO
6 ore
«Era impulsivo e si infiammava facilmente»
La testimonianza di un ex dipendente dell'uomo accusato di aver ucciso la fidanzata a Buchs.
GRIGIONI
7 ore
In 4000 contro le misure restrittive
La dimostrazione è stata promossa dall'associazione "Stiller Protest" e si è tenuta in diverse città.
FOTO E VIDEO
ZURIGO
8 ore
Violenti scontri alla manifestazione per le donne
Disordini in occasione di un evento non autorizzato.
SVIZZERA
10 ore
Nelle ultime settimane c'è una certa sottomortalità, nonostante il Covid
Secondo gli esperti, le misure anti-coronavirus hanno ridotto il numero di morti per influenza
FRANCIA / SVIZZERA
10 ore
Donna uccisa a Lione, il marito arrestato in Svizzera
La 30enne era stata trovata senza vita giovedì sera in casa. Sarebbe stata colpita con un martello
BASILEA CAMPAGNA
12 ore
Muttenz, aggredisce una guardia e tenta l'evasione
L'uomo ha liberato altri tre detenuti ma il loro tentativo di fuga ha avuto vita breve
FRIBURGO
12 ore
Mobbing nell'ente per la salute mentale, scatta l'indagine
L'indagine riguarda il settore della psichiatria e della psicoterapia per gli anziani
SVIZZERA
16 ore
Tre giorni nella black list: l'Ufsp ha sbagliato?
La Colombia è finita per 72 ore nella lista dei paesi a rischio, a causa di dati "vecchi". Una famiglia ne fa le spese
ZURIGO
1 gior
I genitori chiedono test di massa settimanali nelle scuole
Un'associazione vuole introdurre i test nelle scuole di tutta la Svizzera.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile