Keystone
SVIZZERA
16.05.20 - 09:180

Lauber non ci sta e passa al contrattacco: «Indagini di parte»

Il procuratore generale ha presentato ricorso al Tribunale amministrativo federale

«I principi fondamentali dello Stato di diritto vengono gettati a mare», sostiene Lauber

BERNA - Sotto pressione per la gestione dell'inchiesta sulla FIFA, il procuratore generale della Confederazione Michael Lauber passa al contrattacco.

Nel suo ricorso al Tribunale amministrativo federale (TAF) depositato a fine aprile, egli accusa di parzialità l'Autorità di vigilanza sul Ministero pubblico della Confederazione (AV-MPC).

«I principi fondamentali dello Stato di diritto vengono gettati a mare», afferma Lauber, secondo estratti dell'appello citato dai giornali del gruppo Tamedia, che hanno visionato il documento di 70 pagine.

I membri dell'AV-MPC sono «di parte», continua Lauber, oggetto di un'indagine disciplinare per incontri segreti con il presidente della FIFA Gianni Infantino in relazione al procedimento riguardante la Federazione calcistica.

All'inizio di marzo l'AV-MPC aveva concluso che la somma delle violazioni commesse da Lauber è «considerevole». L'indagine condotta dal giudice federale Alexia Haine - dell'AV-MPC- aveva mostrato che Lauber ha violato in più occasioni i suoi obblighi di responsabilità in particolare riguardo agli incontri con Infantino nel 2016 e nel 2017. Aveva pertanto ordinato che lo stipendio del procuratore venga ridotto dell'8% per un anno. Contro questa decisione Michael Lauber si è appellato al TAF.

I rimproveri dell'AS-MPC sono pieni di «congetture, speculazioni e un costante disinteresse per tutti i fatti reali e le circostanze attenuanti», accusa Lauber, secondo quanto citato dai giornali. Chiede quindi che le sanzioni contro di lui siano revocate.

Il TAF dovrebbe pronunciarsi sul suo ricorso nei prossimi mesi. Lauber, dal canto suo, sarà ascoltato mercoledì dalla Commissione giudiziaria del Parlamento. La sua audizione sarà decisiva per l'avvio o meno di un procedimento di revoca nei suoi confronti.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
«Un'altra sberla al turismo»
Svizzera Turismo commenta la decisione della Germania.
BERNA
2 ore
«Abbiamo ancora 4 settimane per evitare di chiudere tutto»
Alain Berset e Lukas Engelberger spiegano i prossimi passi per contrastare l'epidemia di coronavirus
SVIZZERA
4 ore
Numeri raddoppiati in una settimana
Tra il 12 e il 18 ottobre sono state annunciate 19'478 nuove infezioni. La settimana prima erano 8749.
SVIZZERA
5 ore
Un bollettino giornaliero simile a quello di ieri
Nel nostro Paese sono stati effettuati 26'537 tamponi in un giorno. Il 19,8% ha dato esito positivo.
SVIZZERA
5 ore
Qual è l'impatto del virus sul personale sanitario?
Amnesty International chieda che venga effettuata un indagine. Nel mondo 7'000 professionisti hanno pagato con la salute
SVIZZERA
6 ore
Quasi il 20% degli occupati lascia il proprio impiego
I dati raccolti tra il 2018 e il 2019 mostrano che sono soprattutto i giovani a cambiare lavoro
GERMANIA / SVIZZERA
6 ore
La Germania mette l'intera Svizzera sulla "lista nera"
Anche l'Austria, la Polonia e l'Irlanda sono diventate zone a rischio, secondo il Robert Koch Institut
SVIZZERA / STATI UNITI
7 ore
Una terapia orale per curare (e prevenire) il Covid
La cura (AT-527) è attualmente in fase 2 di sviluppo. La fase 3 dei trial inizierà nel primo trimestre 2021
SVIZZERA
8 ore
Sika: in calo le vendite e la redditività
L'utile netto ha però superato le previsioni degli analisti
SVIZZERA
8 ore
Coronavirus: prolungato l'obbligo di servizio in protezione civile
I militi dovranno prestare servizio per 14 anni, invece che 12, per avere personale sufficiente a combattere la pandemia
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile