Deposit - foto d'archivio
GINEVRA
30.04.20 - 08:070

Bimbi che sviluppano una malattia rara, forse è colpa del Covid-19

Un bambino risultato positivo al coronavirus, ha sviluppato sintomi simili alla Malattia di Kawasaki.

La percentuale è molto bassa (meno dell'1%), ma la comunità scientifica è al lavoro.

GINEVRA - Tre bambini sono stati presi a carico dall'Ospedale universitario di Ginevra (HUG) dopo aver sviluppato una malattia infiammatoria rara che colpisce le piccole arterie. Uno solo di loro era risultato positivo al coronavirus.

Ieri il delegato per il Covid-19 dell'Ufficio federale della sanità pubblica Daniel Koch ha detto che si tratta di un fenomeno di reazione immunitaria dopo un'infezione al coronavirus. «Il virus scatena una tempesta infiammatoria che è una reazione eccessiva del sistema immunitario», ha precisato ai media il medico cantonale ginevrino Jacques-André Romand.

Il primo caso constatato all'Ospedale universitario di Ginevra risale al 2 aprile, ha comunicato il portavoce del Dipartimento cantonale della sicurezza dell'impiego e della sanità (DSES), confermando un'informazione di Le Matin e 20 minutes e precisando che non vi sarebbero al momento altri casi in Svizzera. Nel cantone sono stati testati positivi al Covid-19 una cinquantina di bambini.

L'allerta era stata lanciata dalle autorità sanitarie britanniche per l'aumento del numero di bambini che presentano sintomi somiglianti alla Malattia di Kawasaki, una sindrome vascolare che colpisce i giovanissimi e le cui cause non sono note. Ma alcuni casi sono stati riportati anche in Italia, in Spagna, in Svizzera e in Francia: «Ho ricevuto un'allerta da Parigi - ha informato nei giorni scorsi il ministro della Salute francese, Olivier Véran -, ci sono una quindicina di bambini di diverse età malati a Parigi. Hanno sintomi di febbre, problemi digestivi e un'infiammazione vascolare piuttosto generalizzata che può provocare problemi cardiaci».

I medici del dipartimento Pediatria dell'Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo hanno scoperto un legame tra il virus SarsCov2 e la malattia di Kawasaki. In un mese hanno registrato un numero di casi pari a quelli degli ultimi 3 anni. L'allarme è stato lanciato all'interno della comunità scientifica e fra i pediatri di famiglia. Ora lo studio è in fase di sottomissione a un'autorevole rivista internazionale. Gli esperti precisano che solo una piccola minoranza di bambini infettati da SarsCov2 sviluppa la Malattia di Kawasaki, meno dell'1%. Nonostante ciò, avvertono, «in previsione delle riaperture, è importante tenere presente tutte le conseguenze che questo virus insidioso può causare, sia nella fascia di età adulta che in quella pediatrica».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ARGOVIA
1 ora
Strage di Rupperswil, poliziotto nei guai
Un agente condannato per avere trasmesso informazioni confidenziali ai famigliari delle vittime
SVIZZERA
1 ora
Covid, 105 contagi in Svizzera
Positivi al test in frenata domenica. Nessun decesso. I numeri dell'Ufficio federale della salute pubblica
BASILEA
2 ore
Parla l'anziana che ha ucciso Ilias: «Ero disperata»
In aula anche i genitori del bambino. La donna: «Mi pento ogni giorno di quello che ho fatto»
SVIZZERA
3 ore
Gli insegnanti chiedono garanzie
I docenti svizzero-tedeschi e romandi lanciano un appello alle autorità
SVIZZERA
3 ore
«Nessuna ondata di licenziamenti»
Il dirigente della Seco Boris Zürcher è ottimista. «Molte aziende hanno superato bene la crisi»
CANTONE / SVIZZERA
3 ore
Misure efficaci: non c'è stata "l'ondata" di fallimenti
Le cifre del KOF indicano un calo del 21% rispetto allo stesso periodo del 2019. In Ticino i casi si sono dimezzati
SVIZZERA / REGNO UNITO
4 ore
Le grandi aziende svizzere hanno perso 15 miliardi di capitalizzazione
Nel confronto internazionale, però, le aziende rossocrociate se la cavano abbastanza bene
SVIZZERA
4 ore
«Non isoliamo gli anziani a causa del coronavirus»
Un divieto di visita «non è accettabile», secondo il presidente della Società professionale svizzera di geriatria
SVIZZERA
4 ore
Il virus resta nei pensieri di Koch: «Ora temo l'inverno»
Per Daniel Koch le persone si faranno testare meno pensando a una semplice influenza stagionale.
BERNA
4 ore
Un flash mob alla settimana contro la mascherina
L'invito a una protesta sui tram di Berna sta girando sui social. La polizia sta in guardia
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile