Ti Press (archivio)
I fatti risalgono al mese di agosto del 2017.
BERNA
07.08.19 - 15:130

Attacco hooligan al treno speciale, la polizia pubblicherà le foto

Sei persone sono già state denunciate. Le immagini delle altre, non ancora identificate, saranno rese pubbliche mercoledì prossimo

BERNA - Prime conseguenze per l'attacco a un treno speciale di tifosi dello Young Boys da parte di presunti hooligan del FC Zurigo nell'agosto 2017. La polizia cantonale bernese ha denunciato sei persone alla magistratura ed entro il prossimo mercoledì pubblicherà in internet le immagini, sfocate o a volto coperto, di altri esagitati coinvolti nei fatti e non ancora identificati.

Se anche questa misura non dovesse sortire alcun effetto, a partire dal prossimo 21 agosto le foto verranno pubblicate senza alcuna censura, avvertono in una nota odierna congiunta la polizia cantonale e la Procura regionale dell'Emmental-Oberaargau. Se le persone indagate verranno segnalate o identificate prima di questo termine, le loro immagini non saranno diffuse su internet.

L'attacco al convoglio speciale per i fan dell'YB - in viaggio verso Zurigo per una partita in trasferta del campionato di Super League - era avvenuto sabato 19 agosto 2017, poco prima delle 17.00, durante una sosta prevista alla stazione di Herzogenbuchsee (BE). Un dipendente delle FFS, rimasto ferito, era finito all'ospedale per accertamenti mentre i danni materiali al treno ammontavano a diverse miglia di franchi.

All'arrivo della polizia, tuttavia, il convoglio dei tifosi bernesi era già ripartito, così come gli aggressori. Questi ultimi avevano in seguito preso l'autostrada A1 in direzione di Zurigo, fermandosi all'area di servizio di Kölliken Sud (AG).

Le autorità bernesi, in collaborazione con la polizia della città di Zurigo, hanno identificato sei uomini di età compresa tra i 22 e i 28 anni. Essi sono stati denunciati per diverse infrazioni del codice penale, della legge sulle ferrovie e sul trasporto di viaggiatori. Nei confronti dei sei hooligan sono stati emanati divieti di accedere a un'area ai sensi delle misure contro la violenza in occasione di manifestazioni sportive.

La minaccia di pubblicazione non è una prima per la magistratura bernese. Lo scorso febbraio sono state diffuse in internet le foto di otto tifosi della squadra di calcio dello Young Boys, sospettati di aver fatto uso di oggetti pirotecnici durante i festeggiamenti per il titolo di campione svizzero avvenuti allo Stade de Suisse e in città il 20 maggio 2018.

Nel 2013 le autorità erano inoltre riuscite a identificare diverse persone che avevano commesso atti di vandalismo in occasione di una manifestazione denominata "Tanz dich frei" ("Liberati ballando") contro la limitazione della vita notturna.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
La disoccupazione di lunga durata raddoppierà nel 2021
Secondo un esperto del mercato del lavoro a incidere negativamente sarà la crisi del coronavirus
BERNA
2 ore
Con il coronavirus è crollata la vendita di vino
Il motivo? I ridotti contatti sociali spingono a consumare meno alcool
ZURIGO
2 ore
Addio al sogno di una casa propria per i prezzi alle stelle
Le differenze tra 20 anni fa e oggi: ora ci si può permettere la metà dello spazio
BERNA
3 ore
L'Onu critica il progetto svizzero contro il terrorismo
La questione è se una detenzione preventiva sia conforme alla Convenzione europea dei diritti dell'uomo
BERNA
5 ore
Berna assicura: i caccia costeranno meno del previsto
Armasuisse stima spese più basse anche di 6 miliardi rispetto a quanto calcolato dagli oppositori.
BERNA
6 ore
Coronavirus: l'effetto delle misure di contenimento fase per fase
Il Poli di Losanna ha studiato ciò che ha funzionato finora. Incognite sull'effetto della riapertura dei commerci.
BERNA
7 ore
Coronavirus: +17 casi in Svizzera
Non si registra alcun nuovo decesso legato al Covid-19.
BERNA
8 ore
Swisscom: «Ci saranno sempre dei guasti»
Il ceo sottolinea che ogni intervento sulla rete è come un cambio di ruote in corsa: «C'è sempre un rischio».
ARGOVIA
9 ore
Morta a 13 anni per cyber bullismo: la battaglia si fa politica
I genitori di Céline gettano la spugna a livello giuridico. Pronta però un'iniziativa parlamentare.
RUSSIA / SVIZZERA
10 ore
Navalny punta il dito contro la Svizzera
Nel mirino dell'oppositore russo sono gli stretti contatti con gli omologhi di Mosca. Sospetti anche su Michael Lauber.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile