tipress (archivio)
Entrambi i coniugi dovranno essere espulsi dopo aver scontato la pena
BERNA
26.04.19 - 17:570

Picchiava la figlia 8 anni, poi morta. Condannato

Il 40enne dovrà scontare tre anni e mezzo di carcere

BERNA - Il Tribunale regionale di Berna-Mittelland ha condannato oggi a tre anni e mezzo di carcere un 40enne eritreo per aver inflitto ripetuti maltrattamenti alla figlia di otto anni, che era poi morta in ospedale. Alla moglie 33enne, pure eritrea, sono stati inflitti 26 mesi, di cui 10 da scontare. Entrambi dovranno essere in seguito espulsi.

L'uomo è stato condannato per lesioni gravi e ripetuta coazione, come anche la moglie, rea di non essere intervenuta per metter fine alle torture. Poiché ha già scontato la pena in detenzione preventiva, la donna sarà rilasciata. Il pubblico ministero aveva chiesto rispettivamente quattro anni e 28 mesi, mentre la difesa auspicava per entrambi pene con la condizionale.

I maltrattamenti erano avvenuti tra il novembre 2017 e il febbraio 2018 a Bümpliz, quartiere popolare alla periferia occidentale di Berna, dove la famiglia abitava. Il padre batteva la figlia praticamente ogni giorno, a volte a schiaffi, a volte a pugni o con una cinghia per costringerla a mangiare e bere di più. A volte lo faceva fino a farla vomitare. Inoltre la obbligava ad estenuanti esercizi di ginnastica. Se non ubbidiva erano botte.

Il 15 febbraio 2018 la bambina è morta all'Inselspital, nella città federale, dove era stata ricoverata per una infezione. È stato lì che i sanitari hanno notato gli ematomi di cui il corpo della piccola era coperto. I genitori sono stati denunciati. Un rapporto tra il decesso e i maltrattamenti non ha però potuto essere provato, ragione per cui non c'è stato processo per omicidio.

Il padre era fuggito dall'Eritrea già nel 2014 ed era stato raggiunto a Berna da moglie e figlia nell'autunno 2017. In aula non ha negato di aver picchiato la bambina. Quale motivo ha sostenuto che questa mangiava troppo poco, a volte soltanto un cucchiaio di cibo, «Non potevo accettarlo», ha dichiarato ai giudici. La donna ha giustificato la sua passività dicendo di avere paura del marito, che l'avrebbe picchiata a sua volta in una occasione in cui aveva osato intervenire.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
8 ore
Dramma sulle piste, grave una bimba: «Bisogna adeguare sempre la velocità»
L'incidente avvenuto sabato ad Arosa riapre il dibattito sui baby-sciatori travolti dagli adulti, l'esperto: «Divieti e limiti non servono»
BASILEA CITTÀ
9 ore
L'identikit del serial-killer svizzero: uomo, adulto, incensurato e sposato
Lo hanno stilato degli esperti basilesi che hanno preso in considerazione 33 assassini plurimi, e i risultati sono davvero sorprendenti
URI
13 ore
Colpo di sonno sull’A2, si ribalta con il furgoncino
Illeso il conducente ma i danni sono notevoli: circa 20mila franchi
SVIZZERA
14 ore
L'onda verde non travolge gli Stati
I ballottaggi di oggi - con la sola eccezione del Ticino - si sono svolti all'insegna della stabilità
SVIZZERA
19 ore
L'ex ceo della Posta Susanne Ruoff è passata ad Ascom
Sarà membro esterno di un gruppo di lavoro incaricato di accelerare la trasformazione del gruppo tecnologico zughese
GRIGIONI
19 ore
Nei Grigioni toccato il record: 71 cm a Müstair
Bisogna andare indietro fino al novembre del 1959 quando la nevicata di novembre si fermò a 65 centimetri
GRIGIONI
22 ore
Scontro sugli sci, grave una bambina di cinque anni
L'incidente è avvenuto sulle piste di Arosa e ha coinvolto anche un 57enne
SVIZZERA
22 ore
«Voglio restare agli affari esteri altri 10 anni»
Un cambio di dipartimento non è nei pensieri di Ignazio Cassis, ma nemmeno (a suo dire) in seno all'esecutivo federale. Ma il fatto di essere ticinese lo sfavorisce
SVIZZERA
1 gior
Raiffeisen, nuove strutture per voltare pagina
Le singole banche potranno fare sentire maggiormente la loro voce presso la sede centrale. Ogni banca disporrà di un voto nelle future assemblee generali
VAUD
1 gior
In Romandia arriva il “tutor” e il web s’infiamma
La polizia ha annunciato la messa in servizio di un radar che controlla la velocità su una porzione della semi-autostrada tra Orbe e Vallorbe (VD)
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile