Keystone (archivio)
NEUCHÂTEL / VALLESE
04.03.19 - 15:350

Decreti d'accusa per una cinquantina di hooligan del Sion

Sono stati emessi dalla Procura di Neuchâtel a causa delle violenze avvenute il 7 ottobre 2018 a margine dell'incontro di Super League fra neocastellani e vallesani

NEUCHÂTEL - Una cinquantina di decreti d'accusa sono stati emessi dalla procura di Neuchâtel nei confronti di hooligan del FC Sion a causa delle violenze avvenute il 7 ottobre 2018 a margine dell'incontro di Super League tra il Neuchâtel Xamax e il club vallesano.

Lo scorso 21 febbraio, il Ministero pubblico ha pronunciato 52 decreti d'accusa nei confronti dei tifosi violenti, principalmente per sommossa. Le sanzioni variano da pene pecuniarie - fra 90 e 130 aliquote giornaliere - a semplici multe, indicano in una nota odierna congiunta la procura e la polizia cantonale di Neuchâtel.

In funzione del reddito, le sanzioni possono ammontare fino a 10'000 franchi, viene sottolineato nel comunicato. Tra gli autori delle violenze, anche alcune persone recidive e ben conosciute nella scena hooligan.

Una parte dei supporter del Sion - circa 200 su un totale di 800 - si erano riuniti per cercare lo scontro con i tifosi locali del Neuchâtel Xamax. L'imponente dispositivo della polizia ha però evitato il contatto fra le due tifoserie. Gli hooligan vallesani hanno così iniziato a provocare le forze dell'ordine e ad aggredire alcuni passanti. La polizia è intervenuta con proiettili di gomma per sedare gli animi e disperdere i tifosi violenti.

Dopo un lungo lavoro d'inchiesta, viene sottolineato nel comunicato, la polizia cantonale neocastellana - in collaborazione con gli omologhi vallesani - ha identificato tramite alcuni video gli autori delle violenze.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
51 min
Licenziati cinque militari no-vax
Facevano parte del Comando forze speciali e senza vaccino non avrebbero potuto effettuare missioni all'estero.
FOTO
ARGOVIA
1 ora
Con il 2.6 per mille combina un disastro
Ieri sera a Mellingen, una 37enne si è messa alla guida della sua automobile completamente ubriaca. Pessima idea.
SVIZZERA
2 ore
La selezione dei pazienti? «È eticamente devastante»
Con le terapie intensive che si riempiono presto i medici dovranno di nuovo effettuare il tanto temuto "triage".
SVIZZERA
5 ore
L'industria degli eventi si prepara alle restrizioni
La regola delle 2G piace alle discoteche. A Zurigo un concerto punk-rock aggiunge il requisito del test antigenico
ZURIGO
13 ore
Quanto è pericolosa Omicron?
Potrebbe essere peggiore della già temibile delta. La parola agli esperti
SVIZZERA
19 ore
Omicron, chiudono i voli diretti con l'Africa australe
La decisione comunicata in serata, dopo l'emergenza della nuova variante, è valida a partire dalle ore 20 di oggi.
BERNA
19 ore
Dopo Pfizer anche Moderna mette il booster
Intanto l'Ufsp raccomanda la dose di richiamo per tutti. La spiegazione: «Migliora la protezione e frena la diffusione»
SVIZZERA/CINA
21 ore
La missione di Cassis non decolla
Il consigliere federale ticinese dovrà tornare in patria a seguito del guasto all'aereo. «Cercheremo una nuova data»
SVIZZERA
21 ore
Vaccino ed effetti collaterali: in Svizzera 10'386 casi
Il 65% delle notifiche è stato classificato come non serio. I preparati impiegati nel nostro paese restano sicuri
SVIZZERA
22 ore
Mascherine, certificati e booster: nuove misure a Berna, Sciaffusa e Uri
Dopo che il Governo federale ha rinunciato a un inasprimento dei provvedimenti, altri Cantoni si sono attivati
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile