Keystone
BERNA
30.12.18 - 10:070
Aggiornamento : 12:30

«L'uomo è andato addosso alla bambina»

Una bimba di quattro anni ha perso la vita sulle nevi di Lenk. Sull'incidente è stata aperta un'inchiesta per determinare le responsabilità dell'uomo che si è scontrato con lei

9 mesi fa Scontro fatale sugli sci per una bambina

LENK - Venerdì sera una bambina di quattro anni residente nel Canton Berna è deceduta a causa delle gravi ferite subite il giorno prima, quando uno sciatore si è scontrato con lei nella località sciistica di Lenk (BE).

Nicolas Vauclair, direttore generale di Lenk Bergbahnen, è profondamente colpito: «In quanto padre di bambini della stessa età, il mio pensiero va in primo luogo alla famiglia della piccola». È alla sua dodicesima stagione invernale, ma non ha mai visto un incidente così grave.

«Ha capito subito che era grave» - Secondo Nicolas Vauclair, la collisione si è verificata poco prima delle 14.15, circa 200 metri sopra la stazione intermedia di Metsch. Stando al rapporto stilato, un pattugliatore si è immediatamente recato sul posto. Nel frattempo, un altro dipendente della stazione passava casualmente nella zona dell'incidente con la slitta di soccorso. «Dalla respirazione e dalle condizioni generali della bimba, ha immediatamente riconosciuto la gravità della situazione e ha chiamato l'elicottero di soccorso della Air Glacier».

Questo è arrivato alle 14.30. La madre della piccola è andata all'ospedale con lei. Gli altri membri della famiglia, che si trovavano anch'essi sulle piste, sono stati presi a carico e accompagnati nella loro casa di vacanza.

Causa dell'incidente al vaglio - Secondo alcuni testimoni oculari, sarebbe stato l'uomo ad andare addosso alla bambina, ferendola mortalmente, spiega Nicolas Vauclair. «La polizia e il Ministero pubblico dovranno ora determinare la velocità con cui stava sciando. La persona responsabile dell'incidente era in evidente stato di shock». I dipendenti della stazione sciistica bernese si sono presi cura di lui e dei testimoni fino all'arrivo della polizia.

Conseguenze giudiziarie - Resta da vedere se quanto accaduto avrà conseguenze giudiziarie, come è avvenuto per altri incidenti sciistici. Nel marzo del 2017, ad esempio, un ragazzo di 16 anni si era scontrato a Mosses (VD) con una ragazzina di sei anni, morta a causa dell'incidente. L'estate scorsa, il Tribunale dei minorenni di Berna ha condannato l'adolescente per omicidio colposo. I giudici hanno ritenuto che stesse sciando troppo velocemente.

Tra il 2000 e il 2017, 109 sciatori hanno perso la vita sulle piste svizzere, tra cui sei bambini sotto i 10 anni. Nello stesso periodo, 13 snowboarder sono rimasti uccisi in incidenti, secondo un'analisi del servizio di consulenza svizzera sulla prevenzione degli infortuni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
5 min

Pittori e gessatori firmano per condizioni migliori

Attualmente sono in corso le trattative in vista del rinnovo del contratto collettivo di lavoro

SVIZZERA
11 min

Nuove crepe sugli F/A-18

"L'inconveniente" è stato riscontrato in quindici cerniere degli undici dei 30 caccia finora esaminati. Tuttavia, gli aerei sono sempre disponibili per il servizio di polizia aerea

FOTO
SAN GALLO
2 ore

Basta un solo attimo sulla strada e la Corvette non c'è più

L’uomo al volante ha riportato lievi ferite, mentre per la passeggera è intervenuta la Rega. I pompieri hanno dovuto liberarli dalle lamiere

GERMANIA/SVIZZERA
17 ore

In macchina con i nonni, muore bimbo svizzero di 9 anni

La loro macchina è stata violentemente tamponata mentre viaggiavano in autostrada a sud di Monaco di Baviera

SAN GALLO / TURGOVIA
22 ore

8 colpi e 800'000 franchi di bottino, catturato l'uomo mascherato

Davanti alla procura il 26enne ha confessato di essere l'artefice delle varie rapine compiute ai danni di banche e distributori di benzina nella Svizzera orientale negli ultimi anni

SVIZZERA
22 ore

Roger e Xenia non hanno fatto pubblicità occulta

La Commissione svizzera per la lealtà ha risposto al reclamo presentato dall'associazione svizzero-tedesca di protezione dei consumatori

FOTO
ZURIGO
23 ore

Esperimenti sui cani, l'Uni si difende: «Non sapevamo nulla»

La ZHAW di Zurigo dichiara di non essere a conoscenza dei test effettuati in un laboratorio tedesco che agiva su mandato di un'azienda farmaceutica che collaborava con la scuola: «Test inaccettabili»

SVIZZERA
23 ore

Quasi 40'000 firme contro il 5G

Una petizione che chiede una moratoria sullo sviluppo della tecnologia mobile è stata depositata oggi presso il Dipartimento federale delle comunicazioni

SVIZZERA
1 gior

Deal o No-Deal: la Svizzera è preparata alla Brexit

Cinque accordi sono stati elaborati con il Regno Unito che verrebbero applicati a partire dal momento in cui le intese bilaterali tra Berna e Londra non saranno più valide

SAN GALLO
1 gior

Quella fattoria è fuori dal mondo, anche per la Posta

Nell'estate 2016, il gigante giallo aveva informato un contadino che non gli avrebbe più consegnato pacchi e lettere al domicilio. L'uomo ha fatto ricorso, invano.

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile