Keystone
BERNA
30.12.18 - 10:070
Aggiornamento : 12:30

«L'uomo è andato addosso alla bambina»

Una bimba di quattro anni ha perso la vita sulle nevi di Lenk. Sull'incidente è stata aperta un'inchiesta per determinare le responsabilità dell'uomo che si è scontrato con lei

5 mesi fa Scontro fatale sugli sci per una bambina

LENK - Venerdì sera una bambina di quattro anni residente nel Canton Berna è deceduta a causa delle gravi ferite subite il giorno prima, quando uno sciatore si è scontrato con lei nella località sciistica di Lenk (BE).

Nicolas Vauclair, direttore generale di Lenk Bergbahnen, è profondamente colpito: «In quanto padre di bambini della stessa età, il mio pensiero va in primo luogo alla famiglia della piccola». È alla sua dodicesima stagione invernale, ma non ha mai visto un incidente così grave.

«Ha capito subito che era grave» - Secondo Nicolas Vauclair, la collisione si è verificata poco prima delle 14.15, circa 200 metri sopra la stazione intermedia di Metsch. Stando al rapporto stilato, un pattugliatore si è immediatamente recato sul posto. Nel frattempo, un altro dipendente della stazione passava casualmente nella zona dell'incidente con la slitta di soccorso. «Dalla respirazione e dalle condizioni generali della bimba, ha immediatamente riconosciuto la gravità della situazione e ha chiamato l'elicottero di soccorso della Air Glacier».

Questo è arrivato alle 14.30. La madre della piccola è andata all'ospedale con lei. Gli altri membri della famiglia, che si trovavano anch'essi sulle piste, sono stati presi a carico e accompagnati nella loro casa di vacanza.

Causa dell'incidente al vaglio - Secondo alcuni testimoni oculari, sarebbe stato l'uomo ad andare addosso alla bambina, ferendola mortalmente, spiega Nicolas Vauclair. «La polizia e il Ministero pubblico dovranno ora determinare la velocità con cui stava sciando. La persona responsabile dell'incidente era in evidente stato di shock». I dipendenti della stazione sciistica bernese si sono presi cura di lui e dei testimoni fino all'arrivo della polizia.

Conseguenze giudiziarie - Resta da vedere se quanto accaduto avrà conseguenze giudiziarie, come è avvenuto per altri incidenti sciistici. Nel marzo del 2017, ad esempio, un ragazzo di 16 anni si era scontrato a Mosses (VD) con una ragazzina di sei anni, morta a causa dell'incidente. L'estate scorsa, il Tribunale dei minorenni di Berna ha condannato l'adolescente per omicidio colposo. I giudici hanno ritenuto che stesse sciando troppo velocemente.

Tra il 2000 e il 2017, 109 sciatori hanno perso la vita sulle piste svizzere, tra cui sei bambini sotto i 10 anni. Nello stesso periodo, 13 snowboarder sono rimasti uccisi in incidenti, secondo un'analisi del servizio di consulenza svizzera sulla prevenzione degli infortuni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO E VIDEO
SVIZZERA / FRANCIA
5 ore

Un graffito sull'erba da 1'200 litri di vernice (bio) ai piedi della Torre Eiffel

Lo ha realizzato il friborghese Saype con un progetto dedicato ai migranti che è piaciuto molto: «A Parigi nessuno ha mai fatto niente del genere»

BASILEA CITTÀ
7 ore

Un aereo può schiantarsi a causa di forti turbolenze?

Sul volo Pristina-Basilea diversi passeggeri hanno temuto per la propria vita. Alcuni sono persino finiti in ospedale. Ma quanto sono pericolose davvero le turbolenze?

BASILEA
11 ore

«La cintura si è rotta e sono finito in ospedale»

Fra i 121 passeggeri del turbolento volo Pristina-Basilea c'era anche Idriz Brahimj, che ha sbattuto la testa contro il soffitto rimediando una commozione cerebrale

SVIZZERA
12 ore

C'è grande preoccupazione per le pensioni

Uno studio dell'Associazione svizzera d'Assicurazioni mostra che quasi tre quarti della popolazione svizzera è convinta che il livello delle pensioni scenderà

SVIZZERA
14 ore

Ritirato il recipiente di vetro del BÉABA Babycook Néo

A causa di un difetto di produzione, il recipiente può rompersi e rivelarsi pericoloso

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report