FRIBURGO
11.05.17 - 11:120
Aggiornamento : 12:07

Il Governo non abbatterà il lupo

Non vi sono le condizioni per uccidere l'animale, avvistato più volte tra Bulle e Charmey

FRIBURGO - Un lupo è stato avvistato più volte, questo inverno, presso il centro abitato di Charmey e nel centro di Bulle. Il Governo friburghese, tuttavia, si rifiuta di abbattere l'animale, come riferisce "La Liberté". Il motivo? Non sono soddisfatte le condizioni per consentire l'autorizzazione a sparare.

Un "intervento regolatore", infatti, può essere autorizzato solo se il predatore è parte di un branco che «si è riprodotto con successo nell'anno in corso e nel luogo in cui si intendere dare il via all'abbattimento», ha spiegato il Consiglio di Stato in risposta ad una domanda del deputato UDC Nicolas Kolly.

Un permesso può essere rilasciato anche se il predatore rappresenta «una seria minaccia» per la popolazione. Vale a dire, quando «di propria iniziativa, i lupi che vivono in branco si avvicinano regolarmente a centri abitati o diventano aggressivi nei confronti dell'uomo». Tutti casi che non riguardano il lupo in questione.

Una decisione, questa, che a Nicolas Kolly non va giù: «Non ho paura, ma è vero che Vallese e Uri sono stati colpiti dai lupi riportando grossi danni. Sono state uccise molte pecore e altro bestiame. Temo che ciò possa accadere anche a Friburgo», spiega alla RTS.

Attualmente, le autorità non sanno dove il lupo si trovi e precisano che nessun branco è recensito sul territorio cantonale. Tuttavia, il governo ha ricordato che un maschio e una femmina sono stati avvistati insieme dall'estate del 2016.

Secondo la RTS tre lupi vivono attualmente nel territorio di Friburgo. Ma gli agricoltori sono stati finora risparmiati.

TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
43 min

Bombardier in ritardo, le FFS noleggiano dalla Südostbahn

Attualmente sono in servizio 15 dei 62 treni a due piani ordinati per un costo globale di tre miliardi di franchi

TURGOVIA
1 ora

Gatti morti nel freezer, ora la donna ha quattro conigli

A fine marzo la macabra scoperta a Müllheim. Ma un divieto di detenere animali non è ancora stato emesso. Lei si difende: «Sono di mia sorella»

SVIZZERA
1 ora

Chiude Monsanto, 50 posti di lavoro a rischio a Morges

I dipendenti, ha spiegato il portavoce di Bayer che rileva la società, «saranno consultati e si cercheranno soluzioni per ognuno»

SVIZZERA
2 ore

Lascia il vicepresidente del TCS

Thierry Burkart ha annunciato l’intenzione di rinunciare al suo incarico per la primavera 2020. «Il TCS si rammarica per questa decisione»

BASILEA CITTÀ
3 ore

Ubriachi in monopattino, finiscono fra due tram

I due uomini, con un tasso superiore all'1 per mille, hanno avuto fortuna e non sono finiti sotto le rotaie. Bloccato il traffico per circa mezz'ora

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report