lettore 20minuten
ZURIGO
17.07.16 - 20:580
Aggiornamento : 18.07.16 - 08:24

Donna bloccata nella lavanderia dal suo vicino di casa

La polizia è dovuta intervenire, sabato a Kloten, per una disputa tra vicini. Il motivo della lite? Il bucato dopo le 22

KLOTEN - Le lavanderie comuni sono spesso fonte di controversie tra vicini di casa. Ma pochi litigi degenerano fino al punto da dover fare intervenire la polizia. Come, invece, è successo sabato sera a Kloten (ZH).

Secondo diverse persone, riferisce "20 Minuten", tutto è nato dalla volontà di uno dei condomini di fare il bucato dopo le 22. Cosa, questa, che ha indispettito il suo vicino di casa. Quest'ultimo, con l’intenzione di farsi giustizia, ha così deciso di chiudere a chiave la porta della lavanderia.

“Ho sentito le grida disperate della donna. E vivo dall'altra parte della strada”, racconta un testimone. Questi, assieme ad altri vicini, ha quindi voluto accorrere in aiuto della donna: ”Abbiamo dovuto sfondare la porta per farla uscire. Ma una volta fuori, ha preso una scopa e ha cercato di sfondare la porta del vicino che l'aveva chiusa a chiave". Risultato: !la porta è rimasta intatta, la scopa no”.

La donna ha finito per chiamare la polizia perché l'uomo ha rifiutato di aprirle. Sul posto sono arrivati ben sei agenti. “Due hanno parlato con la donna, altri due con l’uomo, mentre e gli ultimi due sono rimasti nella tromba delle scale"

Contattata, la polizia cantonale di Zurigo conferma la disputa e l’intervento. "Si è parlato di insulti e danni alle cose”, ha riferito la portavoce Cornelia Schuoler. Ma questo contraddice la versione dei testimoni . Secondo la polizia che nessuno è stato trattenuto contro la sua volontà.

Secondo gli intervistati, la situazione si è risolta dopo due ore e mezzo, e la donna è tornata al suo bucato, come se nulla fosse accaduto.

TOP NEWS Svizzera
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile