VAUD
12.05.16 - 18:120
Aggiornamento : 18:30

I legali di Claude D. ricorrono: «Fu omicidio, non assassinio»

Gli avvocati difensori ritengono ingiusta la condanna all'uomo che tre anni fa uccise Marie. «La pena dovrebbe ammontare a 20 anni di prigione e non all'ergastolo»

LOSANNA - Ora è ufficiale. I difensori di Claude D. hanno depositato una richiesta d'appello. Ritengono che l'uomo che ha ucciso la 19enne Marie nel maggio 2013 vicino a Payerne (VD) abbia commesso un omicidio intenzionale, non un assassinio. A loro avviso, la condanna dovrebbe essere al massimo di 20 anni di prigione e non all'ergastolo. Contestano pure l'internamento a vita inflitto al loro assistito.

Dopo aver annunciato di voler far appello contro la sentenza emessa il 24 marzo scorso dal Tribunale della Broye a Renens (VD), i legali di Claude D. hanno dovuto attendere le motivazioni dei giudici prima di poter presentare il proprio ricorso a fine aprile, hanno indicato oggi gli avvocati Loïc Parein e Yaël Hayat. La loro argomentazione si base su tre assi principali: la definizione di "assassinio", la durata della pena e l'internamento a vita.

Non è un predatore - "Secondo noi, Claude D. ha commesso un omicidio e non un assassinio. Il passaggio all'atto si iscrive in un contesto relazionale. Non si tratta di un predatore che avrebbe scelto una vittima a caso", ha spiegato Parein all'ats.

Per questo, a suo avviso, la durata della condanna è da rivedere. Un omicidio deve essere sanzionato con una pena detentiva di 20 anni al massimo. Inoltre, una scemata responsabilità impedisce di infliggere una condanna all'ergastolo, come ha fatto il Tribunale della Broye.

Contro l'internamento a vita - Per gli avvocati, l'aspetto più controverso è costituito dall'internamento a vita pronunciato dalla corte. Secondo Parein, il provvedimento è "incompatibile" con la Convenzione europea dei diritti dell'uomo (CEDU). I tribunale hanno l'obbligo di esaminare questo aspetto, ha dichiarato.

Inoltre, le conclusioni del primo esperto psichiatrico che ha esaminato il caso di Claude D. "sono sprovviste di ogni valore di prova". Questa analisi, che ha raccomandato l'internamento a vita, non ha "alcun fondamento scientifico", ha aggiunto il legale.

Durata limitata - Infine, secondo Parein, il Tribunale della Broye ha considerato a torto che il secondo esperto psichiatrico si era dichiarato in favore dell'internamento a vita. Lo specialista avrebbe invece detto che il suo apprezzamento aveva una validità di 5-10 anni.

Le altre parti hanno ora tempo fino al 23 maggio per pronunciarsi sull'ammissibilità del ricorso. Poi occorrerà attendere l'udienza in appello, per la quale la difesa ha domandato che la corte sia composta di cinque giudici anziché tre. "Si tratta di un'eccezione prevista nel diritto vodese", ha spiegato Parein.

"Serial killer" - Il 24 marzo scorso, durante la lettura della sentenza, il presidente del Tribunale della Broye aveva definito Claude D. un "serial killer" che "non può essere sottoposto a lungo termine a una terapia, perché il rischio di recidiva è estremamente elevato".

Claude D. aveva conosciuto Marie quando stava espiando con un braccialetto elettronico una condanna a 20 anni di reclusione inflittagli per aver ucciso la sua ex compagna a colpi di pistola. Il 13 maggio 2013 costrinse la ragazza a salire sulla sua automobile e la portò in un bosco di Torny-Le-Grand (FR), vicino a Payerne, dove la strangolò. L'uomo venne arrestato il giorno seguente dopo un inseguimento da parte della polizia.

Commenti
 
Ale Schiavo 3 anni fa su fb
ma scusa questo con 20 anni da scontare in carcere se ne andava in giro tranquillo con un braccialetto elettronico?
RV50 3 anni fa su tio
Perché non sbattete in prigione anche gli avvocati che lo difendono.....
TOP NEWS Svizzera
BERNA
8 ore

«Siamo ad un passo dall’acquisizione di UPC»

La prossima settimana gli azionisti di Sunrise decideranno in merito all'acquisto di UPC. Il CEO di Sunrise Olaf Swantee parla del suo stati d'animo e delle contromosse dei suoi avversari

BERNA
12 ore

Da Berna a Palermo con treno e traghetto: «L'aereo non è un'opzione»

Una scelta singolare quella del Municipio della capitale - a maggioranza rosso-verde - che settimana prossima si recherà per una visita di lavoro in Sicilia

GINEVRA
14 ore

Decapitata la sicurezza a Cointrin

Il capo e il suo vice sono stati licenziati con effetto immediato poiché coinvolti in un procedimento penale per corruzione

SVIZZERA
14 ore

Domino's Pizza si ritira dalla Svizzera

Il gruppo è presente nella Confederazione dal 2000; dal settembre 2012 Domino's Pizza Schweiz è filiale della britannica Domino's Pizza Group

ZURIGO / IRLANDA
17 ore

Dublino vuole riavere le ceneri di James Joyce

I resti del famoso scrittore sono custoditi nel cimitero di Fluntern a Zurigo. Ma ora due consiglieri comunali irlandesi hanno presentato una mozione per il loro trasferimento

SVIZZERA / ITALIA
19 ore

Luca Mongelli compie 25 anni, per lui nessuna giustizia

Pare che gli interrogativi sull'aggressione subita nel febbraio 2002 a Veysonnaz (VS) non troveranno mai risposta. Il giovane, oggi 25enne, resterà disabile a vita

BERNA
20 ore

Corruzione, condannato il ginevrino Gunvor

Il commerciante di materie prime non ha adottato tutte le misure per impedire la corruzione di pubblici ufficiali da parte dei suoi dipendenti o dei suoi intermediari

GINEVRA
21 ore

Dopo il cancro, lotta con l'assicurazione per i denti

Berdadette deve fare i conti con gli strascichi della chemioterapia. «Non è estetica, è una questione di dignità per le persone già colpite da gravi malattie»

SVIZZERA
21 ore

Ikea Svizzera: aumentano i ricavi, si punta sull'online

Al termine dell'esercizio 2018/2019 l'azienda ha registrato un fatturato di 1,14 miliardi di franchi, in crescita del 3,7% rispetto all'anno precedente

BERNA
22 ore

Elezioni federali, chi voterete?

Domenica prossima si terranno le elezioni federali. Ha già deciso chi votare e perchè? Partecipa al nostro sondaggio

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile