20 Minuten
ZURIGO
29.04.16 - 11:570
Aggiornamento : 14:52

Angela Magdici è libera

La secondina svizzera che era fuggita con Hassan Kiko è stata rilasciata in quanto secondo le autorità zurighesi non sussiste pericolo di fuga e inquinamento delle prove

ZURIGO - È stata rilasciata la secondina svizzera che lo scorso mese di febbraio era fuggita con un detenuto dalla prigione di Dietikon (ZH). Secondo le autorità zurighesi non sussiste pericolo di fuga e inquinamento delle prove, ma la procura non è d'accordo.

Il Tribunale cantonale zurighese ha deciso ieri sera a sorpresa il rilascio e la 32enne, che si trovava in detenzione preventiva dopo l'estradizione dall'Italia, ha potuto tornare libera oggi. I giudici hanno accolto la richiesta dell'avvocato della donna.

La secondina non ha precedenti e probabilmente verrà condannata con una pena con la condizionale, ha indicato un rappresentante della corte ai giornalisti. Per questo i giudici hanno ritenuto che potesse essere rilasciata.

Il Ministero pubblico è di tutt'altro parere. La decisione è poco comprensibile, ha detto la procuratrice incarica del dossier, Claudia Wiederkehr, all'ats. La fuga in Italia dimostra che esiste un reale rischio che la donna scappi di nuovo.

La secondina è stata arrestata il 25 marzo a Romano di Lombardia (Bergamo) assieme al detenuto siriano con cui era fuggita e di cui si era invaghita. Sui due amanti pendeva un ordine di cattura internazionale, dopo l'evasione nella notte tra l'8 e il 9 febbraio dalla prigione di Dietikon (ZH), dove il siriano scontava una pena a quattro anni di carcere per stupro.

In un video-messaggio pubblicato qualche giorno prima dell'arresto da 20minuten.ch, la donna aveva affermato che la sua è stata una fuga d'amore con "l'uomo della mia vita". Secondo quanto hanno affermato i carabinieri, al momento dell'arresto i due erano in procinto di partire per il Medio Oriente.


 

TOP NEWS Svizzera
SVITTO
5 ore
Auto nel pendio, un morto
Grave incidente ieri pomeriggio a Muotathal. Due feriti e un decesso
SVIZZERA
11 ore
Noto attivista Corona-scettico finisce in cure intense con il virus
Il 66enne François de Siebenthal si è opposto pubblicamente alle disposizioni sanitarie decise dal Governo federale.
FOTO
SVIZZERA
13 ore
«Tutte le persone presenti su quell'aereo devono testarsi»
L'UFSP ha scritto un SMS a tutti i passeggeri del volo atterrato questa mattina a Zurigo e proveniente da Johannesburg.
SVIZZERA
14 ore
Nuove Covid-restrizioni a Neuchâtel e San Gallo
Nel cantone romando scatta l'obbligo di mascherina in musei, cinema e chiese. Fortemente raccomandato il telelavoro.
SVIZZERA
15 ore
Licenziati cinque militari no-vax
Facevano parte del Comando forze speciali e senza vaccino non avrebbero potuto effettuare missioni all'estero.
FOTO
ARGOVIA
16 ore
Con il 2.6 per mille combina un disastro
Ieri sera a Mellingen, una 37enne si è messa alla guida della sua automobile completamente ubriaca. Pessima idea.
SVIZZERA
17 ore
La selezione dei pazienti? «È eticamente devastante»
Con le terapie intensive che si riempiono presto i medici dovranno di nuovo effettuare il tanto temuto "triage".
SVIZZERA
20 ore
L'industria degli eventi si prepara alle restrizioni
La regola delle 2G piace alle discoteche. A Zurigo un concerto punk-rock aggiunge il requisito del test antigenico
ZURIGO
1 gior
Quanto è pericolosa Omicron?
Potrebbe essere peggiore della già temibile delta. La parola agli esperti
SVIZZERA
1 gior
Omicron, chiudono i voli diretti con l'Africa australe
La decisione comunicata in serata, dopo l'emergenza della nuova variante, è valida a partire dalle ore 20 di oggi.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile