Immobili
Veicoli
Deposit
SAN GALLO
19.01.22 - 14:340

Video pedo-pornografici sui profili (hackerati) di Facebook e Instagram

La polizia di San Gallo denuncia diversi casi e avverte: «Anche i proprietari rischiano di subire azioni legali».

Il consiglio delle forze dell'ordine alle vittime è quindi quello di cambiare le loro password ed email e di denunciare il fatto alla più vicina stazione di polizia. «Solo così le autorità possono documentare che le foto e i video sono stati caricati da terzi».

SAN GALLO - Account di Facebook e Instagram hackerati per caricare materiale pedo-pornografico. La polizia del canton San Gallo ha ricevuto diverse denunce in merito e lancia un avvertimento: anche i proprietari degli account violati rischiano un'azione penale.

Lo scorso aprile si è appreso che i dati di 1,6 milioni di utenti svizzeri di Facebook sono stati violati. Da allora, sconosciuti hanno caricato video pedo-pornografici su diversi account hackerati, scrive oggi in una nota la polizia cantonale di San Gallo.

Il gruppo Meta, proprietario di Facebook e Instagram, è in grado di riconoscere gli account violati e di trasmettere i relativi dati alle autorità degli Stati Uniti. Queste ultime a loro volta informano le autorità giudiziarie dei paesi interessati. Di conseguenza, anche persone innocenti possono andare incontro ad azioni giudiziarie.

Cambiare password e sporgere denuncia - La polizia cantonale di San Gallo ha osservato diversi casi del genere. Raccomanda perciò agli utenti di Facebook e Instagram di cambiare le loro password e gli indirizzi e-mail collegati ai loro account.

La polizia consiglia inoltre alle vittime di hackeraggio di sporgere denuncia presso la più vicina stazione di polizia. «Solo così - si legge nella nota - le autorità possono documentare il fatto che la pornografia infantile è stata caricata da terzi e possono anche avviare indagini penali contro i pirati informatici».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 min
Iperattività da record: in aumento la richiesta di farmaci
Cinque anni fa il 50% di persone in meno veniva trattato con Ritali o principi attivi simili
BERNA
2 ore
I biker di Putin che rombano sulle strade svizzere
I Lupi della notte hanno ricevuto un riconoscimento da parte dell'ambasciata russa a Berna per il loro sostegno a Mosca
SVIZZERA
2 ore
Premio alla generosità per il terzo più ricco della Svizzera
Il miliardario 87enne Hansjörg Wyss ha ricevuto oggi il Gallatin Award da parte del consigliere federale Guy Parmelin.
SVIZZERA
6 ore
Nelle cure intense elvetiche ci sono 44 pazienti Covid
In Svizzera nell'ultima settimana sono stati accertati 10'788 casi, 12 decessi e 150 ricoveri
FOTO
GLARONA
7 ore
Il camion si ribalta, ferito un 22enne
Il braccio dell'autogru ha fatto rovesciare il mezzo.
SVIZZERA
9 ore
Gli svizzeri chiedono di tagliare l'imposta sulla benzina
È quanto emerge da un sondaggio rappresentativo di 20 minuti e Tamedia. Un gruppo di lavoro sta cercando soluzioni
SVIZZERA
11 ore
Sempre più svizzeri faticano ad arrivare a fine mese
Caritas chiede aiuti statali più sostanziosi per i nuclei familiari fragili.
SVIZZERA
11 ore
Mountain bike: «Il casco da solo non basta»
In Svizzera, ogni anno, 400 bikers si feriscono gravemente e quattro-cinque persone perdono la vita.
SVIZZERA
13 ore
Criminali espulsi dalla Svizzera? Oltre il 40% resta
Sono molti i rinvii revocati dal Ministero pubblico o dai giudici.
SVIZZERA
15 ore
Uno svizzero su tre non intende donare gli organi
Con la nuova legge sui trapianti, saranno tutti donatori. Il 36% dei cittadini vuole dichiarare di rifiutare l'espianto
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile