Immobili
Veicoli
Keystone
SVIZZERA
13.12.21 - 12:320
Aggiornamento : 15:25

Per i vaccinati niente fila? «Non superiamo la linea rossa»

Secondo alcuni politici lo stato vaccinale dovrebbe diventare un criterio di selezione in caso di emergenza.

Contrario il copresidente del PS Cédric Wermuth, che sostiene che l'attuale situazione non sia da imputare solo ai non vaccinati.

BERNA - Vaccino obbligatorio per gli over 65 e triage in base allo stato vaccinale. È quanto chiede la consigliera nazionale del Centro Ruth Humbel. «Bisogna prendere maggiormente in considerazione vaccinati e guariti, perché è la minoranza dei non vaccinati che sta causando il sovraccarico sanitario». L’idea è che a tutte le persone sopra i 65 anni venga tolta la possibilità di scegliere se vaccinarsi o meno e che i non vaccinati rinuncino alle cure intensive in caso di ricovero ospedaliero legato al virus. 

Non vaccinati come i fumatori? «No» - Un modello, questo, che non dispiace neanche a Martin Baümle, consigliere nazionale dei Verdi liberali. E non ci sarebbe paragone, a suo parere, con i ricoveri di fumatori, atleti ad alto rischio o persone in sovrappeso, perché queste categorie non hanno mai spinto gli ospedali al limite di capacità. «Ora questo limite lo stiamo raggiungendo a causa delle persone che rifiutano di vaccinarsi. E chi invece l’ha fatto deve improvvisamente mettersi in fila in caso di triage». 

Questione di responsabilità - Per Vera Herzog, consigliera nazionale UDC, la vaccinazione dovrebbe essere obbligatoria non solo per gli over 65, ma anche per il personale sanitario. E, riguardo al triage, si dice favorevole a rendere lo stato vaccinale una condizione prioritaria. Questo perché, a detta sua, non è accettabile che una persona vaccinata che si è assunta la sua responsabilità verso la società debba rinunciare a cure vitali a favore di una persona non vaccinata. 

«Non è sostenibile» - In disaccordo l’Accademia svizzera delle scienze mediche (ASSM), che sottolinea che definire «lo stato vaccinale come criterio di triage non è sostenibile». La presa di posizione è arrivata dopo che Oncosuisse, preoccupata per un possibile peggioramento dell’accesso alle cure intense per i malati di cancro, ha chiesto in una lettera aperta la revisione delle linee guida per il triage. 

«Non superiamo la linea rossa» - Anche il copresidente del PS svizzero Cédric Wermuth considera l’idea di dare la precedenza a vaccinati e guariti nel triage «una linea rossa che non deve essere superata in nessuna circostanza». Questo perché, sostiene, le cause dell’attuale situazione sono multiformi e non possono essere attribuite esclusivamente ai non vaccinati: «Stiamo assistendo a un drammatico fallimento della politica: regime di test inadeguato, vaccinazione di richiamo in ritardo, personale infermieristico insufficiente».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
58 min
Vaiolo delle scimmie, c'è il primo caso in Svizzera
Stando all'UFSP è stato riscontrato nel canton Berna, l'allerta non è alta: «Monitoriamo la situazione»
ZURIGO
3 ore
Accoltellamento all'alba, due arresti
In manette un 18enne e un 19enne, uno dei colpiti è in gravi condizioni
BERNA
4 ore
Un altro bancomat fatto brillare nel Giura Bernese
Lo scoppio nel cuore della notte nei pressi di una Coop di Reconviller che oggi rimarrà chiusa
GRIGIONI
5 ore
Il flop della camminata del clima di oggi contro il WEF
Due anni fa erano 1'000 quest'anno una cinquantina scarsa, le motivazioni secondo chi l'ha organizzata
ARGOVIA
8 ore
Schianto fatale contro il portale della galleria
L'incidente è avvenuto la scorsa notte a Küttigen, nel canton Argovia
ZURIGO
20 ore
È salito sulla gru perché «pensava che qualcuno lo volesse uccidere»
La sorella: «Sapevo che a un certo punto la situazione sarebbe degenerata, da tempo chiedevamo un ricovero forzato»
FOTO
ZURIGO
20 ore
Manifestazione non autorizzata, chiusi i ponti della città
Secondo quanto indicato dalla polizia, il corteo si è formato in relazione al Wef di Davos. Una donna in ospedale
SVIZZERA
1 gior
Verso un "calmiere" per i premi
Il Ps chiede un tetto del 10% del reddito familiare. La Commissione sanità del Nazionale propone un controprogetto
ZURIGO
1 gior
Una ciclista si scontra con un tram
La donna è stata trasportata in ospedale in condizioni critiche
SVIZZERA
1 gior
In arrivo il farmaco Paxlovid
La Confederazione ha trovato un accordo con Pfizer per 12'000 confezioni
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile