Immobili
Veicoli
Keystone
Berna
06.12.21 - 19:540

Test gratuiti: sì, ma non tutti

Il Consiglio degli Stati vuole escludere antigenici rapidi per uso personale e sierologici non ordinati dal cantone

BERNA - Test gratuiti, ma non tutti. Lo ha stabilito oggi il Consiglio degli Stati per 33 voti a 12, seguendo solo in parte il desiderio espresso dal Nazionale la settimana scorsa. Il Motivo? Evitare un eccessivo aggravio finanziario per la Confederazione.

Non si tratta solo di fare un passo verso la Camera del popolo, al fine di eliminare il maggior numero di differenze affinché la legge possa entrare in vigore al più presto, bensì di tenere sotto controllo la diffusione del virus, ha spiegato Charles Julliard (Centro/JU) perorando la causa della maggioranza della commissione, pronta a un compromesso, aggiungendo di non voler far "un favore agli anti-vax".

Ruedi Noser (PLR/ZH) ha chiesto invece di seguire la linea meno conciliante del Consiglio federale. Con la soluzione del Nazionale vi è il pericolo che il contribuente debba accollarsi i test PCR per chi vuole viaggiare all'estero oppure concedersi un cocktail al bar, ha messo in guardia il "senatore" zurighese col sostegno del ministro della sanità, Alain Berset.

Al voto, la maggioranza del plenum, seguendo la raccomandazione della sua commissione preparatoria, ha però optato per una via di mezzo che dovrebbe escludere determinati esami, come i test rapidi per uso personale o quelli sierologici non ordinati dal cantone. In questo modo sarebbe possibile ridurre il costo totale di metà, da 1,2-1,8 miliardi stimati con la versione del Nazionale ai 600-900 milioni con la versione degli Stati.

Sempre nel corso del dibattito, il Consiglio degli Stati ha deciso, diversamente dal Nazionale, di non volere la pubblicazione dei contratti con i produttori di vaccini o farmaci anticovid, stimando che gli attuali controlli da parte degli organi parlamentari, come le commissioni della gestione, siano sufficienti.

Pur capendo il desiderio di trasparenza, Alain Berset ha puntualizzato che tali contratti sono spesso accompagnati da una clausola di confidenzialità. Un eccesso di apertura rischia di danneggiare la reputazione del Paese e di distorcere la concorrenza. A beneficiarne sarebbero soprattutto le imprese, stando al consigliere federale friburghese.

La Camera dei cantoni ha ribadito inoltre di non voler accollare al Consiglio federale compiti nell'ambito della pianificazione sanitaria che competono ai cantoni in caso di nuovi picchi pandemici. Una proposta di Marco Chiesa (UDC/TI) di adeguarsi su questo aspetto della legge alla versione del Nazionale è stata respinta per 34 voti a 9.

Nel suo intervento in risposta al presidente dell'UDC, Alain Berset ha spiegato che, seppur comprendendo il motivo della richiesta di un maggior coinvolgimento di Berna, la Confederazione non ha né i mezzi né le competenze per farlo. Non dico che in futuro, a bocce ferme, non si potrà discutere del problema anche per migliorare ciò che non ha funzionato, ma non è possibile cambiare le regole del gioco nel bel mezzo della quinta ondata, ha sottolineato il ministro socialista.

Il dossier ritorna alla Camera del popolo, alla quale rimangono una manciata di divergenze da appianare. Entrambe le camere sono già d'accordo nel prolungare a fine 2022 gli aiuti per i lavoratori e quei settori economici duramente toccati dal coronavirus. L'incertezza circa la situazione attuale sul fronte pandemico, e l'evoluzione della malattia, non lascia altra scelta. Lavoratori e aziende hanno bisogno di sicurezza.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 min
A sorpresa Credit Suisse lascia andare il suo Ceo
António Horta-Osório, Ceo del colosso bancario, era stato recentemente molto criticato per aver violato la quarantena
SONDAGGIO TAMEDIA
1 ora
Dal tabacco ai media: come voterete il 13 febbraio?
Manca meno di un mese al primo appuntamento alle urne del 2022. Partecipate al nostro sondaggio
ZURIGO / QATAR
7 ore
Il boss della FIFA ora vive in Qatar
In attesa dei Mondiali, in novembre, Gianni Infantino si è trasferito nell'emirato da ottobre.
SVIZZERA
8 ore
Quando al rifiuto dell'imbarco segue la violenza
Nel 2021 si sono moltiplicati gli episodi di passeggeri in escandescenza, anche all'aeroporto di Zurigo
SONDAGGIO
SVIZZERA
10 ore
Lavorare quattro giorni alla settimana con lo stesso stipendio
È così in alcune grandi aziende internazionali. Ma alcune piccole imprese elvetiche stanno sperimentando il modello
VAUD
12 ore
Grave incidente sulla A9: un morto e tre feriti
È successo oggi all'altezza di Chardonne, nel Canton Vaud. In un secondo incidente si registra un ulteriore ferito
SVIZZERA
15 ore
Piloti vaccinati a terra, anche se servirebbero in cabina
Swiss resta ferma sull'obbligo di vaccinazione. E cancella i voli in assenza di personale
SVIZZERA
16 ore
«Influenza per i vaccinati? È un affronto»
L'infettivologo ticinese Andreas Cerny mette in guardia sui rischi della nuova strategia federale su Omicron
BERNA / SVEZIA
18 ore
Schianto mortale in Svezia: il camion circolava illegalmente
Il mezzo scontratosi con il minibus che trasportava sette giovani svizzeri appartiene a una ditta che estrae minerali.
SVIZZERA
20 ore
Un registro svizzero degli strascichi
Diversi scienziati invocano uno studio sistematico dei casi di long-Covid. Per capire cosa ci aspetta
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile