Immobili
Veicoli
Screenshot 20Minuten
SVITTO
30.11.21 - 08:150

Ecco perché questo paese si è opposto in massa alla Legge Covid

«Non bisogna dettare agli altri quello che devono fare», spiega la residente Nicole Bertschart.

ILLGAU - Sì. E con uno schiacciante 62% dei voti. È questo il risultato raccolto domenica in votazione dalla Legge Covid. Solo due i cantoni che si sono distinti come mosche bianche, registrando una maggioranza di oppositori: Svitto e Appenzello Interno. Al vertice della top ten dei comuni per tasso di "no", con l'85% di dissensi alla Legge, si staglia però il piccolo comune svittese di Illgau, dove vivono solo 780 persone. 20Minuten ne ha intervistate alcune per capire le loro motivazioni.

Questo risultato, spiega la giovane impiegata Yvonne Bürgler, «ha a che fare più che altro con l'attuale divisione della società. Tutti parlavano solo di questa Legge Covid, e penso che per i più il no non sia stato voluto sulla base della votazione in sé, ma piuttosto secondo l'idea del poter scegliere autonomamente».

«Ho votato no per via della divisione e discriminazione», commenta Lydia Camenzind, infermiera. E aggiunge: «anche per una questione di coesione, per mostrare solidarietà e che possiamo farci forti l'un l'altro.

Anche Nicole Bertschart, impiegata alle funivie, evoca l'aspetto della libertà di scelta: «Il tasso di oppositori alla Legge Covid è così alto nel nostro paese perché qui lasciamo a ognuno la sua libertà e si accetta l’opinione di tutti. Penso che, indipendentemente se una persona si vaccina o no, non ci debba essere alcuna imposizione, né nessun obbligo di certificato. Bisognerebbe lasciare che ognuno viva come vuole e non dettare agli altri quello che dovrebbero fare».

Un po' diverse le ragioni di Roni Bürgler, copritetto. Per lui è una questione di fiducia: «Credo più a noi persone comuni piuttosto che a quello che viene detto in alto. Qui è così, la coesione è diversa rispetto alle aree urbane».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
5 ore
Boom di suicidi giovanili: «Abbiamo uno stato di emergenza»
Più 50%, rispetto al 2020, alla Clinica universitaria di psichiatria infantile e adolescenziale di Berna.
SVIZZERA
7 ore
Pierin Vincenz alla sbarra
Si aprirà martedì il processo all'ex Ceo di Raiffeisen
SVIZZERA
7 ore
SUV sulle nostre strade? Sempre più pericolosi
In caso di incidente incrementano il rischio di morte nell'auto più leggera del 50%.
SVIZZERA
8 ore
Con l'estate le restrizioni statali non serviranno più
L'ex membro della Task force Marcel Tanner spiega che sarà fondamentale puntare sulla responsabilità individuale
ZURIGO
9 ore
La polizia interrompe un raduno di auto modificate
Sette appassionati sono stati denunciati: le loro vetture presentavano modifiche non autorizzate
BERNA
23 ore
Morto schiacciato da un albero
L'uomo stava tagliando del legname in una zona boschiva.
SVIZZERA
1 gior
«Quasi nessun Omicron-contagiato in cure intense»
È ancora Delta, secondo quanto riportato da alcuni ospedali svizzeri, a causare i decorsi più gravi.
FOTO
BERNA
1 gior
"Libertà!" e bandiere svizzere nella capitale
La manifestazione, non autorizzata, è stata sorvegliata da vicino delle forze dell'ordine.
ZURIGO
1 gior
18enne gravemente ferito da un 17enne
L'aggressore è stato arrestato a casa sua dagli agenti della polizia cantonale
SVIZZERA
1 gior
Long Covid: pendenti 1'800 richieste all'AI
Al momento non sono però noti casi in cui la rendita di invalidità è stata effettivamente concessa.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile