Immobili
Veicoli
Tipress
SVIZZERA
23.11.21 - 12:010

Trasporti pubblici, primo passo verso nuovi aiuti

Il secondo pacchetto è stato approvato dalla commissione trasporti e telecomunicazioni del Consiglio nazionale.

Gli oltre 200 milioni saranno destinati al traffico regionale, locale, turistico e al traffico merci ferroviario. Escluso il traffico a lunga distanza.

BERNA - Il calo dei passeggeri dovuti alla pandemia di Coronavirus ha messo in serie difficoltà i trasporti pubblici. Con questa motivazione, la commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni del Consiglio nazionale (CTT-N) del Consiglio nazionale raccomanda al plenum di approvare il secondo pacchetto di aiuti - 215 milioni di franchi - al settore formulato dal Consiglio federale.

Il nuovo pacchetto di misure intende prorogare la validità dei provvedimenti inclusi nella prima serie di provvedimenti al 2021. L'aiuto finanziario va fornito a favore del traffico regionale viaggiatori, del traffico locale e del traffico turistico nonché del traffico merci ferroviario. Ne è invece escluso il traffico a lunga distanza, specifica una nota odierna dei servizi parlamentari.

La questione della durata delle misure di sostegno ha dato adito a discussioni. La maggioranza pensa che i contributi versati nell'ambito di questo secondo pacchetto di misure debbano essere garantiti fino alla fine dell'anno in corso, anche per le offerte turistiche.

A causa della crisi persistente, una minoranza si è detta favorevole a un sostegno fino alla fine del 2022. Per permettere alle imprese di riavere un margine di manovra minimo nell'offerta turistica, con 13 voti a 12 la CTT-N propone al plenum che esse utilizzino soltanto un terzo delle loro riserve. La minoranza non vorrebbe cambiare le regole nel secondo anno e, come il Consiglio federale, chiede di dedurre tutte le riserve.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
7 ore
Il voucher "per la normalità" non piace a tutti
L'idea: un buono da 200 franchi per ogni svizzero, da spendere in ristoranti e cultura. Ma la politica storce il naso
VALLESE
12 ore
Caduta fatale a Zermatt
Uno sciatore spagnolo di 46 anni ha perso la vita ieri pomeriggio sul comprensorio vallesano.
SVIZZERA
13 ore
Oltre 87mila contagi e 35 decessi nel weekend svizzero
In salita i pazienti ricoverati a causa del virus, che occupano ora l'8,3% dei posti letto complessivi.
SVIZZERA
17 ore
I dati di migliaia di clienti Swiss Pass liberamente accessibili
A inizio gennaio è stata scoperta una falla di sicurezza nella piattaforma per la vendita dei biglietti
ZURIGO
17 ore
Da certificato Covid a documento per controllarti?
Alain Berset attende con ansia la fine del suo utilizzo, che potrebbe arrivare per marzo.
SVIZZERA
17 ore
In Svizzera la vaccinazione dei bambini stenta a decollare
La quota nazionale è del 5,2%. L'adesione più alta si registra a Basilea Campagna e Basilea Città
SVIZZERA
18 ore
L'esercito distribuisce mascherine scadenti?
Giacciono da mesi nei magazzini militari. E vengono vendute ai Cantoni a prezzo simbolico. È polemica
SVIZZERA
19 ore
Prova sirene alle porte, ecco quando non dovrete spaventarvi
Il test, essenziale per verificare il loro corretto funzionamento in caso di emergenza, avrà luogo mercoledì 2 febbraio.
SVIZZERA
21 ore
Aiuto ai media: si profila un classico Röstigraben
In Romandia le misure di sostegno statale sono viste meglio rispetto alla Svizzera tedesca
SVIZZERA / RUSSIA
1 gior
Il conflitto russo-ucraino, un rischio anche per la Svizzera
L'Europa (e anche il nostro paese) potrebbero restare senza il gas proveniente dalla Russia. Ecco gli scenari
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile