Keystone
Martin Bühler, direttore dello Stato maggiore di condotta grigionese.
GRIGIONI
21.10.21 - 14:450

I certificati gratis hanno spinto i test aziendali alle stelle

Sono 593 le imprese che si sono registrate per la prima volta, come spiegato oggi a Coira.

Il numero totale di aziende che si sono sottoposte ai test da Covid-19 è così salito a 2695, per circa 34'000 impiegati.

COIRA - Dall'inizio della settimana scorsa, chi partecipa ai test aziendali nei Grigioni riceve un certificato Covid gratuito. Ciò che era stato pensato per i fornitori di test privati, ora sta motivando numerose ditte ai test regolari.

Dall'introduzione dei certificati gratuiti sul posto di lavoro, il numero di aziende che partecipano ai test è salito alle stelle. Sono 593 le imprese che si sono registrate per la prima volta. L'ha spiegato oggi a Coira davanti ai media Martin Bühler, il direttore dello Stato maggiore di condotta grigionese.

Il numero totale di aziende che si sono sottoposte ai test da Covid-19 è così salito a 2695. Ciò corrisponde ad un totale di 34'000 impiegati che possono richiedere un certificato tramite una piattaforma digitale. Se il risultato è negativo, viene inviato gratuitamente un attestato via SMS oppure e-mail.

Il fatto che il Cantone dei Grigioni offra i certificati gratis, mentre per il Consiglio federale non lo sono più dall'inizio di ottobre, ha la sua spiegazione. Secondo Bühler, il Cantone dei Grigioni non dispone di una base giuridica per esigere denaro per i certificati dopo i test preventivi aziendali.

La volontà di vaccinazione non è silurata - L'offerta è un atto di bilanciamento. È stata avviata dal Cantone solo dopo un'attenta valutazione, ha spiegato Bühler. Il timore che i certificati gratuiti abbassino la motivazione alla vaccinazione, e mettano così in scacco la strategia di vaccinazione, intanto non corrisponde alla realtà. Martin Bühler sostiene che «non è stato osservato un crollo delle vaccinazioni».

I certificati Covid gratuiti saranno disponibili solo fino alla fine di novembre. Dopo di che il Cantone avrà il potere legale di far pagare il prezzo di mercato abituale oppure di cancellare l'offerta. «Con ciò nei Grigioni avremo un'altra occasione per sottolineare quanto sia importante la protezione grazie al vaccino», ha spiegato Bühler. «Non chiudiamo la porta a nessuno e continuiamo a puntare sul dialogo».

La preoccupazione del medico cantonale - «Attualmente, il 67% della popolazione grigionese è stato vaccinato almeno una volta», ha spiegato il medico cantonale Marina Jamnicki e ha sottolineato che «il valore è però troppo basso».

Grazie all'estensione del certificato obbligatorio, la situazione si è un po' alleggerita. Tuttavia, Jamnicki ha evidenziato che «non siamo in grado di gestire un aumento dei casi in inverno come abbiamo fatto dopo le vacanze estive».

Nella stagione invernale il sistema sanitario grigionese è molto più gravato rispetto a quella estiva. Oltre agli incidenti sugli sci, in inverno nel nostro cantone vive un maggior numero di persone. Ne consegue un maggior numero di infarti da curare.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
15 min
«Venga introdotta la regola del 2G»
Nel giorno della votazione sulla Legge Covid-19, sale la pressione sulle persone non vaccinate.
SVIZZERA
1 ora
Vaccino dai cinque anni in su: «Siamo in ritardo»
In Svizzera, contrariamente all'UE, i bambini sotto i 12 anni non possono ancora vaccinarsi.
SVITTO
10 ore
Auto nel pendio, un morto
Grave incidente ieri pomeriggio a Muotathal. Due feriti e un decesso
SVIZZERA
16 ore
Noto attivista Corona-scettico finisce in cure intense con il virus
Il 66enne François de Siebenthal si è opposto pubblicamente alle disposizioni sanitarie decise dal Governo federale.
FOTO
SVIZZERA
19 ore
«Tutte le persone presenti su quell'aereo devono testarsi»
L'UFSP ha scritto un SMS a tutti i passeggeri del volo atterrato questa mattina a Zurigo e proveniente da Johannesburg.
SVIZZERA
19 ore
Nuove Covid-restrizioni a Neuchâtel e San Gallo
Nel cantone romando scatta l'obbligo di mascherina in musei, cinema e chiese. Fortemente raccomandato il telelavoro.
SVIZZERA
21 ore
Licenziati cinque militari no-vax
Facevano parte del Comando forze speciali e senza vaccino non avrebbero potuto effettuare missioni all'estero.
FOTO
ARGOVIA
21 ore
Con il 2.6 per mille combina un disastro
Ieri sera a Mellingen, una 37enne si è messa alla guida della sua automobile completamente ubriaca. Pessima idea.
SVIZZERA
22 ore
La selezione dei pazienti? «È eticamente devastante»
Con le terapie intensive che si riempiono presto i medici dovranno di nuovo effettuare il tanto temuto "triage".
SVIZZERA
1 gior
L'industria degli eventi si prepara alle restrizioni
La regola delle 2G piace alle discoteche. A Zurigo un concerto punk-rock aggiunge il requisito del test antigenico
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile