BRK News
+5
SAN GALLO
18.10.21 - 22:260
Aggiornamento : 23:36

«Uccidere la propria figlia, come si può arrivare a questo?»

È un quartiere sotto choc quello che questo pomeriggio ha appreso del delitto compiuto da un padre di 54 anni.

L'uomo è sospettato di aver ucciso la propria figlia di dodici anni. Sgomenti e increduli i vicini. Uno di essi: «Conoscevo quella famiglia da 15 anni. Non c'era niente che potesse far pensare a una tragedia simile»

SAN GALLO - È un quartiere incredulo e sotto choc quello in cui questa mattina sono stati ritrovati i corpi senza vita di un 54enne e di una 12enne. Padre e figlia. Rinvenuti cadaveri nella loro casetta uni-familiare di Rapperswil-Jona. Il sospetto è che il genitore abbia dapprima ucciso la propria figlia per poi togliersi la vita. Un'ipotesi, questa, che ha lasciato sgomenti i vicini. Un dramma famigliare che lascia basiti. «Non ci capacitiamo che un padre possa arrivare a questo», racconta una persona che conosceva bene la famiglia. «Ho sempre avuto l'impressione che fosse una brava persona. Quello che è accaduto è semplicemente terribile».

La madre e il fratello più grande non erano a casa al momento del presunto delitto e ora sono seguiti da una squadra di sostegno psicologico. Ma lo sgomento è grande anche tra altri conoscenti. «È tragico», precisa una persona che conosce la famiglia da 15 anni. «Non avrei mai immaginato che potesse succedere una cosa del genere. Non c'era niente che potesse far pensare a una tragedia simile».

Paura e shock - Un'altra vicina di casa ha paura. «Sono triste e scioccata per quello che è successo. Mi sono trasferita a Rapperswil-Jona solo pochi mesi fa nella speranza che mio figlio potesse uscire con maggior tranquillità. E poi succedono cose simili e pensi se veramente è stata fatta la scelta giusta».

La tragedia - Intorno alle 7.45, una terza persona ha indirizzato le forze dell'ordine verso il luogo del delitto, affermando che poteva essere successo qualcosa. All'interno della casa unifamiliare sono quindi stati rinvenuti i corpi dell'uomo, uno svizzero di 54anni, e della figlia dodicenne. Secondo il portavoce della polizia Hanspeter Krüsi colui che ha lanciato l'allarme lo ha fatto sulla base di una «sensazione». L'addetto stampa non ha fornito ulteriori dettagli, limitandosi a precisare che si presume che non siano state usate armi.

 

BRK News
Guarda tutte le 9 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
5 ore
Misure anti-Covid, i Cantoni si fanno sentire
Tra i contrari anche il Ticino, che boccia anche l'idea dei test nelle scuole.
SVIZZERA
7 ore
Tre morti in A3: condannato per omicidio intenzionale
Una manovra folle è costata cara a un 47enne alla guida di una Porsche. Ma ancora di più alle sue vittime
SVIZZERA
9 ore
Così Netflix spenna gli svizzeri
Lo streaming costa anche il 30 per cento in più rispetto ai paesi limitrofi. Ma c'è un modo per pagare meno
ZURIGO
10 ore
Le cure intense zurighesi sono piene
All'ospedale universitario è stato raggiunto un tasso di occupazione del 98%
SVIZZERA
11 ore
Si apre il mese con oltre 10mila casi e 22 decessi
Tensione a livello ospedaliero: i pazienti Covid occupano ora il 27% dei letti di cure intense.
BASILEA CITTÀ
12 ore
Studente contagiato da Omicron, 100 persone in quarantena
Uno dei primi due casi di Omicron accertati in Svizzera è stato rilevato a Basilea, al ginnasio Kirschgarten.
ZUGO
13 ore
Distrugge uno spartitraffico e scappa
I danni dell'incidente avvenuto ieri sera allo svincolo autostradale di Rotkreuz ammontano a diverse migliaia di franchi
SVIZZERA
14 ore
Inflazione in aumento, anche in Svizzera
A novembre nel nostro paese è salita all'1,5%
SVIZZERA
15 ore
Omicron in Svizzera, ecco il terzo caso
La persona contagiata si trova in isolamento. I primi due casi erano stati confermati ieri sera
SVIZZERA
16 ore
Affitti, il tasso di riferimento resta all'1,25%
È il livello più basso di sempre, in vigore dal marzo del 2020
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile