Immobili
Veicoli
Deposit
SVIZZERA
23.08.21 - 15:230

Messaggi d'odio sul web, tre ragazze su quattro ne soffrono

Lo svela uno studio di ZHAW e Swisscom condotto su 953 adolescenti.

Meno toccati, rispetto ai coetanei romanci e svizzero tedeschi, i ticinesi.

BERNA - Gli adolescenti percepiscono i commenti di odio su internet in modo diverso a seconda del genere: circa il 75% delle ragazze sono scioccate o rattristate da tali messaggi, mentre solo il 40% dei ragazzi ha questi sentimenti. È il risultato dell'ultimo studio di Jamesfocus condotto dalla ZHAW e da Swisscom.

Quasi un migliaio di giovani coinvolti - Lo studio della Scuola universitaria di Scienze Applicate di Zurigo (ZHAW), pubblicato oggi, si basa sui dati raccolti tra maggio e giugno 2020 presso 953 giovani tra i 12 e i 19 anni in tutta la Svizzera. Il sondaggio è stato condotto sotto forma di questionari online, dato che le scuole erano parzialmente chiuse a causa della pandemia.

Il fattore emozionale - Le reazioni più frequenti ai messaggi di odio su internet sono state la rabbia (78%), lo shock (63%) e la tristezza (60%). Le ragazze hanno risposte emotive di questo tipo più spesso dei ragazzi. «Da un lato, potrebbe essere che i ragazzi sono orientati verso il ruolo dell'uomo forte, che deve anche essere in grado di prendere colpi. D'altra parte, gli studi mostrano che gli uomini hanno più probabilità di essere tra gli autori di commenti d'odio, il che potrebbe anche aumentare la comprensione verso tali commenti», secondo la psicologa dei media della ZHAW, Céline Külling.

Ragazze vs. ragazzi - Secondo lo studio, più della metà (53%) delle ragazze incappa regolarmente in discorsi di odio, mentre la percentuale per i ragazzi è del 41%. «È difficile giudicare se le ragazze sono effettivamente confrontate più spesso con simili messaggi o se si tratta di una diversa percezione», ha aggiunto Külling.

Una regolarità che spaventa - Quasi la metà degli adolescenti si confronta regolarmente con discorsi di odio su internet. Circa il 12% addirittura più volte al giorno, il 16% ogni giorno e il 20% più volte alla settimana. Solo il 15% ne vede raramente e il 12% mai. Più gli adolescenti sono grandi, più spesso entrano in contatto con l'odio. Tra i 12-13 anni il 32% legge regolarmente commenti di questo tipo, la percentuale sale al 46% tra i 14-15enni, al 54% tra i 16-17enni e al 53% tra i 18-19enni. Per quanto riguarda le differenze regionali, i giovani nella Svizzera tedesca (47%) e francese (52%) sono più spesso confrontati con discorsi d'odio rispetto ai ticinesi (39%).

I motivi - Secondo gli adolescenti, le ragioni principali che spingono a scrivere commenti di odio sono "provocazione" (93%), "insulto" (92%), "frustrazione" (85%), "esercizio del potere" (81%), "rabbia" (76%) e "noia" (76%). Seguono poi "diffusione di un'ideologia" (62%) e "sentirsi minacciati" (57%).

Percezioni diverse - Anche in questo caso ci sono differenze regionali. Ad esempio gli adolescenti ticinesi (89%) considerano più spesso la "rabbia" un motivo scatenante rispetto ai ragazzi della Svizzera tedesca (81%) o francese (64%). I giovani che vivono in Romandia (88%), invece, ritengono che «l'esercizio di un certo potere» sia più frequentemente il motore dei commenti di odio rispetto ai coetanei svizzerotedeschi (78%) o ticinesi (73%).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
6 ore
Migliaia di certificati Covid non saranno più validi
La validità dell'attestazione sarà ridotta a 270 giorni. La misura toccherà chi si è vaccinato prima del 6 maggio 2021
ARGOVIA
8 ore
Cadavere nella grotta, i genitori dell'omicida: «Resta sempre nostro figlio»
Il 22enne, che rischia oltre 16 anni di carcere, sta già scontando anticipatamente la pena.
VAUD
10 ore
«Fosse stato bianco sarebbe ancora vivo»
Circa sei mesi fa un uomo è stato ucciso da un poliziotto a Morges
SVIZZERA
11 ore
La gestione del lupo è efficace
Secondo uno studio, l'abbattimento di singoli esemplari ha permesso di ridurre le uccisioni di bestiame
SVIZZERA
11 ore
Una falla di sicurezza nel portale clienti di AutoPostale
Tra maggio 2021 e gennaio 2022 oltre 1'700 dati non erano protetti. Ora il problema è stato risolto
SVIZZERA
13 ore
Nel 2021 la terra ha tremato oltre mille volte
Tre sismi su suolo elvetico hanno avuto una magnitudo pari o superiore a 4.0: «Un numero più alto del solito».
SVIZZERA
14 ore
Lavoro ridotto, Berna proroga le misure fino a marzo
Il Consiglio federale ha adeguato l'ordinanza Covid-19 a sostegno delle imprese
SVIZZERA
16 ore
Record assoluto di casi in Svizzera: oltre 43mila in 24 ore
In discesa, con il 24,9%, il tasso di occupazione dei pazienti Covid in terapia intensiva.
ZURIGO
17 ore
Nessuna settimana dei "super contagi": «Le misure vanno revocate»
La Task Force aveva previsto una «settimana di super infezioni» per la fine di gennaio.
BASILEA CITTÀ
19 ore
Il mistero dei “cubi” arancioni
Si tratta di geofoni per la localizzazione di fonti di acqua termale per la realizzazione di un impianto geotermico
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile