Keystone
VAUD
20.08.21 - 12:040

Il popolo sahrawi è ora senza nazionalità

Secondo il Tribunale federale si tratta di un cambiamento conforme al diritto.

LOSANNA - Un uomo sahrawi, iscritto a Friburgo per 20 anni come cittadino del "Sahara occidentale", è ora designato come "senza nazionalità" nel Sistema d'informazione centrale sulla migrazione. Secondo il Tribunale federale (TF), si tratta di un cambiamento conforme al diritto.

L'uomo è arrivato in Svizzera nel 1998 ed è stato riconosciuto come rifugiato. Sul permesso di soggiorno figurava la nazionalità del Sahara occidentale. Nella primavera del 2019, ha constatato che le autorità friburghesi avevano cambiato la nazionalità in marocchina.

L'interessato ha quindi domandato alla Segreteria di Stato della migrazione (SEM) di correggere l'informazione. La SEM, responsabile delle iscrizioni nel Sistema d'informazione, ha deciso di rivedere la pratica e iscriverlo come "senza nazionalità".

Le autorità non hanno mai messo in discussione l'origine del Sahara occidentale, ma la Svizzera non riconosce tale Paese e i suoi cittadini venivano solitamente indicati come marocchini, poiché il Marocco rivendica il territorio in questione. Poiché la Confederazione ha deciso di non riconoscere nemmeno tale rivendicazione, si è optato per "senza nazionalità".

In una sentenza pubblicata oggi, il TF giudica ammissibile la pratica e conferma quindi una precedente decisione del Tribunale amministrativo federale, che aveva già respinto il ricorso dell'interessato. Secondo l'Alta corte di Losanna, è nell'interesse della Svizzera che la posizione che difende sulla scena internazionale venga ripresa su scala amministrativa.

L'interesse nazionale prevale quindi su quello del ricorrente. Il cambiamento non ha inoltre alcuna influenza sul suo status in Svizzera.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
14 min
In Svizzera 9'571 nuovi contagi e 28 decessi in ventiquattro ore
Le unità di terapia intensiva sono piene all'80%. Il 31% dei letti è occupato da pazienti Covid
SVIZZERA
1 ora
Anziani, vaccinatevi!
È l'appello del Consiglio svizzero degli anziani
SVIZZERA
3 ore
Lunga vita alla radio FM
Una mozione chiede la disattivazione solo quando DAB e radio web avranno raggiunto una quota di mercato del 90%
SVIZZERA
6 ore
Il "certificato" sulla bocca di tutti
Si tratta del termine più significativo dell'anno elvetico. Al secondo posto "urgenza", seguita da "exploit"
Berna
17 ore
Test gratuiti: sì, ma non tutti
Il Consiglio degli Stati vuole escludere antigenici rapidi per uso personale e sierologici non ordinati dal cantone
SVIZZERA
19 ore
Due bambini rimpatriati dalla Siria
L'operazione è effettuata con il consenso della madre e in collaborazione con le varie autorità.
VALLESE
20 ore
Meteorite si schianta su un ghiacciaio vallesano
Grande quanto un mandarino, è precipitato sul ghiacciaio di Corbassère ma non è ancora stato trovato.
SVIZZERA
22 ore
Triage? «I vaccinati abbiano la precedenza in terapia intensiva»
Precedenza a chi ha ricevuto il vaccino? L'Accademia svizzera delle scienze mediche non ne vuole sentir parlare.
SVIZZERA
22 ore
Solo vaccinati e guariti al posto della mascherina? «I casi aumenteranno»
Discoteche e palestre puntano su vaccinati e guariti e schivano la mascherina obbligatoria.
LUCERNA
23 ore
Traffico di esseri umani, sotto accusa la ex gestrice di un bordello
La 54enne avrebbe costretto alla prostituzione almeno 29 donne thailandesi, sfruttando le loro difficoltà finanziarie.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile