Tamedia
SVIZZERA
01.08.21 - 23:060

Gli 007 elvetici vogliono lavorare da casa

Telelavoro offlimits in seno all'intelligence elvetica, anche durante il lockdown. Ma ora i dipendenti lo chiedono

La richiesta è al vaglio dei vertici. Ma al centro della valutazione ci sono la riservatezza e la sicurezza dei dati sensibili

BERNA - Sono moltissimi i lavoratori che negli scorsi mesi hanno lavorato da casa a causa della pandemia. Ma non gli 007 svizzeri, che hanno dovuto restare in ufficio. Il Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC) ha infatti negato il telelavoro per evitare che dati sensibili finissero nelle mani sbagliate.

Ma ora i collaboratori tornano all'attacco, chiedendo di poter lavorare da casa, almeno parzialmente. È quanto emerge da un documento allestito da un gruppo di lavoro interno al SIC, come riferisce oggi la SonntagsZeitung. «È diventato chiaro che il telelavoro è un'esigenza per il personale» si legge. E si parla di un telelavoro che fa parte «di un ambiente di lavoro al passo coi tempi».

L'esigenza è emersa a seguito di un sondaggio condotto tra i dipendenti. Un sondaggio che metteva pure in evidenza un problema di mobbing e sessismo. Ma anche la mancata possibilità, appunto, di poter lavorare da casa.

Ora comunque il SIC starebbe prendendo in considerazione la richiesta del personale. «La sicurezza e la riservatezza delle informazioni sono comunque al centro di tutte le valutazioni» afferma un portavoce interpellato dal domenicale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 min
«Volare costa troppo poco, ma le tasse non sono la soluzione»
Doppio “no” del Nazionale a un'imposta sui biglietti aerei e sul cherosene
SVIZZERA
27 min
Più sicurezza nello sport
In Svizzera si contano ogni anno circa 420'000 infortuni. L'upi chiede un adeguamento delle disposizioni legali
SVIZZERA
1 ora
In Svizzera la pandemia sta rallentando
Contagi e ricoveri sono in calo, secondo il rapporto settimanale dell'UFSP. L'incidenza più bassa in Ticino
SVIZZERA
1 ora
Pazienti più giovani e sani in cure intense: cambiano le regole del triage
L'Accademia svizzera delle scienze mediche ha adeguato le sue linee guida.
ZURIGO
2 ore
Un bar nel mirino dei no-vax
Il Café Elena di Zurigo sta attirando critiche per aver cacciato dal suo locale il coronascettico Nicolas Rimoldi.
SVIZZERA
4 ore
«La pandemia sarà conclusa tra un anno»
Secondo Stéphane Bancel entro la metà del 2022 ci saranno «abbastanza dosi per vaccinare tutto il pianeta».
SVIZZERA
4 ore
Per nuovi allentamenti, «si smetta di trascurare i guariti»
Secondo Felix Schneuwly, esperto di salute di Comparis, «chi è stato infettato è una parte importante della soluzione».
SCIAFFUSA / AFGHANISTAN
6 ore
Fugge da Kabul grazie all'università svizzera
Halima è studentessa presso il SIT, nel canton Sciaffusa, ma fino a pochi giorni fa viveva ancora in Afghanistan
SVIZZERA
6 ore
Nuove rotte per vecchi spalloni
Dalle ceste portate sulla schiena alle valigette zeppe di denaro sporco, storia di contrabbandi di ieri e di oggi
SVIZZERA
13 ore
La chiusura delle palestre «ha danneggiato la salute dei clienti»
Non solo fisicamente, ma anche psicologicamente, secondo la federazione svizzera del settore
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile