20min/François Melillo
SVIZZERA
26.07.21 - 14:250
Aggiornamento : 16:53

Boom d'iscrizioni per le formazioni sanitarie

L'interesse per le professioni infermieristiche aumenta, ma non basta per far fronte alla carenza di personale

Il 40% abbandona poi l'attività durante la propria carriera. «Bisogna migliorare le condizioni di lavoro» afferma l'Associazione per il personale infermieristico

BERNA - È da anni che in Svizzera si discute della carenza di personale sanitario, in particolare infermieri. Secondo l'Osservatorio svizzero della salute (Obsan), entro il 2030 ne mancheranno circa 65'000. Ma sembra che la pandemia stia risvegliando l'interesse per la formazione sanitaria. È quanto si evince da un'analisi della Neue Zürcher Zeitung, secondo cui nel nostro paese le scuole per infermieri stanno registrando un boom d'iscrizioni in vista del prossimo anno accademico.

Al centro di formazione della Svizzera centrale Xund si parla per esempio di un aumento del 20% rispetto all'anno precedente. A Winterthur, il Centro per la formazione sanitaria ZAG registra un incremento compreso tra il 5 e il 10%. L'aumento è invece del 15% per la formazione di base alla Scuola universitaria professionale di scienze applicate di Zurigo (ZHAW). Il Centro formativo sanitario di Basilea Città parla di record d'iscrizioni.

In Ticino un incremento dell'interesse era già stato osservato durante lo scorso anno accademico. Alla Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI) le domande d'ammissione erano aumentate del 10%. «Quest'anno l'interesse è riconfermato ed è probabile che ci sarà un nuovo incremento» ci dice Carla Pedrazzani, responsabile del corso di laurea in cure infermieristiche. Un confronto diretto non è però al momento possibile a causa della modalità d'accesso all'esame d'ammissione.

Il valore delle professioni sanitarie - Ma come mai l'interesse cresce proprio durante la pandemia, quando il personale infermieristico ha raggiunto i limiti? «Il valore e l'importanza delle professioni sanitarie sono più presenti che mai nella società» afferma Tobias Lengen, vicedirettore di Xund. «Abbiamo posti di lavoro interessanti con delle prospettive, e questo in un ambiente relativamente sicuro. In tempi economicamente difficili e incerti, si tratta di aspetti importanti» aggiunge Emmanuel Hofer, responsabile dell'Associazione svizzera dei centri di formazione sanitaria.

Ma verosimilmente l'attuale boom d'iscrizioni non permetterà di fare fronte alla carenza di personale. Secondo Obsan, il 40% degli infermieri formati abbandona l'attività nel corso della propria carriera. È pertanto importante migliorare le condizioni di lavoro nel settore. Il prossimo 28 novembre passerà infatti dalle urne un'iniziativa che intende migliorare le condizioni del personale infermieristico. «Solo con un miglioramento sarà possibile ridurre l'elevata percentuale di persone che lasciano la professione» afferma Yvonne Ribi dell'Associazione per il personale infermieristico.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
17 min
«Volare costa troppo poco, ma le tasse non sono la soluzione»
Doppio “no” del Nazionale a un'imposta sui biglietti aerei e sul cherosene
SVIZZERA
42 min
Più sicurezza nello sport
In Svizzera si contano ogni anno circa 420'000 infortuni. L'upi chiede un adeguamento delle disposizioni legali
SVIZZERA
1 ora
In Svizzera la pandemia sta rallentando
Contagi e ricoveri sono in calo, secondo il rapporto settimanale dell'UFSP. L'incidenza più bassa in Ticino
SVIZZERA
1 ora
Pazienti più giovani e sani in cure intense: cambiano le regole del triage
L'Accademia svizzera delle scienze mediche ha adeguato le sue linee guida.
ZURIGO
2 ore
Un bar nel mirino dei no-vax
Il Café Elena di Zurigo sta attirando critiche per aver cacciato dal suo locale il coronascettico Nicolas Rimoldi.
SVIZZERA
4 ore
«La pandemia sarà conclusa tra un anno»
Secondo Stéphane Bancel entro la metà del 2022 ci saranno «abbastanza dosi per vaccinare tutto il pianeta».
SVIZZERA
4 ore
Per nuovi allentamenti, «si smetta di trascurare i guariti»
Secondo Felix Schneuwly, esperto di salute di Comparis, «chi è stato infettato è una parte importante della soluzione».
SCIAFFUSA / AFGHANISTAN
7 ore
Fugge da Kabul grazie all'università svizzera
Halima è studentessa presso il SIT, nel canton Sciaffusa, ma fino a pochi giorni fa viveva ancora in Afghanistan
SVIZZERA
7 ore
Nuove rotte per vecchi spalloni
Dalle ceste portate sulla schiena alle valigette zeppe di denaro sporco, storia di contrabbandi di ieri e di oggi
SVIZZERA
13 ore
La chiusura delle palestre «ha danneggiato la salute dei clienti»
Non solo fisicamente, ma anche psicologicamente, secondo la federazione svizzera del settore
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile