Keystone
SVIZZERA
08.07.21 - 09:150
Aggiornamento : 10:05

Possibile estensione del certificato Covid anche ai ristoranti

Lo prevede, in caso vi fosse un nuovo peggioramento della situazione pandemica, l'epidemiologo Christian Althaus.

Secondo l'ex membro della task force della Confederazione questo scenario potrebbe concretizzarsi questo inverno.

BERNA - È possibile che l'uso del certificato Covid venga esteso, per esempio al settore della ristorazione, nel caso in cui il sistema sanitario sia di nuovo fortemente sollecitato il prossimo inverno. Lo afferma l'epidemiologo Christian Althaus, sottolineando che, verosimilmente, le persone non vaccinate verranno prima o poi infettate dal Coronavirus.

Le previsioni - Nel corso dei prossimi due anni, la maggior parte di chi non è protetto da un vaccino o dall'essersi ammalato precedentemente finirà probabilmente per contagiarsi, indica l'esperto dell'Università di Berna in un'intervista pubblicata oggi dalla "Neue Zürcher Zeitung". Il punto è capire come le infezioni si propagheranno e se saranno necessarie misure, aggiunge.

Negli spazi chiusi - Secondo Althaus non è sicuro che si sia raggiunto un numero di vaccinati tale da impedire un'impennata dei casi gravi. Qualora gli ospedali dovessero tornare sotto pressione, l'obbligo di presentare un certificato Covid per entrare negli spazi chiusi sarebbe uno scenario immaginabile. Ciò potrebbe tra l'altro invogliare le persone a farsi immunizzare, fa notare.

I ragazzi - L'epidemiologo ritiene inoltre importante spiegare ai giovani che un tasso di vaccinati elevato garantisce più libertà non solo alla società, ma anche a loro stessi. A suo avviso pure i bambini andrebbero protetti. Nessun siero è stato approvato per gli under 12 e circa tre quarti non si sono ancora infettati e non hanno dunque sviluppato anticorpi.

Test a tappeto nelle scuole - «Vogliamo che una grossa fetta di giovani sia contagiata durante l'inverno?», si interroga Althaus. Con tanti adulti ormai vaccinati, il virus tende infatti a circolare tra bambini e adolescenti che possono trasmetterlo e, pur se in rari casi, ammalarsi con conseguenze non indifferenti e a lungo termine, come il cosiddetto Long Covid. Bisogna evitare che la situazione sfugga di mano nelle scuole, avverte lo scienziato, citando test di massa e controllo della qualità dell'aria nelle aule come fattori decisivi.

Su e giù - Althaus parte dal principio che il Covid-19, dalla primavera 2022, si comporterà come la classica influenza stagionale, con picchi invernali e cali estivi. La popolazione potrebbe venire regolarmente protetta tramite una vaccinazione di richiamo.

Sguardo in avanti - L'epidemiologo bernese, che era inizialmente membro della task force della Confederazione prima di lasciarla in gennaio come segno di protesta nei confronti della politica, crede che questa crisi ci abbia impartito numerosi insegnamenti. In particolare, la scienza e le istituzioni dovrebbero scambiarsi informazioni a uno stadio precoce e in modo mirato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
La chiusura delle palestre «ha danneggiato la salute dei clienti»
Non solo fisicamente, ma anche psicologicamente, secondo la federazione svizzera del settore
BASILEA
2 ore
Lite, spunta un coltello: grave un 48enne
L'aggressore è riuscito a far perdere le sue tracce
ZURIGO
4 ore
Ci sono più certificati che vaccinati e guariti messi assieme
Secondo l'Ufsp non si tratta di falsi. Ciò è possibile per quattro ragioni differenti.
ZURIGO
4 ore
Proprietario di agenzia di modelli condannato per molestie
La condanna è di tre anni, di cui uno da scontare. L'imputato sostiene che molte dichiarazioni siano false
SVIZZERA
6 ore
Lo Stato raccomanda il telelavoro, i capi impongono il ritorno in ufficio
Sono diversi i dipendenti che si interrogano sui vincoli dettati dai loro datori di lavoro.
TURGOVIA
6 ore
Mezzo pesante e bicicletta si scontrano: morto un 72enne
L'incidente è avvenuto nel pomeriggio a Kreuzlingen, la polizia cerca testimoni
ZURIGO
8 ore
Filmava bambini nudi, condannato
Ha effettuato le riprese in una struttura balneare per naturisti: un 57enne dovrà scontare 26 mesi di prigione
SVIZZERA
9 ore
A Berna nessuna manifestazione contro le misure anti-Covid
Era prevista per domani ma i promotori delle proteste e la città di Berna non hanno trovato un accordo.
BASILEA
11 ore
Fiocco rosa allo Zoo di Basilea: è nata Safiya
La piccola Safiya pesa poco più di cinque chili
SVIZZERA
12 ore
In Svizzera netto calo dei pazienti Covid in cure intense
In decisa diminuzione i pazienti affetti dal virus in terapia intensiva, che ora occupano il 26,9% dei posti letto.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile