Archivio Depositphotos
SVIZZERA
02.07.21 - 12:400

Farmaci contro dolore acuto ed emicrania senza prescrizione

È stato aggiornato l'elenco dei medicamenti che possono essere dispensati direttamente in farmacia

BERNA - Numerosi medicamenti per il trattamento del dolore acuto e dell'emicrania in futuro potranno essere dispensati direttamente in farmacia, senza prescrizione medica. Il Dipartimento federale dell'interno (DFI) ha approvato le raccomandazioni del gruppo di esperti incaricato di esaminare periodicamente la questione.

Dal 2019, i farmacisti possono dispensare senza prescrizione i medicamenti per il trattamento di malattie frequenti, ricorda in una nota odierna il DFI, così da valorizzare meglio le loro competenze.

Finora, l'elenco dei farmaci interessati comprendeva i preparati indicati per il trattamento del raffreddore da fieno, dei disturbi digestivi e respiratori, i medicamenti contro le malattie della pelle come eczema o acne, quelli per la cura di disturbi ginecologici come le micosi vaginali, nonché quelli contro la disfunzione erettile.

D'ora in poi, nella lista figureranno anche i principi attivi indicati per curare dolori acuti ed emicrania. Tuttavia, i farmacisti potranno rilasciare questi medicamenti unicamente a certe condizioni, ovvero nel rispetto dei requisiti fissati dal gruppo di esperti.

Gli antidolorifici potranno essere dispensati principalmente agli adulti e soltanto in caso di dolori acuti, non cronici. I medicamenti contro l'emicrania saranno accessibili unicamente agli adulti ai quali sia già stata diagnosticata questa malattia in passato.

Al fine di garantire la sicurezza dei pazienti, l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha avviato uno studio volto a monitorare le quantità dispensate e a rilevare eventuale abusi. La ricerca proseguirà fino al 2025 e sarà oggetto di un rapporto.

In tutto, l'elenco comprende 42 indicazioni per malattie frequenti e circa 200 principi attivi. Da ricordare come i medicamenti che si possono ottenere direttamente dal farmacista non siano rimborsati dall'assicurazione malattie obbligatoria.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
9 ore
Berset vuole fare un "regalo" ai non vaccinati
Certificato di un anno per i guariti. E test sierologici parificati ai molecolari. La proposta è sul tavolo, ma...
SVIZZERA
10 ore
Caso Mozambico, Credit Suisse alla cassa
L'Istituto elvetico pagherà circa 475 milioni alle autorità americane e britanniche.
SVIZZERA
13 ore
«Sul turismo degli acquisti abbiamo sbagliato»
Berna ha ammesso «parziali carenze» nella gestione delle multe all'inizio della pandemia.
SVIZZERA
16 ore
Vaccino di buon mattino? Potrebbe essere più efficace
Lo dimostra un recente studio condotto dall'Università di Ginevra.
BERNA
16 ore
Alpinista morto sulla Jungfrau
È finito in un crepaccio: il corpo è stato trovato a una profondità di circa 27 metri
SVIZZERA
18 ore
Certificato sulle piste: «Non è l'associazione di categoria che decide»
«È presuntuoso dire già che non ci sarà un obbligo di Covid-pass sulle piste. Sarà il Consiglio federale a decidere».
SVIZZERA
19 ore
Positivi in forte aumento, decessi e ricoveri in calo
Stando all'aggiornamento dell'UFSP, sono due i nuovi decessi avvenuti a causa di un decorso infelice della malattia.
SVIZZERA
19 ore
In Svizzera si scierà senza certificato Covid
Lo ha deciso l'associazione di categoria degli impianti. Sulle funivie sarà invece obbligatoria la mascherina
SVIZZERA
20 ore
Berna autorizza una manifestazione contro il certificato Covid
I promotori si sono impegnati a rispettare un piano di sicurezza. E sconsigliano di prendere parte a proteste abusive
SVIZZERA
20 ore
I ghiacciai perdono ancora terreno, nonostante la neve e l'estate fresca
Nel 2021 hanno perso l'1% del loro volume, come rilevato dall'Accademia svizzera di scienze naturali
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile