Immobili
Veicoli
Keystone
SVIZZERA
02.07.21 - 08:500

«Un rapporto schiacciante che richiede un profondo cambiamento»

Il sindacato svizzero dei mass-media punta il dito contro la SSR: «Misure largamente insufficienti e inadeguate».

BERNA - Il 30 giugno il Direttore Generale di SSR Gilles Marchand aveva promesso «tolleranza zero» dopo le accuse di molestie. Nello stesso tempo i vertici dell'azienda hanno adottato un decalogo composto da 25 misure «concrete» per migliorare la protezione dell'integrità personale di collaboratrici e collaboratori.

«Misure largamente insufficienti» - Misure che però non sono ritenute sufficienti dal sindacato svizzero dei mass-media (SSM) che le giudica «ampiamente inadeguate. Questa è un'ennesima occasione persa dal consiglio di amministrazione della SSR per attuare i cambiamenti necessari», deplora il sindacato ricordando che il rischio è quello di «favorire ulteriori crisi se non si cambiano le strutture dell'azienda».

«Rapporto sconvolgente» - Il rapporto del Collettivo di difesa - presentato oggi al personale RTS - è ritenuto «sconvolgente» e conferma quello che «l'SSM ha denunciato per anni senza venir ascoltata». « Non è solo una questione di  molestie o di mobbing, ma del modo in cui l'azienda è gestita», precisa il sindacato. «Il rapporto sottolinea a lungo le conseguenze nefaste di una forma di ristrutturazione permanente che avviene senza coinvolgere il personale e di una sempre maggiore verticalizzazione del management. La SSR deve quindi affrontare un cambiamento profondo».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
1 ora
Truffe e pandemia: scovati 334 furbetti
Solo nel canton Zurigo la somma degli illeciti rintracciati ammonta a 53 milioni di franchi.
SVIZZERA
1 ora
Black-out di guerra: ecco il piano
Interruzioni prolungate dell'elettricità avrebbero «conseguenze devastanti» sulla Svizzera. Il governo vuole prevenirle
SVIZZERA
2 ore
Acquisto F-35, Berna non perde tempo (e non aspetta il voto)
Il Consiglio federale, preoccupato del «deterioramento della situazione in materia di sicurezza», corre ai ripari.
FRIBURGO
4 ore
Certificati Covid: chi li regalava, chi li vendeva, chi se li teneva
Le persone interpellate lavoravano tutte al centro di depistaggio di Granges-Paccot.
SVIZZERA
5 ore
«Sorrisi e stereotipi per spingere gli svizzeri a mangiare carne»
L'associazione ambientalista Greenpeace denuncia «le tattiche pubblicitarie sporche» dell'industria della carne
BASILEA CAMPAGNA
5 ore
Trovato un pollice mozzato
Il dito è stato rinvenuto nel retro di un condominio con annesso ristorante. La sua provenienza è tuttavia ignota.
SVIZZERA
5 ore
«Va migliorata la comunicazione in tempo di crisi»
È una delle raccomandazioni del Consiglio svizzero della scienza che ha analizzato la gestione della pandemia
SVIZZERA
5 ore
Stato sociale? Aiuto allo sviluppo? «No, tocca all'esercito»
Per il consigliere agli Stati Werner Salzmann (UDC) l'esercito ha perso capacità negli ultimi anni.
BERNA
16 ore
Cassis tratta «gli scagnozzi di Putin» con i guanti?
La Svizzera non ha comunicato l'espulsione di alcun diplomatico russo. Ciò non vuol dire che siano ancora tutti qui
FOTO
BERNA
17 ore
Le fiamme divorano la stalla
È il decimo episodio nella zona. Recentemente altri nove incendi avevano toccato le proprietà di alcuni abitanti
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile