AFP
BERNA
30.06.21 - 14:490

AstraZeneca: dalla Svizzera al resto del mondo

Il Governo svizzero ha deciso di trasmettere quattro milioni di dosi a Covax Facility

BERNA  - Il Consiglio federale ha deciso di trasferire a Covax Facility gran parte dei vaccini anti Covid AstraZeneca ordinati dalla Confederazione. Si tratta di circa 4 milioni di dosi, su un totale di 5,4 milioni, con le quali il Governo intende dare un contributo alla lotta globale alla pandemia.

La Confederazione si sta concentrando in particolare sui vaccini che si basano su una tecnologia a mRNA - prodotti da Moderna e Pfizer/BioNtech - e che hanno dimostrato di essere molto efficaci e ben tollerati. Saranno comunque utilizzati anche altri preparati, in particolare per le persone che sono intolleranti a quelli a mRNA.

Visto che c'è abbastanza vaccino disponibile per proteggere la popolazione elvetica, il Governo ha deciso di trasmettere quattro milioni di dosi del preparato di AstraZeneca all'iniziativa Oms per garantirne l'accesso a tutti i paesi del mondo.

Nelle mani della Confederazione restano 1,4 milioni di dosi, destinate alla Svizzera. Per la loro somministrazione viene data priorità alle persone che sono intolleranti ai vaccini a mRNA, hanno ricevuto una prima dose di AstraZeneca all'estero, o a coloro che vogliono un vaccino alternativo a quello a mRNA.

Questo tipo di vaccino sarà disponibile non appena Swissmedic avrà rilasciato una licenza e l'Ufficio federale di sanità pubblica (UFSP) e la Commissione federale per le vaccinazioni (CFV) avranno approvato la raccomandazione di vaccinazione.

Lo scorso anno, la Svizzera ha sostenuto Covax con 20 milioni di franchi a favore dei 92 Paesi a reddito basso. In aprile il Consiglio federale ha inoltre deciso di sostenere l'Access to COVID-19 Tools Accelerator (ACT-A) con ulteriori 300 milioni di franchi, 125 milioni dei quali confluiranno nello strumento Covax. L'obiettivo dell'ACT-A è quello di promuovere l'accesso ai vaccini anti-COVID-19, ai medicamenti e ai test nonché di potenziare i sistemi sanitari nella lotta alla pandemia.

Cos'è COVAX?
COVAX (Covid-19-Vaccine Global Access Facility) è un’iniziativa per la distribuzione globale equa dei vaccini. L’iniziativa è applicata dall’OMS in collaborazione con le Alleanze per i vaccini pubblico-private Gavi (The Gavi Alliance) e CEPI (Coalition for Epidemic Preparedness Innovations). L’UNICEF sostiene l’iniziativa in qualità di partner principale di approvvigionamento dei vaccini. COVAX è uno dei tre pilastri portanti del cosiddetto «ACT A», ovvero «Access to Covid-19 Tools Accelerator». «ACT A» è una cooperazione globale per accelerare lo sviluppo, la produzione e l’accesso equo ai test per il Covid-19, ai trattamenti con farmaci e all’approvvigionamento dei vaccini.  

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
23 min
In Svizzera netto calo dei pazienti Covid in cure intense
In decisa diminuzione i pazienti affetti dal virus in terapia intensiva, che ora occupano il 26,9% dei posti letto.
SVIZZERA
3 ore
«300 franchi a chi fa il vaccino, multa di 100 a chi non lo fa»
L'ex presidente del PS Peter Bodenmann è convinto che i no-vax "duri e puri" siano solo il 10-15% della popolazione.
GINEVRA
4 ore
«Il problema, in Svizzera, è il lassismo»
Stéphane Koch, esperto di sicurezza online, giudica «drammatico» il fatto di poter trovare dati personali sul darkweb
ARGOVIA
4 ore
Incendio a scuola, tre bambini ricoverati per intossicazione
Il fumo è fuoriuscito dal sistema di aspirazione presente nel seminterrato dell'edificio.
SVIZZERA / STATI UNITI
14 ore
«Al lavoro per un mondo più resiliente e più giusto»
Il presidente della Confederazione ha parlato alla 76esima Assemblea generale dell'Onu
FOTO
VAUD
16 ore
2000 in piazza a Losanna contro il certificato Covid all'università
La manifestazione non era autorizzata ma si è svolta senza problemi
FOTO
SVIZZERA
16 ore
I raduni per protestare contro la violenza della polizia
I raduni sono avvenuti su appello del collettivo "Exit Racism Now"
ZURIGO
17 ore
Parmelin vuole giornate lavorative di 15 ore e più lavoro domenicale
Il ministro dell'Economia ha presentato un “compromesso” relativo alla legge sull'orario di lavoro.
SVIZZERA
19 ore
La cultura vuole ancora i test gratuiti
Secondo gli esponenti del settore si è ancora lontani dalla normalità e dal 1° ottobre potrebbe esserci un peggioramento.
SVIZZERA
19 ore
GastroSuisse pretende l'indennizzo
I presidenti delle 26 sezioni cantonali auspicano inoltre un rapido piano di uscita dalla pandemia.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile