Keystone
Le piogge hanno causato parecchi danni e disagi, specie nella Svizzera occidentale.
SVIZZERA
29.06.21 - 23:050
Aggiornamento : 23:20

Un giugno molto caldo, ma anche parecchio temporalesco

Con una temperatura media di 14.4°C, il mese che si sta per concludere sarà il quarto giugno più caldo di sempre.

Si tratta di 2.6°C in più rispetto alla norma degli ultimi 40 anni, ma il record del 2003 è comunque lontano. A nord delle Alpi registrati anche nuovi primati di pioggia.

LOCARNO - In Svizzera il mese di giugno che si sta per concludere risulterà il quarto più caldo dall’inizio delle misurazioni nel 1864, assieme a giugno 2002. I primi e gli ultimi dieci giorni del mese sono stati caratterizzati, soprattutto a nord delle Alpi, da molti temporali. I fenomeni sono risultati particolarmente intensi a partire dal 18 del mese, con forti precipitazioni, grandine e forti raffiche di vento.

Temperatura mensile quasi da primato - Su scala nazionale - stando ai dati forniti da MeteoSvizzera - la temperatura media del mese di giugno risulterà pari a 14.4 °C, ossia superiore alla norma 1981 – 2010 di 2.6 °C. Alle basse quote nordalpine la temperatura mensile risulterà compresa fra 19 e 20 °C, cioè da 2 a 3 °C superiore alla norma, mentre a sud delle Alpi essa si attesterà attorno a 22 °C, un valore da 2.5 a 3 °C superiore alla norma. Nelle località di montagna lo scarto dalla media sarà invece compreso fra 2.5 e 3.5 °C.

Il mese di giugno del 2002 aveva fatto registrare la stessa temperatura media del giugno di quest’anno, inferiore solamente a quella dei mesi di giugno del 2019 e del 2017, quando essa fu di poco superiore ai 15 °C. Il mese di giugno più caldo mai registrato risale al 2003, quando si registrò una temperatura media di 17.3 °C, valore superiore alla norma di ben 5.5 °C.

Nuovi primati di pioggia - Oltre che caldo, il mese di giugno è stato tuttavia anche parecchio piovoso. In alcune stazioni nordalpine è stato misurato il doppio del quantitativo di precipitazione medio del mese di giugno. Sono stati quindi misurati nuovi primati di pioggia mensili, con accumuli che in alcuni casi superano abbondantemente i record precedenti. A titolo di esempio riportiamo i valori di Buchs-Aarau e di Thun aggiornati al 29 giugno.

Presso la stazione di misura di Buchs-Aarau, dove le misure sono iniziate nel 1959, in questo mese di giugno sono caduti finora 252 mm di pioggia. Il record precedente risale al 1986 con 216.7 mm. A Thun la somma mensile delle precipitazioni ammonta a 263 mm. Il primato precedente era detenuto dai 241.4 mm del 2001 (inizio delle misure nel 1875).

Al Sud poche precipitazioni - Discorso diverso per quel che riguarda il Sud delle Alpi e l’Engadina, dove a livello locale non sono caduti più di 30 - 40 mm. Per queste regioni si tratta di accumuli che corrispondono al 20-30% della norma 1981-2010.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
«Sul turismo degli acquisti abbiamo sbagliato»
Berna ha ammesso «parziali carenze» nella gestione delle multe all'inizio della pandemia.
SVIZZERA
4 ore
Vaccino di buon mattino? Potrebbe essere più efficace
Lo dimostra un recente studio condotto dall'Università di Ginevra.
BERNA
4 ore
Alpinista morto sulla Jungfrau
È finito in un crepaccio: il corpo è stato trovato a una profondità di circa 27 metri
SVIZZERA
7 ore
Certificato sulle piste: «Non è l'associazione di categoria che decide»
«È presuntuoso dire già che non ci sarà un obbligo di Covid-pass sulle piste. Sarà il Consiglio federale a decidere».
SVIZZERA
7 ore
Positivi in forte aumento, decessi e ricoveri in calo
Stando all'aggiornamento dell'UFSP, sono due i nuovi decessi avvenuti a causa di un decorso infelice della malattia.
SVIZZERA
7 ore
In Svizzera si scierà senza certificato Covid
Lo ha deciso l'associazione di categoria degli impianti. Sulle funivie sarà invece obbligatoria la mascherina
SVIZZERA
9 ore
Berna autorizza una manifestazione contro il certificato Covid
I promotori si sono impegnati a rispettare un piano di sicurezza. E sconsigliano di prendere parte a proteste abusive
SVIZZERA
9 ore
I ghiacciai perdono ancora terreno, nonostante la neve e l'estate fresca
Nel 2021 hanno perso l'1% del loro volume, come rilevato dall'Accademia svizzera di scienze naturali
SVIZZERA
10 ore
Altre cinque aziende si impegnano per il clima
PostFinance, Autopostale, SSR, Flughafen Zürich e RUAG hanno aderito all'iniziativa energia e clima esemplare
SVIZZERA
12 ore
La paura del black-out riaccende il dibattito sul nucleare
L'esperto: «L'approvvigionamento elettrico deve avere la massima priorità». E le fonti rinnovabili non bastano
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile