Keystone
SVIZZERA
17.06.21 - 21:450

I centri commerciali hanno perso un miliardo a causa della pandemia

Nei quasi 200 "paradisi dello shopping" svizzeri la flessione del fatturato nel 2020 è stata in media del 5,8%.

A soffrire maggiormente sono stati quelli dalle dimensioni maggiori e con un'elevata proporzione di prodotti non alimentari.

ZURIGO - Quando i centri commerciali svizzeri hanno potuto riaprire, sono stati presi d'assalto dalla clientela. Questo perché si è potuti tornare a effettuare fisicamente degli acquisti di beni considerati non di prima necessità, anche di natura differente fra loro, nel medesimo luogo. A San Gallo, solo per fare un esempio, erano state 35mila le persone che in un solo giorno si erano riversate nella locale "Shopping Arena".

Quindi l'emergenza nel settore è rientrata? Non proprio, perché la pandemia di coronavirus (e le relative restrizioni) ha lasciato strascichi non indifferenti nei bilanci dei circa 191 centri commerciali svizzeri. Nel 2020, questi "paradisi dello shopping" hanno subito mancati introiti quantificabili in circa un miliardo di franchi, con una flessione del fatturato che ammonta al 5,8% rispetto all'anno precedente. «Tanto, ma meno di quanto si temesse inizialmente», commenta l'associazione di categoria Swiss Council of Shopping Place, che ha fornito i dati. Durante il primo lockdown (durato dal 16 marzo al 11 maggio), la perdita era per contro stata di circa 1,87 miliardi di franchi svizzeri (in parte recuperati dopo la riapertura).

La stessa associazione mette pure in luce come vi siano forti differenze, sia a livello regionale che in rapporto al tipo di negozi: come era prevedibile, sono rimaste penalizzate in particolare le offerte legate al comparto non alimentare e alla ristorazione. Anche le dimensioni dei centri contano: quelli piccoli hanno assorbito meglio il colpo rispetto a quelli di dimensioni maggiori: prendendo quale esempio i due più grandi templi dello shopping elvetico, il Glattzentrum di Wallisellen (ZH) e lo Shoppi Tivoli di Spreitenbach (AG), questi hanno visto i ricavi scendere rispettivamente del 14% (a 514 milioni) e del 15% (a 345 milioni).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 min
Legge Covid-19: la "battaglia" è cominciata
Tra due mesi si voterà sulla Legge Covid-19. Per il Consiglio federale la base normativa va assolutamente approvata.
SVIZZERA
55 min
Complotti, fake news, razzismo: un cocktail pericoloso
Per la Commissione federale contro il razzismo si tratta di piaghe sempre più sotto la luce dei riflettori.
ZUGO
1 ora
Strage in Parlamento, sono passati 20 anni
Il 27 settembre del 2001 Friedrich Leibacher uccise 14 persone, poi si tolse la vita.
SVIZZERA
2 ore
Gli scettici puntano al Nazionale
I movimenti d'opposizione alle norme anti-Covid starebbero preparandosi alle elezioni del 2023
LUCERNA
10 ore
Delitto alla stazione di servizio, la vittima è un 20enne
A perdere la vita durante lo scontro, che ha coinvolto una dozzina di persone, un 20enne kosovaro
Berna
12 ore
Decessi Covid nelle case per anziani, i Cantoni si preparano alla terza dose
Secondo Stefan Fux, Direttore di una casa di riposo, «la vaccinazione sta perdendo la sua efficacia»
BERNA
16 ore
Partecipazione al voto superiore alla media degli ultimi anni
Tra i meno diligenti anche il Ticino, fermo sotto il 48%.
BERNA
17 ore
«Chi si ama e vuole sposarsi deve poterlo fare»
Sul Matrimonio per tutti «i cittadini hanno votato chiaramente», ha detto Karin Keller-Sutter.
BERNA
17 ore
Un alpinista muore allo Schreckhorn
L'uomo si trovava in alta quota per un'escursione in solitaria
Berna
19 ore
Donne viste come materassi del sesso nell'esercito
Diversi casi sono approdati davanti al tribunale militare secondo cui «non c'è spazio per determinati comportamenti»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile