Keystone (archivio)
SVIZZERA
18.05.21 - 12:280

Inizio anno in Tribunale per Pierin Vincenz

Il processo contro l'ex presidente della direzione di Raiffeisen avrà luogo dal 25 al 29 gennaio 2022 a Zurigo.

Il banchiere dovrà rispondere dei reati di truffa per mestiere, appropriazione indebita, falsità in documenti e amministrazione infedele.

ZURIGO - Il processo contro Pierin Vincenz, ex presidente della direzione di Raiffeisen, si terrà nel gennaio 2022: lo ha indicato un portavoce del tribunale distrettuale di Zurigo, confermando una notizia diffusa oggi da Tages-Anzeiger e testate consorelle.

Il quotidiano zurighese - che parla del più grande processo di criminalità economica dai tempi di Swissair, che vide peraltro assolti tutti gli accusati - indica anche le date, che dovrebbero essere dal 25-29 gennaio.

Un tempo banchiere molto reputato, il 65enne Vincenz sarà alla sbarra come ex presidente del consiglio di amministrazione della società Aduno (1999-2017) e come ex Ceo (1999-2015) della cooperativa Raiffeisen Svizzera, che sotto la sua guida è diventata il terzo gruppo bancario del paese. Insieme a lui sul banco degli accusati figureranno anche altre cinque persone, fra cui l'ex numero uno di Aduno Beat Stocker.

I capi d'imputazione sono fra l'altro truffa per mestiere, appropriazione indebita, falsità in documenti e amministrazione infedele. Laureato all'HSG di San Gallo, Vincenz è sospettato di essersi arricchito personalmente attraverso le acquisizioni operate da Aduno, gruppo zurighese attivo nel settore dei pagamenti senza contanti di proprietà delle banche (fra cui Raiffeisen), di cui è stato presidente dalla sua fondazione nel 1999 e fino al giugno 2017. La vicenda aveva avuto l'effetto di un terremoto per Raiffeisen, che si era vista costretta a rinnovare in larga parte i vertici ed era stata duramente redarguita dall'autorità di vigilanza Finma.

Molto chiacchierate sulla stampa sono state inoltre le presunte spese folli che il Ceo avrebbe addebitato al suo datore di lavoro: l'atto di accusa parla per esempio di 91'000 franchi spesi al King's Club di Zurigo, un locale a luci rosse. Vicenz avrebbe pagato con la carta di credito Raiffeisen anche le sue frequentazioni in noti locali per adulti di Lugano e di Paradiso, come pure in altre numerose analoghe strutture di piacere in patria e all'estero. Per gli amanti della storia economica, va rilevato che la prima banca Raiffeisen in Svizzera è stata fondata (nel 1899) da un sacerdote, Johann Traber (1854-1930), che è anche all'origine della federazione degli istituti affidata un secolo dopo a Vincenz.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
«300 franchi a chi fa il vaccino, multa di 100 a chi non lo fa»
L'ex presidente del PS Peter Bodenmann è convinto che i no-vax "duri e puri" siano solo il 10-15% della popolazione.
GINEVRA
3 ore
«Il problema, in Svizzera, è il lassismo»
Stéphane Koch, esperto di sicurezza online, giudica «drammatico» il fatto di poter trovare dati personali sul darkweb
ARGOVIA
3 ore
Incendio a scuola, tre bambini ricoverati per intossicazione
Il fumo è fuoriuscito dal sistema di aspirazione presente nel seminterrato dell'edificio.
SVIZZERA / STATI UNITI
13 ore
«Al lavoro per un mondo più resiliente e più giusto»
Il presidente della Confederazione ha parlato alla 76esima Assemblea generale dell'Onu
FOTO
VAUD
15 ore
2000 in piazza a Losanna contro il certificato Covid all'università
La manifestazione non era autorizzata ma si è svolta senza problemi
FOTO
SVIZZERA
15 ore
I raduni per protestare contro la violenza della polizia
I raduni sono avvenuti su appello del collettivo "Exit Racism Now"
ZURIGO
16 ore
Parmelin vuole giornate lavorative di 15 ore e più lavoro domenicale
Il ministro dell'Economia ha presentato un “compromesso” relativo alla legge sull'orario di lavoro.
SVIZZERA
18 ore
La cultura vuole ancora i test gratuiti
Secondo gli esponenti del settore si è ancora lontani dalla normalità e dal 1° ottobre potrebbe esserci un peggioramento.
SVIZZERA
18 ore
GastroSuisse pretende l'indennizzo
I presidenti delle 26 sezioni cantonali auspicano inoltre un rapido piano di uscita dalla pandemia.
SVIZZERA
19 ore
Condannati tre manifestanti in bici
Avevano partecipato a una manifestazione a maggio 2020, infrangendo le norme anti-Covid
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile