Keystone
BERNA
16.05.21 - 13:350
Aggiornamento : 13:55

Il Credit Suisse e quelle «violazioni ignorate»

Secondo la NZZ am Sonntag, la grande banca svizzera sarebbe quella che più tiene occupata la FINMA.

Le alte perdite dell'istituto hanno anche conseguenze politiche.

BERNA - Credit Suisse attira oggi l'interesse di tre domenicali svizzerotedeschi, secondo i quali i dirigenti della grande banca avrebbero chiuso un occhio per anni sulle violazioni dei regolamenti.

La "NZZ am Sonntag" riferisce che l'istituto sarebbe attualmente la banca che tiene più occupata la Finma, l'autorità di vigilanza dei mercati finanziari. Stando al domenicale, la direzione della seconda maggior banca svizzera avrebbe trascurato per anni presunte violazioni delle norme e la Finma ha avviato cinque procedure contro l'istituto per rimediare a queste omissioni. "Credit Suisse: i manager hanno guardato dall'altra parte", titola la testata zurighese.

I casi più recenti riguarderebbero i miliardi persi con i fondi Greensill e Archegos. Ci sono state anche indagini sul riciclaggio di denaro e sullo spionaggio dei dirigenti. Un rapporto mostra che Credit Suisse avrebbe ignorato più di 100 segnalazioni di avvertimento.

Il "SonntagsBlick" riporta un caso specifico del periodo in cui Urs Rohner era a capo del consiglio di amministrazione. Si tratta di un consulente della clientela che gestiva i fondi dei super-ricchi dell'Europa dell'est. Un collaboratore che avrebbe fatto guadagnare alla banca circa 25 milioni di franchi all'anno.

Era diventato una star, ma sarebbe stato anche un truffatore che avrebbe investito il patrimonio dei suoi clienti in operazioni ad alto rischio a loro insaputa, scrive il domenicale. Avrebbe falsificato documenti e nel contempo messo parte del denaro nelle proprie tasche. Nonostante gli avvertimenti, ha continuato a lavorare per la grande banca. È stato licenziato solo nel 2015, dopo che aveva fatto speculazioni eccessive in modo massiccio.

Dal canto suo la "SonntagsZeitung" sottolinea che le alte perdite del CS hanno anche conseguenze politiche. La consigliera nazionale Prisca Birrer-Heimo (PS/LU) ha messo la questione all'ordine del giorno della Commissione dell'economica del Consiglio nazionale, che si riunirà lunedì e martedì. Sarà presente anche un membro della Finma per rispondere alle domande. La questione centrale sarà se e come la regolamentazione delle grandi banche debba essere rafforzata. La maggiore necessità d'intervento riguarda la gestione dei rischi, dove ci sono lacune lampanti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
LUCERNA
3 ore
Delitto alla stazione di servizio, la vittima è un 20enne
A perdere la vita durante lo scontro, che ha coinvolto una dozzina di persone, un 20enne kosovaro
Berna
4 ore
Decessi Covid nelle case per anziani, i Cantoni si preparano alla terza dose
Secondo Stefan Fux, Direttore di una casa di riposo, «la vaccinazione sta perdendo la sua efficacia»
BERNA
9 ore
Partecipazione al voto superiore alla media degli ultimi anni
Tra i meno diligenti anche il Ticino, fermo sotto il 48%.
BERNA
9 ore
«Chi si ama e vuole sposarsi deve poterlo fare»
Sul Matrimonio per tutti «i cittadini hanno votato chiaramente», ha detto Karin Keller-Sutter.
BERNA
10 ore
Un alpinista muore allo Schreckhorn
L'uomo si trovava in alta quota per un'escursione in solitaria
Berna
12 ore
Donne viste come materassi del sesso nell'esercito
Diversi casi sono approdati davanti al tribunale militare secondo cui «non c'è spazio per determinati comportamenti»
SAN GALLO
14 ore
36enne accoltellato, fermati due presunti colpevoli
Gli agenti hanno trovato l'uomo ferito in un appartamento.
BERNA
14 ore
Sì al "matrimonio per tutti", no al 99 per cento
Approvata l'iniziativa sulle coppie omosessuali (64 per cento). Respinta la tassazione dei capitali (67%)
SVIZZERA/TICINO
15 ore
Urne aperte, chi la spunterà?
Matrimonio per tutti, 99 per cento, pigioni abusive e altro ancora. Si vota su due iniziative federali e tre cantonali
SVIZZERA
16 ore
«Sono estremisti monotematici»
I No Pass e No Vax in Svizzera stanno alzando il tiro. La Rete per la sicurezza: «Rischio radicalizzazione»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile