tipress
BERNA 
12.05.21 - 16:120

«Bene le riaperture, ma non troppo veloci»

Questa la posizione della CDS in merito ai passi da compiere per uscire dalla crisi sanitaria.

I continui cambiamenti, secondo la Conferenza delle direttrici e dei direttori cantonali della sanità, rendono più difficile il rispetto delle regole per la popolazione e i settori interessati

BERNA  - Sostegno alle misure di alleggerimento annunciate oggi dal Consiglio federale, ma anche un appello a non andare troppo spediti con le riaperture.

È questa in sintesi la posizione della Conferenza delle direttrici e dei direttori cantonali della sanità (CDS) in merito ai passi da compiere per uscire dalla crisi sanitaria.

I continui cambiamenti rendono più difficile il rispetto delle regole per la popolazione e i settori interessati, sostiene la CDS in una nota, aggiungendo che gli organizzatori di eventi, le scuole, i ristoratori, le istituzioni culturali, i club sportivi, ma anche i clienti e i partecipanti non possono adeguarsi ogni due o tre settimane.

In particolare, la CDS chiede meno tappe, ma più chiare. A suo avviso, in tutte le fasi dovrebbe essere concesso un periodo di tempo sufficientemente lungo per valutare la situazione, in modo da poter osservare gli effetti sul tasso di nuove infezioni. Le misure annunciate dovrebbero inoltre essere armonizzate tra le diverse regioni e facili da ricordare per la popolazione.

Per rispettare la parità di trattamento, dovrebbe essere garantito un certo grado di coordinamento tra i diversi settori di attività (sport, cultura, luogo di lavoro, trasporti pubblici, ecc.). Sarebbe per esempio incomprensibile per la popolazione se i grandi eventi fossero permessi già a giugno, mentre altre attività restassero soggette a severe restrizioni.

I cantoni si dicono infine fiduciosi che il certificato Covid possa essere disponibile entro un mese. Manterranno i ritmi di vaccinazione, a condizione di ricevere le dosi promesse.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
La chiusura delle palestre «ha danneggiato la salute dei clienti»
Non solo fisicamente, ma anche psicologicamente, secondo la federazione svizzera del settore
BASILEA
1 ora
Lite, spunta un coltello: grave un 48enne
L'aggressore è riuscito a far perdere le sue tracce
ZURIGO
3 ore
Ci sono più certificati che vaccinati e guariti messi assieme
Secondo l'Ufsp non si tratta di falsi. Ciò è possibile per quattro ragioni differenti.
ZURIGO
3 ore
Proprietario di agenzia di modelli condannato per molestie
La condanna è di tre anni, di cui uno da scontare. L'imputato sostiene che molte dichiarazioni siano false
SVIZZERA
5 ore
Lo Stato raccomanda il telelavoro, i capi impongono il ritorno in ufficio
Sono diversi i dipendenti che si interrogano sui vincoli dettati dai loro datori di lavoro.
TURGOVIA
5 ore
Mezzo pesante e bicicletta si scontrano: morto un 72enne
L'incidente è avvenuto nel pomeriggio a Kreuzlingen, la polizia cerca testimoni
ZURIGO
7 ore
Filmava bambini nudi, condannato
Ha effettuato le riprese in una struttura balneare per naturisti: un 57enne dovrà scontare 26 mesi di prigione
SVIZZERA
8 ore
A Berna nessuna manifestazione contro le misure anti-Covid
Era prevista per domani ma i promotori delle proteste e la città di Berna non hanno trovato un accordo.
BASILEA
10 ore
Fiocco rosa allo Zoo di Basilea: è nata Safiya
La piccola Safiya pesa poco più di cinque chili
SVIZZERA
11 ore
In Svizzera netto calo dei pazienti Covid in cure intense
In decisa diminuzione i pazienti affetti dal virus in terapia intensiva, che ora occupano il 26,9% dei posti letto.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile