20min/Marco Zangger
SVIZZERA
03.05.21 - 10:300

Clima e povertà: «La Svizzera deve fare di più»

Caritas ha ricordato che ogni cittadino elvetico emette quasi quattordici tonnellate di CO2. La media mondiale è di sei

Secondo l'ONG la Legge sul CO2 sarebbe un primo passo per assumersi «parte della responsabilità di frenare il cambiamento climatico»

BERNA - Berna deve instaurare una giustizia climatica. È quanto chiede oggi Caritas, ricordando che la Svizzera è un grande produttore di gas a effetto serra - uno dei maggiori in termini di emissioni per abitante - mentre sono i paesi in via di sviluppo a essere colpiti più duramente dal cambiamento climatico.

In una conferenza stampa odierna, l'organizzazione ha ricordato che, secondo i dati dell'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM), la Confederazione emette quasi quattordici tonnellate di CO2 equivalente per abitante, ciò che rappresenta più del doppio della media mondiale, situata a sei tonnellate.

Sebbene si sia assistito a una leggera diminuzione della produzione di gas a effetto serra all'interno dei confini elvetici, l'impronta climatica della Svizzera sta aumentando all'estero, a causa dell'esternalizzazione dell'industria pesante, a un mercato finanziario che si basa ancora sull'estrazione del carbone e sull'industria petrolifera, e alle importazioni a basso costo dai paesi poveri, è stato sottolineato nel corso di una conferenza stampa a Berna.

Calore, siccità o inondazioni: il riscaldamento globale minaccia tutti, ma i suoi effetti sono già una realtà nei Paesi del sud. Nel Sahel, per esempio, l'80% della popolazione lavora nell'agricoltura e dipende da precipitazioni sufficienti. Le crescenti siccità sono una minaccia economica, la povertà e la fame stanno aumentando e i più poveri diventano ancora più vulnerabili e sono spinti all'esilio, ha messo in guardia Caritas.

L'organizzazione ritiene pertanto che la Svizzera debba assumersi parte della responsabilità di frenare il cambiamento climatico, in primo luogo riducendo «radicalmente» le sue emissioni di gas a effetto serra. La legge riveduta sul CO2 è un «primo passo decisivo in questa direzione», secondo l'ong.

Quest'ultima è già impegnata ad aiutare le persone colpite con progetti climatici come lo stoccaggio dell'acqua, l'uso di sementi resistenti alla siccità o investimenti in tecnologie innovative. Chiede comunque a Berna di sostenere maggiormente i paesi poveri nella protezione del clima e nell'adattamento al cambiamento climatico.

Secondo Caritas, la Svizzera dovrebbe raddoppiare i suoi fondi per il clima destinati ai Paesi in via di sviluppo - in aggiunta all'aiuto allo sviluppo - portandoli ad almeno un miliardo di franchi all'anno. Dovrebbe anche fare di più per indennizzare i paesi più poveri, è stato sottolineato. «È solo una questione di volontà politica e sociale».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
SVIZZERA
31 min
La capsula futuristica dove si può morire da soli potrebbe presto arrivare in Svizzera
Ne è certa Exit International. Il dispositivo, che funziona senza farmaci, si può fare anche con una stampante 3D
SVIZZERA
2 ore
«Abbiamo toccato il record di casi da inizio pandemia»
Alta tensione nelle strutture ospedaliere: il Consiglio federale mette migliaia di militi a disposizione dei Cantoni.
SVIZZERA
2 ore
In Svizzera 9'571 nuovi contagi e 28 decessi in ventiquattro ore
Le unità di terapia intensiva sono piene all'80%. Il 31% dei letti è occupato da pazienti Covid
SVIZZERA
3 ore
Anziani, vaccinatevi!
È l'appello del Consiglio svizzero degli anziani
SVIZZERA
6 ore
Lunga vita alla radio FM
Una mozione chiede la disattivazione solo quando DAB e radio web avranno raggiunto una quota di mercato del 90%
SVIZZERA
9 ore
Il "certificato" sulla bocca di tutti
Si tratta del termine più significativo dell'anno elvetico. Al secondo posto "urgenza", seguita da "exploit"
Berna
20 ore
Test gratuiti: sì, ma non tutti
Il Consiglio degli Stati vuole escludere antigenici rapidi per uso personale e sierologici non ordinati dal cantone
SVIZZERA
21 ore
Due bambini rimpatriati dalla Siria
L'operazione è effettuata con il consenso della madre e in collaborazione con le varie autorità.
VALLESE
23 ore
Meteorite si schianta su un ghiacciaio vallesano
Grande quanto un mandarino, è precipitato sul ghiacciaio di Corbassère ma non è ancora stato trovato.
SVIZZERA
1 gior
Triage? «I vaccinati abbiano la precedenza in terapia intensiva»
Precedenza a chi ha ricevuto il vaccino? L'Accademia svizzera delle scienze mediche non ne vuole sentir parlare.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile