Ti-Press
SVIZZERA
28.04.21 - 12:290
Aggiornamento : 17:56

Papà e mamma non pagano i premi? «La colpa non deve ricadere sui figli»

Berna ritiene che i minori non debbano essere considerati responsabili e auspica l'abolizione degli elenchi dei morosi.

Il Consiglio federale teme che queste "Black List", la cui utilità «non è mai stata provata», possano «compromettere le cure mediche di base delle persone in modeste condizioni economiche».

BERNA - I minori non devono essere considerati responsabili dei premi dell'assicurazione malattia non pagati dai genitori. Lo pensa il Consiglio federale, che inoltre auspica l'abolizione degli elenchi di assicurati in mora.

Nella sua seduta odierna, il governo ha preso posizione sul rapporto della Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio degli Stati (CSSS-S) concernente l'esecuzione dell'obbligo di pagare i premi da parte degli assicurati. Il Parlamento dovrà pronunciarsi in merito, viene ricordato in una nota.

Il rapporto dà seguito all'iniziativa depositata dal canton Turgovia nel 2016, che chiede di adeguare le disposizioni della legge federale sull'assicurazione malattia sulla copertura dei premi non pagati. Nel suo parere, l'esecutivo accoglie le proposte della CSSS-S relative ai minori, sui quali non graveranno più i premi non pagati dai genitori.

Il governo suggerisce inoltre d'iscrivere nella legge la nullità delle procedure d'esecuzione contro minori per mancato versamento dei premi dell'assicurazione malattia e delle partecipazioni ai costi.

Per ridurre le spese a carico di cittadini e Cantoni, il Consiglio federale appoggia la commissione anche nel voler limitare a due all'anno il numero di procedure d'esecuzione. Vorrebbe poi contenere gli importi dei costi di sollecito e diffida degli assicuratori, che dovrebbero riflettere unicamente gli oneri effettivamente sostenuti.

Contrariamente alla maggioranza della CSSS-S invece, il Consiglio federale è favorevole all'abolizione degli elenchi di assicurati morosi. Il suo timore è che tali "blacklist" possano compromettere le cure mediche di base delle persone in modeste condizioni economiche. Per di più, la loro utilità non è mai stata provata.

Il Ticino è uno dei pochi Cantoni a usare queste liste: gli altri sono Argovia, Lucerna, Zugo e Turgovia. Il Parlamento di San Gallo ha recentemente votato per abolirle. Da ricordare come dall'inizio del 2021 nessuno includa più i minorenni negli elenchi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
4 ore
Terza dose. Con quale vaccino? Da quando? E il certificato?
Domande e risposte sulla vaccinazione anti-Covid di richiamo, approvata oggi da Swissmedic per le persone a rischio
BASILEA
7 ore
Il controllore omicida è al sicuro a Hong Kong
Karim Ouali ha fatto perdere le sue tracce nel 2011. Ora la Cina non vuole estradarlo
GRIGIONI
9 ore
«Vogliamo che venga finalmente rinchiuso»
Nel 2017 il frontale costato la vita a una 27enne. Condannato, l'automobilista non aveva accettato la sentenza
FOTOGALLERY
VAUD
11 ore
Tonnellate di spazzatura disseminate sull'A1
Un incidente avvenuto stamattina ha causato la chiusura dell'autostrada fra Nyon e Gland fino alle 18.
BERNA
13 ore
«I contagi continueranno ad aumentare»
Patrick Mathys in merito alla pandemia: «Solo in due cantoni il tasso di riproduzione è ancora sotto l'1»
SVIZZERA
13 ore
Covid, 1'491 casi e 9 decessi in Svizzera
In diminuzione i pazienti ricoverati in cure intense a causa del virus, che occupano ora l'11,6% dei posti letto.
SVIZZERA
14 ore
La Svizzera è sempre più calda
Temperature superiori ai 25 gradi per 80 giorni sul Ticino meridionale, e tra 40 e 60 giorni sull'Altopiano
SVIZZERA
14 ore
Via libera alla terza dose
L'ok di Swissmedic alla somministrazione in Svizzera per i preparati Moderna e Pfizer/BioNTech
SVIZZERA
15 ore
"Svizzero" per errore, non ha più diritto alla nazionalità
Il Tribunale federale ha respinto il ricorso di un giovane che a torto e a lungo è stato considerato cittadino elvetico.
SVIZZERA
16 ore
Il Covid ha dimezzato l'uso dei trasporti pubblici
All'inizio del 2021 si percorreva una media di 3,6 chilometri al giorno, il 52% in meno rispetto all'anno precedente
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile