Immobili
Veicoli
Archivio Keystone
GRIGIONI
23.04.21 - 11:140

Nei Grigioni adeguamenti per i casi di rigore

Ecco cosa cambia dopo le decisioni prese dalla Confederazione

COIRA - Il Canton Grigioni ha adeguato l'esecuzione dei provvedimenti per i casi di rigore alle decisioni prese dalla Confederazione. In particolare, a partire dal 1. aprile, per le imprese con un giro d'affari annuo fino a cinque milioni di franchi il limite dei contributi è stato aumentato ad al massimo un milione di franchi.

Inoltre Coira ha ripreso le modifiche per altri due tipi di aziende, decise da Berna: si tratta delle imprese costituite tra il 1. marzo e il 30 settembre 2020 e di quelle che conseguono un fatturato annuo superiore a cinque milioni di franchi, precisa la Cancelleria dello Stato retica in una nota odierna.

Le aziende grigionesi istituite tra il 1. marzo e il 30 settembre dello scorso anno possono quindi fin da subito presentare una domanda per gli aiuti finanziari previsti per i casi di rigore.

Le imprese che hanno già inoltrato una richiesta e che hanno ricevuto una risposta negativa non devono presentarne una nuova. Le domande saranno riesaminate d'ufficio, sottolineano le autorità cantonali.

Aziende con fatturato superiore a 5 milioni - Per le aziende con un fatturato annuo medio superiore a cinque milioni di franchi valgono le regole della Confederazione, uniformi a livello federale: si tratta di un limite di contributo di cinque milioni di franchi e del 20% del giro d'affari dell'anno precedente. Per cali del fatturato superiori al 70% vale un limite di dieci milioni di franchi e del 30%.

Per le imprese vale inoltre una «partecipazione condizionata agli utili». I contributi erogati a partire dal primo aprile 2021 dovranno infatti essere rimborsati al Cantone a seconda dell'utile annuo imponibile 2021. Si tiene conto delle perdite del 2020. Le aziende con un giro d'affari superiore a cinque milioni di franchi non devono presentare una nuova domanda, se ne hanno presentata già una, precisano ancora le autorità retiche.

Riaperture del 19 aprile 2021 - Infine, gli aiuti per casi di rigore vengono mantenuti anche dopo le riaperture del 19 aprile 2021. Ciò vale in particolare per gli esercizi di ristorazione, dato che non sono ancora integralmente aperti.

In una prima fase il Canton Grigioni indennizzerà le imprese per i cali del fatturato subiti dall'inizio della pandemia, ovvero a metà marzo 2020, fino al mese di marzo 2021 compreso. In merito ai contributi concernenti cali del giro d'affari a partire dal primo aprile 2021 e nei mesi successivi le autorità informeranno in un secondo momento, conclude il comunicato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SOLETTA
8 ore
Minacce con pistola su Tiktok, 23enne in arresto
In un live streaming il giovane ha minacciato di sparare a se stesso o ad altri.
SVIZZERA/FRANCIA
13 ore
Svizzero muore di ipotermia nell'indifferenza dei passanti
Il fotografo René Robert è caduto a terra nel cuore di Parigi, ma nessuno, per nove ore, l'ha aiutato.
ZURIGO
15 ore
Processo Vincenz: chiesti 6 anni
Secondo la procura l'ex direttore di Raffeisen ha causato danni finanziari anche fatali per la società Aduno
SVIZZERA
15 ore
Condanna in appello per Illi e Blancho
Al primo sono stati inflitti 16 mesi per dei video di propaganda islamica. Il secondo dovrà pagare una multa.
BERNA
15 ore
Aumento dei premi in vista secondo Santésuisse
Ciò a causa della crescita delle spese, specie nel settore ambulatoriale medico e ospedaliero
SVIZZERA
16 ore
Demolito il record di ieri: oggi quasi 45mila casi in Svizzera
Si tratta di un nuovo picco assoluto dall'inizio della crisi sanitaria.
SAN GALLO
19 ore
Vendevano migliaia di Covid Pass illegali, arrestati
I certificati sarebbero stati creati attraverso gli account di alcuni dipendenti di vari centri test.
VALLESE
20 ore
Il Vallese toglie l'obbligo di mascherina a scuola
Si parte dalle elementari, seguiranno gli studenti delle medie. Altri annunci sono attesi «nelle prossime ore o giorni»
SVIZZERA
21 ore
Simboli nazisti: «La leggerezza si è diffusa»
I consiglieri nazionali del PS e del centro chiedono il divieto di simboli come la svastica e il saluto nazista.
FOTO
SCIAFFUSA
22 ore
Finisce nell'altra corsia, il frontale gli è fatale
Un 77enne è deceduto ieri tra Sciaffusa e Bargen
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile