keystone
BERNA
21.04.21 - 11:570

Biglietti aerei: «Evitare che tassa porti alla fuga verso gli scali esteri»

È quanto chiede una mozione della "senatrice" Eva Herzog (PS/BS)

Se la tassa dovesse causare «un indesiderato trasferimento di passeggeri», il Consiglio federale proporrà delle misure per contrastare l'evoluzione.

BERNA - Se in seguito all'eventuale adozione di una tassa sui biglietti aerei, inclusa nella Legge sul CO2 su cui si voterà il 13 di giugno, si dovesse assistere a un trasferimento di viaggiatori svizzeri negli scali esteri, specie quello binazionale di Basilea/Mulhouse, il Consiglio federale dovrà adottare misure per attenuare tale fenomeno.

È quanto chiede una mozione della "senatrice" Eva Herzog (PS/BS) adottata dalla Commissione dell'ambiente, della pianificazione del territorio e dell'energia del Consiglio nazionale (CAPTE-N) per 16 voti a 5 e 4 astensioni, precisa una nota odierna dei servizi parlamentari. La tassa sarà verosimilmente applicata dal 2022.

Eva Herzog chiede al governo di seguire l'evoluzione della domanda dei clienti e delle attività di volo, in particolare per quanto riguarda l'aeroporto binazionale di Basilea Mulhouse (ma tale sorveglianza va estesa anche da altri scali), e di presentare un primo rapporto al Parlamento entro 12 mesi dall'entrata in vigore della legge. In seguito, dovrà essere presentato al Parlamento un rapporto annuale. Se la tassa dovesse causare «un indesiderato trasferimento di passeggeri», il Consiglio federale proporrà delle misure per contrastare l'evoluzione.

Basilea/Mulhouse è suddiviso in un settore svizzero e uno francese, argomenta la "senatrice". Con l'introduzione della tassa sui biglietti aerei sui decolli effettuati in virtù del diritto in materia di trasporti elvetico, i costi di un volo europeo raddoppieranno per le compagnie aeree rispetto alle partenze effettuate secondo le disposizioni francesi.

Ciò può causare, stando alla consigliera agli Stati, un trasferimento dei passeggeri dal settore svizzero a quello francese, permettendo così di aggirare facilmente la tassa sui biglietti aerei adottata dalla Confederazione. A detta della Herzog, sono ipotizzabili anche trasferimenti da altri aeroporti svizzeri a Basilea, provocando un indesiderato aumento del traffico aereo, in contraddizione con l'obiettivo della tassa sui biglietti aerei.

All'aeroporto di Basilea/Mulhouse attualmente il 92% dei voli sottostà al diritto in materia di trasporti svizzero. Modificando notevolmente il rapporto tra tali quote, la Svizzera rischia di perdere la sua influenza su questo aeroporto situato interamente su territorio francese e potrebbe essere messo in dubbio il principio della binazionalità, scrive la "senatrice".

Oltre a un possibile aumento del traffico, la diminuzione della partecipazione all'aeroporto potrebbe avere un impatto negativo sull'esercizio dello scalo, ad esempio per quanto riguarda il divieto di volo notturno, una prassi che non è comune presso gli aeroporti regionali francesi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
27 min
In vacanza in hotel, ma solo se vaccinati o guariti
Al Kulm di St.Moritz la stagione turistica invernale inizia con una stretta sulle misure sanitarie
SVIZZERA
2 ore
«Presto potremmo dover decidere chi curare e chi no»
Il personale di cura lancia l'ennesimo allarme: le risorse sono scarse e i pazienti continuano ad aumentare.
SVIZZERA
2 ore
Un nuovo record di pacchi per la Posta
Sono 7,4 milioni quelli recapitati tra il 22 e il 30 novembre 2021. Centomila in più rispetto alla Cyber Week del 2020
SVIZZERA
3 ore
Decessi legati al Covid-19 quasi raddoppiati in una settimana
Il tasso di positività per 100mila abitanti è passato da 437,6 a 590,6: ben oltre il doppio del Ticino (269,2).
SVIZZERA
4 ore
Quarto caso di Omicron in Svizzera
La persona contagiata è rientrata nove giorni fa dal Sudafrica.
ZURIGO
5 ore
Pacchetti nel mirino dei ladri
I malviventi sono entrati in azione oggi in un quartiere di Opfikon
SVIZZERA
5 ore
Si torna sotto i 10mila contagi
I pazienti Covid occupano ora il 26,9% dei posti letto di terapia intensiva.
SVIZZERA
5 ore
«È da presuntuosi credere di poter fermare la variante»
A tu per tu con Patrick Mathys dell'UFSP su Omicron in Svizzera e le misure introdotte dalla Confederazione
SVIZZERA
7 ore
«I test siano di nuovo gratuiti»
La maggioranza del Nazionale sostiene questa proposta: «È un modo per tenere sotto controllo la pandemia».
SVIZZERA
9 ore
Nuovi approcci per combattere il coronavirus
I ricercatori svizzeri sono al lavoro su nuove piste. Si va da uno spray nasale a un vaccino da somministrare oralmente.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile