Depositphotos (archivio)
SVIZZERA
08.04.21 - 12:250

Farmaci biotech, sprechiamo almeno 100 milioni all'anno

Lo indica il nuovo barometro dei biosimilari. Più è alto il prezzo, maggiore è il guadagno per medici e farmacisti

Attraverso l'utilizzo di farmaci generici si potrebbero risparmiare almeno 100 milioni di franchi di premi assicurativi.

BERNA - Il potenziale di risparmio dei preparati d'imitazione dei medicinali prodotti biotecnologicamente non è sufficientemente sfruttato in Svizzera. E vengono così sprecati almeno 100 milioni di franchi all'anno di premi assicurativi.

È la conclusione del cosiddetto Barometro dei biosimilari (i generici su base biotecnologica), pubblicato per la prima volta. Nel 2020, circa il 75% dell'aumento dei costi dell'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie è imputabile ai trattamenti per il cancro e le malattie autoimmuni, afferma un comunicato odierno dell'associazione delle assicurazioni malattia Curafutura, del gruppo di lavoro Biosimilar.ch e dell'associazione industriale Intergenerika.

I farmaci prodotti con biotecnologie sono fondamentali per il trattamento di queste malattie, ma sono complessi e costosi. Secondo gli autori del Barometro dei biosimilari, l'alternativa dei "generici" di imitazione è conveniente e altrettanto efficace. Secondo i calcoli di Intergenerika, si potrebbe far risparmiare al sistema sanitario svizzero circa 100 milioni di franchi all'anno.

Anche un rapporto di esperti della Scuola universitaria professionale di scienze applicate di Zurigo (ZHAW) aveva già stimato che l'aumento dell'uso dei biosimilari potrebbe ridurre i costi farmaceutici da 17 a 100 milioni di franchi all'anno.

Curafutura, Biosimilar e Intergenerika notano che, nel sistema attuale, più alto è il prezzo del farmaco maggiore è il guadagno per farmacisti e medici. L'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) dovrebbe quindi agire rapidamente ed eliminare gli incentivi sbagliati come l'attuale sistema del margine di guadagno; altrimenti il denaro dei premi continuerebbe ad essere sperperato.

Quelle grandi differenze «inspiegabili»
Secondo il "barometro" ci sono anche «grandi differenze inspiegabili dal punto di vista medico tra le regioni della Svizzera». I biosimilari sono utilizzati molto più frequentemente in Romandia e Ticino che nella Svizzera tedesca. Gli autori del rapporto ritengono che gli ospedali e le autorità sanitarie cantonali abbiano una responsabilità in questo senso.

Nel comunicato stampa odierno si sottolinea poi che il potenziale di risparmio futuro attraverso un uso più diffuso di preparati di imitazione sarà ancora maggiore, poiché i brevetti dei farmaci biologici più venduti scadranno presto. E i corrispondenti biosimilari sono in fase di sviluppo.

Questi ultimi non sono completamente identici ma molto simili ai preparati originali. Si tratta di una versione "alternativa" di un farmaco biologico già autorizzato per uso clinico, la quale è analoga per caratteristiche fisico-chimiche, efficacia e sicurezza. In genere tali preparati sono fino al 25% più economici.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
TURGOVIA
4 ore
A 77 anni in carcere per non pagare la multa
Una donna turgoviese si è presentata ieri davanti alla prigione di Frauenfeld per espiare la sua pena.
SVIZZERA
5 ore
Vinto il jackpot di Euromillions più alto di sempre
Sette persone hanno invece portato a casa 700mila franchi a testa.
SVIZZERA
9 ore
L'UDC rimane saldamente il primo partito svizzero
Segue il PS, che ha alle calcagna PLR, Alleanza del Centro e Verdi, secondo l'ultimo Barometro elettorale della SSR
SVIZZERA
9 ore
«Perso il 28% del fatturato a causa del certificato»
Lo rileva un sondaggio condotto da GastroSuisse dopo l’introduzione dell’obbligo.
FOTO
ZUGO
11 ore
Violento frontale, due automobiliste all'ospedale
L'incidente è avvenuto nel primo pomeriggio di oggi sulla cantonale tra Baar e Neuheim.
SVIZZERA
13 ore
Vaccinazioni: 8'757 casi con effetti collaterali
Si tratta all'incirca di otto casi ogni 10'000 inoculazioni effettuate nel nostro Paese.
SVIZZERA
14 ore
Si resta sotto i mille contagi
Si contano anche 22 nuovi ricoveri. Sempre di meno i pazienti Covid-19 in cure intense.
SVIZZERA
14 ore
Legge Covid-19 «discriminatoria e arbitraria»
I democentristi invitano il popolo a respingere il testo che andrà in votazione il prossimo 28 novembre.
GINEVRA
16 ore
Sferrò un calcio all'avversario, finirà in carcere
È stato condannato l'uomo che nel 2018 tirò un calcio in faccia a un avversario durante una partita di Quarta Lega.
SVIZZERA
17 ore
Legge Netflix: «Una truffa ai danni di consumatori e giovani»
Il comitato che intende lanciare un referendum contro la Legge ha presentato le sue argomentazioni.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile