Immobili
Veicoli
Deposit
SVIZZERA
25.03.21 - 14:250

Una PMI su cinque costretta a licenziare

La pandemia ha pesato notevolmente sui conti delle piccole e medie imprese svizzere.

E i problemi, stando a un sondaggio, non sono ancora finiti: «Licenziamenti sono previsti anche in futuro e molte ditte difficilmente riusciranno a rimborsare i crediti Covid-19».

BERNA - Una piccola e media impresa (Pmi) su cinque (il 21%) ha proceduto a licenziamenti negli ultimi dodici mesi a causa delle conseguenze del coronavirus: è quanto emerge da un sondaggio realizzato dalla Scuola universitaria di scienze applicate di Zurigo (ZHAW) su un campione di 251 aziende.

In un analogo rilevamento effettuato in settembre le ditte che avevano deciso di separarsi da dipendenti in seguito alla crisi del Covid erano ancora solo il 5%, sottolineano i ricercatori in un comunicato odierno. Particolarmente colpiti risultano essere i lavoratori del settore alberghiero e della ristorazione.

I problemi non sono inoltre superati: una Pmi su quattro ritiene probabile o molto probabile che dovrà licenziare personale in futuro, visto che la metà delle aziende si aspetta un impatto negativo o molto negativo sugli affari. Un quarto del campione ritiene perciò che dovrà far fronte a problemi finanziari: il 22% delle ditte che hanno fatto capo a crediti Covid-19 pensa che non riuscirà a rimborsarli. In settembre il dato era del 9%.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SAN GALLO
2 ore
Cerca di sfuggire al ricovero, cade dal tetto e muore
Un 35enne con problemi psichici ha perso la vita questo pomeriggio ad Altstätten.
LOSANNA
2 ore
Il dottorato svizzero di Mussolini fa discutere
Venne conferito nel 1937 al Duce. Oggi una petizione chiede di revocarlo
SVIZZERA
3 ore
Cassis a Davos con la mente rivolta a Lugano
Il presidente della Confederazione ha aperto ufficialmente il WEF parlando della situazione geopolitica mondiale.
SVIZZERA
6 ore
Ricola «inganna i consumatori» secondo una consumatrice
Una donna dell'Illinois ha chiesto un risarcimento milionario accusando l'azienda di pubblicità ingannevole
SVIZZERA
7 ore
La quarta dose presto realtà
Da oggi la Confederazione consiglia una nuova vaccinazione «alle persone con un sistema immunitario indebolito».
SVIZZERA
9 ore
Commercio sostenibile: l'industria della moda sotto la lente
Public Eye ha compiuto un'analisi dei più noti rivenditori di moda in Svizzera. Zalando, Wish e Amazon nel mirino.
SVIZZERA
10 ore
Peggioramento delle disuguaglianze di genere durante la pandemia
Uno studio ha analizzato le conseguenze delle misure restrittive sull'occupazione di uomini e donne.
ARGOVIA
11 ore
Cade da una parete rocciosa, 14enne perde la vita
Il giovane stava effettuando una passeggiata assieme a un amico. Inutili i tentativi di soccorso.
SVIZZERA
13 ore
Vaiolo delle scimmie: Berna pensa all'acquisto di un vaccino
«Per il momento, non c'è motivo di preoccuparsi» rassicura la vicedirettrice dell'UFSP Linda Nartey
ZURIGO
22 ore
Feriti a bottigliate a Winterthur
Tre persone sono state arrestati per due episodi distinti avvenuti nelle prime ore di domenica
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile