Deposit
LOSANNA
18.03.21 - 14:540

Nespresso investe 117 milioni ad Avenches

Il gigante del caffè espande la sua produzione di capsule e crea una cinquantina di nuovi posti di lavoro

AVENCHES - Nespresso espande le sue capacità di produzione di capsule di caffè ad Avenches (Vaud), investendo 117 milioni di franchi e creando 50 nuovi posti di lavoro entro la fine del 2022. Saranno attivate tre nuove linee di produzione e verrà ampliato il centro di distribuzione, aumentando l'attuale capacità logistica di una struttura che spedisce articoli in oltre 80 paesi, ha indicato oggi la multinazionale con sede a Losanna controllata da Nestlé.

Puntare sulla Svizzera - «Tutti i caffè Nespresso venduti nel mondo sono prodotti in Svizzera», afferma il Ceo Guillaume Le Cunff, citato in un comunicato. Il dirigente sottolinea come negli ultimi otto mesi l'azienda abbia annunciato un investimento complessivo di 270 milioni di franchi nei due siti di produzione della società, quello di Romont (FR) e quello di Avenches (VD). «Siamo molto orgogliosi di poter continuare a investire in Svizzera e sostenere la nostra economia, ancora di più in tempi difficili come questi», osserva Le Cunff.

La reazione politica - «Nel contesto attuale, considero un'ottima notizia questo nuovo sviluppo legato a Nespresso», gli fa eco il consigliere di stato Philippe Leuba, responsabile del dipartimento economia, a sua volta citato nella nota. «Un investimento di tale importanza conferma l'attrattiva di questa regione, che include anche il settore industriale».

Un colosso da 13mila dipendenti - Fondata nel 1986 e società autonoma in seno al gruppo Nestlé, Nespresso collabora con 110'000 produttori di caffè attivi in 14 nazioni. L'impresa, che da oltre dieci anni ha come ambasciatore pubblicitario l'attore americano George Clooney, gestisce una rete mondiale di 816 filiali in 82 paesi e ha più di 13'000 dipendenti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Licenziati cinque militari no-vax
Facevano parte del Comando forze speciali e senza vaccino non avrebbero potuto effettuare missioni all'estero.
FOTO
ARGOVIA
1 ora
Con il 2.6 per mille combina un disastro
Ieri sera a Mellingen, una 37enne si è messa alla guida della sua automobile completamente ubriaca. Pessima idea.
SVIZZERA
2 ore
La selezione dei pazienti? «È eticamente devastante»
Con le terapie intensive che si riempiono presto i medici dovranno di nuovo effettuare il tanto temuto "triage".
SVIZZERA
5 ore
L'industria degli eventi si prepara alle restrizioni
La regola delle 2G piace alle discoteche. A Zurigo un concerto punk-rock aggiunge il requisito del test antigenico
ZURIGO
13 ore
Quanto è pericolosa Omicron?
Potrebbe essere peggiore della già temibile delta. La parola agli esperti
SVIZZERA
19 ore
Omicron, chiudono i voli diretti con l'Africa australe
La decisione comunicata in serata, dopo l'emergenza della nuova variante, è valida a partire dalle ore 20 di oggi.
BERNA
20 ore
Dopo Pfizer anche Moderna mette il booster
Intanto l'Ufsp raccomanda la dose di richiamo per tutti. La spiegazione: «Migliora la protezione e frena la diffusione»
SVIZZERA/CINA
21 ore
La missione di Cassis non decolla
Il consigliere federale ticinese dovrà tornare in patria a seguito del guasto all'aereo. «Cercheremo una nuova data»
SVIZZERA
21 ore
Vaccino ed effetti collaterali: in Svizzera 10'386 casi
Il 65% delle notifiche è stato classificato come non serio. I preparati impiegati nel nostro paese restano sicuri
SVIZZERA
22 ore
Mascherine, certificati e booster: nuove misure a Berna, Sciaffusa e Uri
Dopo che il Governo federale ha rinunciato a un inasprimento dei provvedimenti, altri Cantoni si sono attivati
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile