Immobili
Veicoli
Depositphotos (dani_carpio.hotmail.es)
Lezioni contro le molestie sulle donne nelle scuole svizzere: è la richiesta di alcune politiche.
SVIZZERA
16.03.21 - 08:040

Lezioni contro le molestie sulle donne: diverse politiche lo chiedono

Si accende il dibattito anche in Svizzera, dopo il caso di Sarah Everard nel Regno Unito

Fonte Georgia Chatzoudis / 20minuten
elaborata da Fabio Caironi
Giornalista

BERNA - Il caso della morte di Sarah Everard nel Regno Unito ha portato drammaticamente alla ribalta il tema della violenza sulle donne, anche in Svizzera.

Sensibilizzare gli uomini, più che le donne - L'hashtag #textmewhenyougethome (letteralmente: scrivimi quando arrivi a casa) è diventato di tendenza sui social e il dibattito sta trovando spazio sui media. Le donne sono già parecchio sensibilizzate: «Si parla molto con loro di autodifesa - invece, si dovrebbe parlare con gli uomini di questo argomento e prendere misure preventive» ha dichiarato a 20 Minuten Sophie Achermann, amministratore delegato di alliance F, federazione delle organizzazioni femminili svizzere. Che aggiunge: è venuto il tempo di misure concrete, dopo anni di discorsi e scarsi impegni da parte della politica. 

In Svizzera ogni due settimane una donna muore per conseguenza di una violenza domestica, affermano gli ultimi dati.

Il patriarcato - «Prevenire la violenza contro le donne è un compito della società nel suo insieme», ha dichiarato Anna-Beatrice Schmaltz, dell'Ong femminista per la pace CFD. A suo dire, tali atti di violenza sono strettamente legati alle strutture sociali patriarcali. «Gli uomini devono capire la questione come una questione maschile e assumersi la responsabilità. Ora abbiamo bisogno di misure e prevenzione per impedire agli uomini di diventare autori di tali reati. A tal fine è necessaria una sensibilizzazione precoce».

Il ruolo cruciale della scuola - La chiave potrebbe essere un insegnamento ad hoc nelle scuole. «Corsi specifici per giovani uomini su come comportarsi per strada di notte, ma anche nella vita di tutti i giorni, dovrebbero essere introdotti durante i giorni di scuola», sostiene la 26enne Julia Baumgartner, responsabile della campagna per il Partito socialista di Basilea Città. «La comprensione di questo argomento dovrebbe essere insegnata fin dalla tenera età». Concorda la presidente delle donne popolari democratiche Babette Sigg: «A lungo termine, questo sarebbe materiale più importante di quello che viene attualmente insegnato in alcune materie».

Prevenire è meglio che punire - L'insegnamento di questi argomenti nelle scuole a focalizzarsi «più sulla prevenzione che sulla punizione», come afferma Sarah Bünter, presidente nazionale dei giovani popolari democratici. «Dire di no dovrebbe essere insegnato nei corsi di educazione sessuale», aggiunge la candidata al Consiglio nazionale Michelle Singer. Ancora più diretta la consigliera nazionale socialista Tamara Funiciello: «È assurdo che le donne debbano prendere misure di sicurezza perché la società non lo fa. Finché le donne hanno paura nella società, abbiamo un problema». 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA / RUSSIA
3 ore
Il conflitto russo-ucraino, un rischio anche per la Svizzera
L'Europa (e anche il nostro paese) potrebbero restare senza il gas proveniente dalla Russia. Ecco gli scenari
SVIZZERA
4 ore
Liberi tutti già il mese prossimo?
Associazioni di categoria e alcuni politici chiederanno la revoca delle restrizioni in vigore già il prossimo mese.
SVIZZERA
14 ore
Boom di suicidi giovanili: «Abbiamo uno stato di emergenza»
Più 50%, rispetto al 2020, alla Clinica universitaria di psichiatria infantile e adolescenziale di Berna.
SVIZZERA
16 ore
Pierin Vincenz alla sbarra
Si aprirà martedì il processo all'ex Ceo di Raiffeisen
SVIZZERA
16 ore
SUV sulle nostre strade? Sempre più pericolosi
In caso di incidente incrementano il rischio di morte nell'auto più leggera del 50%.
SVIZZERA
17 ore
Con l'estate le restrizioni statali non serviranno più
L'ex membro della Task force Marcel Tanner spiega che sarà fondamentale puntare sulla responsabilità individuale
ZURIGO
17 ore
La polizia interrompe un raduno di auto modificate
Sette appassionati sono stati denunciati: le loro vetture presentavano modifiche non autorizzate
BERNA
1 gior
Morto schiacciato da un albero
L'uomo stava tagliando del legname in una zona boschiva.
SVIZZERA
1 gior
«Quasi nessun Omicron-contagiato in cure intense»
È ancora Delta, secondo quanto riportato da alcuni ospedali svizzeri, a causare i decorsi più gravi.
FOTO
BERNA
1 gior
"Libertà!" e bandiere svizzere nella capitale
La manifestazione, non autorizzata, è stata sorvegliata da vicino delle forze dell'ordine.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile