20min/Sonja Mulitze (immagine illustrativa)
SVIZZERA
04.03.21 - 18:410
Aggiornamento : 20:24

Un ristorante su cinque ha già dovuto gettare la spugna

È un quadro «drammatico» quello tracciato da Gastrosuisse per il settore della ristorazione

Platzer: «La nostra industria sta soffrendo e ha un disperato bisogno di aiuti finanziari che non ha ancora ricevuto»

BERNA - Quasi un ristorante su cinque - più precisamente il 18,4% - ha dovuto cessare l'attività a tempo indeterminato. Lo mette in risalto un sondaggio di Gastrosuisse, secondo cui solo un esercizio su tre potrà sopravvivere alla crisi senza una compensazione finanziaria.

L'inchiesta dell'organizzazione di categoria, effettuata tra il 26 febbraio e il 2 marzo coinvolgendo 3'556 membri, dipinge un quadro «drammatico». Quasi il 20% ha già dovuto rinunciare alla propria attività a causa del coronavirus, mentre un altro 20% è sul punto di farlo, si legge in un comunicato odierno.

Inoltre, circa la metà di chi ha inoltrato domanda per accedere ai contributi dei casi di rigore è ancora in attesa da settimane di una risposta. A fine febbraio, il 70% dei ristoranti intervistati aveva presentato una tale richiesta.

I ritardi osservati nei pagamenti sono «inaccettabili», ha affermato, citato nella nota, il presidente dell'associazione Casimir Platzer. «La nostra industria sta soffrendo e ha un disperato bisogno di aiuto finanziario che ancora non ha ricevuto», si è lamentato.

I contributi a fondo perso si stanno dimostrando per ora insufficienti: la maggior parte degli esercizi ha ottenuto meno del 10% del «buco» derivato dalle mancate entrate. Eppure, fa notare Gastrosuisse, i limiti massimi prevedono che si arrivi fino al 20% del fatturato dell'anno precedente. Attualmente, in media sono stati versati 51'918 franchi.

Gastrosuisse ne approfitta poi per chiedere una volta di più che i ristoranti possano riaprire il più rapidamente possibile, sia all'esterno che all'interno. Il fatto che il Consiglio nazionale ieri abbia spinto per la data del 22 marzo è incoraggiante, «ma anche gli Stati devono seguire questo esempio e chiedere al Consiglio federale di agire», mette in evidenza Platzer.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VALLESE
12 min
Spara alla sua compagna e poi si suicida
A Leukerbad si è probabilmente verificato un altro femminicidio.
FOTOGALLERY
GINEVRA
24 min
Benvenuto, Mr President
Joe Biden è atterrato alle 16.22 all'aeroporto di Ginevra, blindatissimo per l'occasione
FOTO
TURGOVIA
2 ore
Morto un motociclista di ventidue anni
L'incidente si è verificato nel Canton Turgovia. Il giovane è stato protagonista di un frontale con un'auto
SVIZZERA
2 ore
Solo la seconda dose protegge contro la variante Delta
Lo copertura del vaccino, indipendentemente dalle varianti, dura almeno per 12 mesi.
FOTO
GINEVRA
2 ore
Un primo velivolo americano all'aeroporto di Ginevra
L'aereo è atterrato nel primo pomeriggio. Il Boeing presidenziale arriverà invece tra le 16 e le 17
SVIZZERA
3 ore
In Svizzera 243 contagi nelle ultime 24 ore
Scendono a 2 i decessi causati dal virus. Il bollettino giornaliero dell'UFSP
SVIZZERA
3 ore
«Non si può obbligare le casse malati a ridurre le riserve»
Secondo il Consiglio degli Stati la riduzione dovrebbe essere «volontaria».
FOTO GALLERY
GINEVRA
4 ore
Ecco la villa per Putin e Biden
La magione La Grange sul lago Lemano è pronta per accogliere i due leader
FOTO
ZURIGO
5 ore
Auto in fiamme nel garage sotterraneo, evacuati cinque condomini
L'incendio è divampato questa mattina presto a Steinmaur. Nessuno è rimasto ferito
SVIZZERA
7 ore
Gli Stati vogliono far volare più a lungo i piloti degli elicotteri
La consigliera federale Sommaruga aveva messo in guardia: «Non apriamo un altro contenzioso con l'Ue»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile