Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
21.02.21 - 16:320
Aggiornamento : 17:59

Insulti e minacce di morte ai membri del Consiglio federale

Il più preso di mira? Alain Berset. Il MPC ha aperto cinque procedimenti per casi gravi

BERNA - La procura federale ha aperto cinque procedimenti in relazione a minacce via Internet giunte alle autorità e legate alle misure anti-coronavirus. Le intimidazioni sono sovente rivolte nei confronti del ministro della sanità Alain Berset.

Lo ha dichiarato oggi, sollecitato dall'agenzia Keystone-ATS, lo stesso Ministero pubblico della Confederazione (MPC). La procura ha così confermato quanto pubblicato dal domenicale SonntagsZeitung.

Insieme all'Ufficio federale di polizia (fedpol) stanno venendo continuamente monitorati i casi di minacce e diffamazione nei riguardi di membri delle autorità federali nell'ambito dei provvedimenti introdotti per contrastare la pandemia, ha fatto sapere l'MPC. In alcune situazioni, fedpol può sporgere denuncia penale contro i responsabili.

I casi particolarmente gravi di minacce (come ad esempio quelle di morte) contro consiglieri federali o parlamentari sono di competenza dell'MPC. «Attualmente - riferisce quest'ultimo - cinque procedimenti del genere sono stati avviati». Nessun decreto d'accusa è per ora stato emesso.

Le intimidazioni e gli insulti online non hanno risparmiato nemmeno esponenti dei governi di vari Cantoni. In queste situazioni l'intero incarto viene trasmesso alle autorità cantonali competenti.

Dallo scoppio della crisi del coronavirus, fedpol si è attivata in decine di casi riguardanti minacce a politici, ha indicato a Keystone-ATS l'ufficio federale. Talvolta, quello che viene fatto è prendere contatto con la persona potenzialmente pericolosa, informandola che rischia conseguenze penali. Le indagini di polizia hanno poi luogo solo se la persona oggetto delle minacce presenta denuncia.

Fedpol sottolinea inoltre la collaborazione che regolarmente avviene con i gestori dei social media. L'ufficio federale può in questo senso richiedere la cancellazione di un determinato post ostile, ma spetta ai responsabili delle piattaforme attuarla.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
27 min
«Nostra madre dovrà lasciare la Svizzera dopo 39 anni»
A una donna congolese non verrà rinnovato il permesso di soggiorno a causa di alcune fatture non pagate.
SVIZZERA
2 ore
Oggi 750mila dosi di Moderna, lunedì arriverà anche Pfizer
Le nuove forniture permetteranno di mantenere alto il ritmo delle vaccinazioni.
FRIBURGO
2 ore
L'esercito sta disturbando gli animali selvatici friburghesi?
Un'esercitazione ha avuto luogo in un'area in cui ci sono severe restrizioni anche per gli escursionisti.
ZERMATT
4 ore
Precipita 25 metri nel crepaccio, muore un 31enne
L'escursionista è stato colto di sorpresa dal cedimento di un ponte di neve. Con lui c'erano altre sei persone.
SVIZZERA
7 ore
Future pandemie: i Cantoni chiedono un comitato specializzato
L'idea è di creare un organo composto in modo paritetico da rappresentanti dei Cantoni e della Confederazione.
FOTO
SVIZZERA
7 ore
1000 persone in marcia a Urnäsch
Il corteo era in programma a Zurigo ma all'ultimo momento è stato spostato nella località appenzellese.
NEUCHÂTEL 
8 ore
Contagiato il 23% degli allievi di una scuola
Un secondo test di massa sarà effettuato martedì tra le persone in quarantena che sono risultate negative
ZURIGO
9 ore
Donna spinta sui binari, «Ho tenuto a terra il responsabile»
Arrestato un 27enne di origini eritree. Il testimone: «Lui si è comportato come se non fosse successo niente».
SVIZZERA
9 ore
«Niente più caramelle vicino alle casse dei supermercati»
La proposta è stata accolta con favore dal Consiglio federale
TURGOVIA
12 ore
15enni su una moto rubata si scontrano con un'auto
I due adolescenti sono finiti in ospedale
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile