Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
21.02.21 - 16:320
Aggiornamento : 17:59

Insulti e minacce di morte ai membri del Consiglio federale

Il più preso di mira? Alain Berset. Il MPC ha aperto cinque procedimenti per casi gravi

BERNA - La procura federale ha aperto cinque procedimenti in relazione a minacce via Internet giunte alle autorità e legate alle misure anti-coronavirus. Le intimidazioni sono sovente rivolte nei confronti del ministro della sanità Alain Berset.

Lo ha dichiarato oggi, sollecitato dall'agenzia Keystone-ATS, lo stesso Ministero pubblico della Confederazione (MPC). La procura ha così confermato quanto pubblicato dal domenicale SonntagsZeitung.

Insieme all'Ufficio federale di polizia (fedpol) stanno venendo continuamente monitorati i casi di minacce e diffamazione nei riguardi di membri delle autorità federali nell'ambito dei provvedimenti introdotti per contrastare la pandemia, ha fatto sapere l'MPC. In alcune situazioni, fedpol può sporgere denuncia penale contro i responsabili.

I casi particolarmente gravi di minacce (come ad esempio quelle di morte) contro consiglieri federali o parlamentari sono di competenza dell'MPC. «Attualmente - riferisce quest'ultimo - cinque procedimenti del genere sono stati avviati». Nessun decreto d'accusa è per ora stato emesso.

Le intimidazioni e gli insulti online non hanno risparmiato nemmeno esponenti dei governi di vari Cantoni. In queste situazioni l'intero incarto viene trasmesso alle autorità cantonali competenti.

Dallo scoppio della crisi del coronavirus, fedpol si è attivata in decine di casi riguardanti minacce a politici, ha indicato a Keystone-ATS l'ufficio federale. Talvolta, quello che viene fatto è prendere contatto con la persona potenzialmente pericolosa, informandola che rischia conseguenze penali. Le indagini di polizia hanno poi luogo solo se la persona oggetto delle minacce presenta denuncia.

Fedpol sottolinea inoltre la collaborazione che regolarmente avviene con i gestori dei social media. L'ufficio federale può in questo senso richiedere la cancellazione di un determinato post ostile, ma spetta ai responsabili delle piattaforme attuarla.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
TURGOVIA
4 ore
A 77 anni in carcere per non pagare la multa
Una donna turgoviese si è presentata ieri davanti alla prigione di Frauenfeld per espiare la sua pena.
SVIZZERA
5 ore
Vinto il jackpot di Euromillions più alto di sempre
Sette persone hanno invece portato a casa 700mila franchi a testa.
SVIZZERA
9 ore
L'UDC rimane saldamente il primo partito svizzero
Segue il PS, che ha alle calcagna PLR, Alleanza del Centro e Verdi, secondo l'ultimo Barometro elettorale della SSR
SVIZZERA
9 ore
«Perso il 28% del fatturato a causa del certificato»
Lo rileva un sondaggio condotto da GastroSuisse dopo l’introduzione dell’obbligo.
FOTO
ZUGO
11 ore
Violento frontale, due automobiliste all'ospedale
L'incidente è avvenuto nel primo pomeriggio di oggi sulla cantonale tra Baar e Neuheim.
SVIZZERA
13 ore
Vaccinazioni: 8'757 casi con effetti collaterali
Si tratta all'incirca di otto casi ogni 10'000 inoculazioni effettuate nel nostro Paese.
SVIZZERA
14 ore
Si resta sotto i mille contagi
Si contano anche 22 nuovi ricoveri. Sempre di meno i pazienti Covid-19 in cure intense.
SVIZZERA
14 ore
Legge Covid-19 «discriminatoria e arbitraria»
I democentristi invitano il popolo a respingere il testo che andrà in votazione il prossimo 28 novembre.
GINEVRA
17 ore
Sferrò un calcio all'avversario, finirà in carcere
È stato condannato l'uomo che nel 2018 tirò un calcio in faccia a un avversario durante una partita di Quarta Lega.
SVIZZERA
17 ore
Legge Netflix: «Una truffa ai danni di consumatori e giovani»
Il comitato che intende lanciare un referendum contro la Legge ha presentato le sue argomentazioni.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile