Tamedia
SVIZZERA
08.02.21 - 12:020

Anche la seconda ondata ha svuotato i treni

Durante l'autunno sono calati i passeggeri. Per l'ultima settimana del 2020 le FFS parlano di una diminuzione del 60%

BERNA - La seconda ondata della pandemia di coronavirus ha colpito duro il traffico ferroviario passeggeri. Durante il periodo ottobre-dicembre, i viaggiatori hanno percorso complessivamente 3,06 miliardi di persone-chilometri, il che corrisponde a un calo del 44% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Pure nel quarto trimestre dunque, sottolinea in una nota odierna il Servizio d'informazione per i trasporti pubblici (Litra), la domanda è nettamente diminuita a causa del Covid-19. Con l'autunno, il numero dei contagi è tornato ad aumentare, mantenendosi a un livello elevato anche nei mesi successivi.

Le misure introdotte da Cantoni e Confederazione, come lo stop alle manifestazioni, gli orari ridotti o la chiusura totale dei ristoranti e l'home office, hanno condotto a una sensibile riduzione della frequentazione dei mezzi pubblici, scrive la Litra.

Secondo le cifre delle FFS, nell'ultima settimana del 2020 l'occupazione dei convogli è stata del 60% rispetto agli stessi giorni dell'anno prima nel traffico regionale e del 50% in quello a lunga percorrenza.

Il virus non sembra invece aver fatto nemmeno il solletico al trasporto merci su rotaia. La domanda (ammontata a 2,97 miliardi di tonnellate-chilometro) è anzi cresciuta dell'1,3% su base annua, indica l'organizzazione.

La pandemia continuerà a influenzare il settore dei trasporti pubblici anche nel 2021. In particolare, l'obbligo relativo al telelavoro imposto dal Consiglio federale il 18 gennaio avrà importanti ripercussioni sugli spostamenti di chi abitualmente fa il pendolare. La Litra è sicura che nel primo trimestre la domanda sarà decisamente più bassa della media pluriennale, che si situa a circa 5 miliardi di persone-chilometri.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
NEUCHÂTEL
1 ora
Pugnalò due volte la ex, condannato a quattro anni e mezzo di prigione
L'imputato è stato ritenuto colpevole di tentato omicidio. Il giudice: «Il rischio di conseguenze mortali era elevato».
SVIZZERA
5 ore
«Genero biglietti per il treno gratis, come e quando voglio»
Sfruttando una falla nel sistema informatico delle FFS, un 16enne è riuscito a ottenere diversi biglietti senza pagarli.
FOTOGALLERY
BASILEA CITTÀ
6 ore
King Roger ora ha anche un tram tutto suo
A Basilea è entrato in funzione un convoglio dedicato al campione della racchetta.
SVIZZERA
7 ore
Covid-19: altri 1288 casi e 36 ricoveri in Svizzera
Ieri erano stati registrati 1478 contagi e 13 ospedalizzazioni. Una settimana fa rispettivamente 952 e 22.
NEUCHÂTEL
11 ore
Focolaio Covid in casa anziani, nonostante il vaccino
Su 31 residenti, 22 sono stati contagiati. E questo nonostante una copertura vaccinale del 91% fra gli ospiti.
CANTONE/ SVIZZERA
12 ore
Più sicurezza nelle gallerie (non soltanto nel San Gottardo)
A seguito dell'incidente del 24 ottobre 2001, è scattato un programma da 1,6 miliardi per rendere più sicuri i tunnel
SVIZZERA
14 ore
Sì a legge Covid-19 e cure infermieristiche, più incertezza sulla giustizia
È quanto emerge dal sondaggio svolto a inizio mese dalla SSR sui tre temi in votazione il 28 novembre.
FOTO
SOLETTA
23 ore
«Il ciclista non ha avuto nessuna possibilità di evitare l'impatto»
Il giovane che a bordo di una McLaren aveva gravemente ferito un 38enne è stato condannato a 44 mesi di prigione.
FOTO
GIURA
1 gior
In dogana con armi, munizioni e pure una moto d'epoca (non dichiarata)
Un francese di 59 anni è stato fermato (e multato) domenica 17 ottobre presso il valico di Bure.
VALLESE
1 gior
Il ticket per famiglie che non vale per le famiglie arcobaleno
L'esperienza di due papà dai Paesi Bassi agli impianti di risalita dell'Aletsch Arena, in Vallese
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile