Tamedia
SVIZZERA
08.02.21 - 12:020

Anche la seconda ondata ha svuotato i treni

Durante l'autunno sono calati i passeggeri. Per l'ultima settimana del 2020 le FFS parlano di una diminuzione del 60%

BERNA - La seconda ondata della pandemia di coronavirus ha colpito duro il traffico ferroviario passeggeri. Durante il periodo ottobre-dicembre, i viaggiatori hanno percorso complessivamente 3,06 miliardi di persone-chilometri, il che corrisponde a un calo del 44% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Pure nel quarto trimestre dunque, sottolinea in una nota odierna il Servizio d'informazione per i trasporti pubblici (Litra), la domanda è nettamente diminuita a causa del Covid-19. Con l'autunno, il numero dei contagi è tornato ad aumentare, mantenendosi a un livello elevato anche nei mesi successivi.

Le misure introdotte da Cantoni e Confederazione, come lo stop alle manifestazioni, gli orari ridotti o la chiusura totale dei ristoranti e l'home office, hanno condotto a una sensibile riduzione della frequentazione dei mezzi pubblici, scrive la Litra.

Secondo le cifre delle FFS, nell'ultima settimana del 2020 l'occupazione dei convogli è stata del 60% rispetto agli stessi giorni dell'anno prima nel traffico regionale e del 50% in quello a lunga percorrenza.

Il virus non sembra invece aver fatto nemmeno il solletico al trasporto merci su rotaia. La domanda (ammontata a 2,97 miliardi di tonnellate-chilometro) è anzi cresciuta dell'1,3% su base annua, indica l'organizzazione.

La pandemia continuerà a influenzare il settore dei trasporti pubblici anche nel 2021. In particolare, l'obbligo relativo al telelavoro imposto dal Consiglio federale il 18 gennaio avrà importanti ripercussioni sugli spostamenti di chi abitualmente fa il pendolare. La Litra è sicura che nel primo trimestre la domanda sarà decisamente più bassa della media pluriennale, che si situa a circa 5 miliardi di persone-chilometri.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
7 ore
Cosa ci dirà Berset domani?
Il Consiglio federale è pronto a comunicare le nuove misure anti-Covid. Ecco alcune anticipazioni
GINEVRA
8 ore
Omicron nel campus, duemila in quarantena
Due contagi nella Scuola internazionale di Ginevra hanno fatto scattare massicce misure di contenimento
SVIZZERA
8 ore
«Introdurre una tassa per i non vaccinati»
Lo ha proposto Sanija Ameti, co-presidente del movimento Operation Libero
GRIGIONI
10 ore
In vacanza in hotel, ma solo se vaccinati o guariti
Al Kulm di St.Moritz la stagione turistica invernale inizia con una stretta sulle misure sanitarie
SVIZZERA
12 ore
«Presto potremmo dover decidere chi curare e chi no»
Il personale di cura lancia l'ennesimo allarme: le risorse sono scarse e i pazienti continuano ad aumentare.
SVIZZERA
13 ore
Un nuovo record di pacchi per la Posta
Sono 7,4 milioni quelli recapitati tra il 22 e il 30 novembre 2021. Centomila in più rispetto alla Cyber Week del 2020
SVIZZERA
13 ore
Decessi legati al Covid-19 quasi raddoppiati in una settimana
Il tasso di positività per 100mila abitanti è passato da 437,6 a 590,6: ben oltre il doppio del Ticino (269,2).
SVIZZERA
14 ore
Quarto caso di Omicron in Svizzera
La persona contagiata è rientrata nove giorni fa dal Sudafrica.
ZURIGO
15 ore
Pacchetti nel mirino dei ladri
I malviventi sono entrati in azione oggi in un quartiere di Opfikon
SVIZZERA
15 ore
Si torna sotto i 10mila contagi
I pazienti Covid occupano ora il 26,9% dei posti letto di terapia intensiva.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile